Hideo Kojima risponde alle critiche per il tempo che passa sui social

Death Stranding

PS4
Acquista Ora

Hideo Kojima risponde alle critiche per il tempo che passa sui social

Tranquilli, Kojima è multitasking

Hideo Kojima risponde alle critiche per il tempo che passa sui social

Hideo Kojima attualmente è al lavoro su Death Stranding… o almeno dovrebbe, considerato che lo si può vedere spesso sui social postare foto di libri, film, viaggi, cibo e mille altre cose.

In molti infatti si sono preoccupati che Kojima stia trascurando il suo lavoro su Death Stranding a causa del suo attaccamento ai social, così il game designer ha voluto rispondere alle critiche:

Mi viene chiesto spesso quando leggo libri o guardo film nei miei giorni lavorativi. Ogni giorno spendo il mio tempo nella creazione dei videogiochi e nel mentre guardo film, leggo libri, scrivo qualcosa, incontro gente e sto sui social network.  1 giorno è costituito da 24 ore, 1 anno è di 365 giorni per tutti. Non c’è tempo da perdere.

https://twitter.com/HIDEO_KOJIMA_EN/status/1066872446211387392

Ovviamente ho bisogno anche di pause, ma sono il tipo di persona che “pensa” sempre anche quando mangia, si fa il bagno, fa shopping e viaggia, quindi la mia mente è sempre pienamente al lavoro. Ho detto all’intervistatore che non spengo mai la mia creatività. A volte penso anche mentre dormo nei miei sogni.

https://twitter.com/HIDEO_KOJIMA_EN/status/1066874187992559621

I fan possono quindi stare tranquilli, Kojima non sta trascurando Death Stranding, e magari vedremo qualche nuova informazione tra pochi giorni durante i Game Awards. Dopo tutto sembra che il gioco sia ormai nelle ultime fasi dello sviluppo e presto potremmo anche conoscere il periodo di uscita.


Il suo sogno è vedere un giorno la fine delle console war e tornare ai tempi in cui si giocava per divertirsi, non per contare i pixel o i frame. Nel profondo è consapevole che si tratta di un'utopia, ma nel frattempo lui si gode tutte le piattaforme disponibili sul mercato senza rinunciare a nulla, alla faccia dei fanboy. Ha una ossessione al limite del maniacale per Batman, Star Wars e il collezionismo di statue e Collector's Edition di videogiochi, tanto che la madre ancora si chiede perché semplicemente non si droghi come tutti i ragazzi della sua età... di sicuro spendeva di meno.

Lost Password