Pokémon GO – Guida alla cattura dei Pokémon

Pokémon GO

Mobile
Prenota il Pokémon GO Plus
7.8

Media Utente

Pokémon GO – Guida alla cattura dei Pokémon

Come si catturano facilmente i Pokémon?

Pokémon GO – Guida alla cattura dei Pokémon

I Pokémon sono esseri meravigliosi, tutti differenti fra loro e dotati di abilità uniche. Come insegnano il manga, l’anime e i giochi (compreso Pokémon GO), questi mostriciattoli sono disposti a diventare nostri amici, seguirci nelle nostre avventure, essere continuamente massacrati di botte e mosse speciali, ma ad una sola condizione: dobbiamo prima fare in modo che accettino di entrare in una Pokéball.

pokémon-go-guida-cattura-2

Per fortuna non tutti i Pokémon sono autentiche spine nel fianco come il Pikachu di Ash, alquanto allergico alle sfere create appositamente per loro. Tutti i Pokémon possono essere infatti “compressi” in queste sfere e la prima entrata in una di loro corrisponde alla cattura. Le produzioni televisive e videoludiche della serie hanno sempre insegnato come sia necessario indebolire un Pokémon prima di lanciare la Pokéball, eppure in Pokémon GO anche questo dogma viene modificato leggermente, per rendere più intuitivo il tutto.

Paradossalmente, il mondo si trasforma quasi in un’enorme Zona Safari della prima generazione, dove non si potevano utilizzare Pokémon per combattere e tutto ruotava attorno alle Pokéball, ai sassi e alle esche. Tolti anche questi due elementi, nella nostra realtà ci sono soltanto le sfere Poké, a cui si aggiunge la nostra (quasi) infallibile mira ed una sana dose di fortuna.

Prima di tutto, per catturare un Pokémon bisogna prima trovarlo: Pokémon GO è progettato in modo che l’applicazione offra incontri casuali in base alla conformità del territorio circostante. È dunque improbabile trovare Pokémon acquatici in città, a meno che non si sia vicini ad un canale o ad un laghetto. La posizione dei Pokémon ci viene mostrata di preciso non appena essi si trovano all’interno del cerchio pulsante sotto il nostro personaggio: prima di questo si può notare talvolta un movimento di foglie intorno al cerchio, oppure si può tenere controllata la distanza di particolari specie grazie al tasto in basso a destra (sapete cosa significano le impronte?).

pokémon-go-guida-cattura-3

Non appena un Pokémon compare sulla mappa, basta toccarlo per far cominciare la lotta. Che abbiate attiva la realtà aumentata o che giochiate senza fotocamera, poco cambia in fin dei conti: il livello del Pokémon, basato sui suoi Punti Lotta (PL), e la sua rarità sono cruciali per definire la difficoltà della cattura. Attorno al Pokémon c’è un cerchio bianco, dentro al quale ne pulserà un altro, verde, giallo o rosso: questa è l’attuale definizione della difficoltà nella cattura, unita alla distanza tra la nostra Pokéball e il Pokémon sullo schermo. Non solo, se i Punti Lotta presentano “???” come valore, ciò significa che il Pokémon è quasi impossibile da catturare e richiederà una quantità enorme di tentativi, risultando in spreco di Pokéball.

Per tentare la cattura dovete semplicemente fare uno swipe dalla Pokéball verso il Pokémon, ma entrano in gioco alcuni fattori:

pokémon-go-guida-cattura-5

  • La potenza del lancio e la direzione sono essenziali, in quanto la Pokéball deve cadere per forza nel cerchio bianco attorno al Pokémon.
  • I cerchi verde, giallo e rosso cambiano di grandezza, quindi bisogna trovare il tempismo giusto per colpire il Pokémon nel momento in cui il cerchio colorato raggiunge la dimensione più piccola, come dicono gli sviluppatori stessi. Nel caso in cui si voglia fare le cose in grande, è comunque possibile catturare un Pokémon quando il cerchio è alla massima apertura, ma in questo caso bisognerà effettuare un lancio ad effetto, con traiettoria curvata. Insomma, solo per veri pro-trainers.
  • Se volete fare le cose in grande, potete utilizzare un tiro curvato, dando dunque alla Pokéball uno spin in una delle due direzioni. Contrariamente ai classici giochi calcistici su smartphone, per effettuare un lancio curvo in Pokémon GO non basta disegnare una traiettoria curvata, bensì occorre tenere il dito sulla Pokéball, per poi farla girare ciclicamente in un senso o in quello opposto. La Pokéball comincia così a ruotare su se stessa e a sprigionare scintille, per poi essere lanciata lievemente verso la sinistra o la destra del Pokémon in base allo spin scelto.
  • Talvolta i Pokémon faranno finte per schivare la Pokéball: nel momento in cui ciò accade, l’HUD di gioco scompare per qualche secondo, quindi nel momento in cui non lo si vede più conviene fermare il lancio, senza sprecare così la Pokéball. Ciò richiede una buona prontezza di riflessi, ma confidiamo nelle vostre abilità.
  • Un punto in comune di Pokémon GO con la Zona Safari citata prima è la possibilità di fuga: se un Pokémon riterrà noioso il combattimento, sarà molto portato a mettere le gambe in spalla e farvi mangiare la sua polvere. Occorre dunque essere rapidi a catturare certi tipi di Pokémon, perché il treno passa una volta sola.
  • La cattura del Pokémon avviene dopo i famosi tre tremolii della Pokéball. Per quanto possa sembrare poetico e nostalgico, toccare continuamente lo schermo durante la cattura NON agevola in alcun modo la buona riuscita. È un po’ come la leggenda del tasto B su Game Boy: appunto, una leggenda.

pokémon-go-guida-alla-cattura-1

Non appena la Pokéball smette di traballare, il Pokémon è finalmente conquistato. La schermata di briefing permette di capire quanta esperienza abbiamo guadagnato: per avere piccoli boost bisogna centrare perfettamente il cerchio (+10XP, +50XP o +100XP in base a quanto il cerchio colorato sia piccolo), effettuare lanci ad effetto (+10XP) e catturare Pokémon mai visti prima (+500XP). Oltre a questo, la cattura ci permette anche di collezionare Polvere di Stella e Caramelle, estremamente utili per potenziare i Pokémon e farli evolvere. I loro Punti Lotta, del resto, sono legati al livello del giocatore nel momento dell’incontro e possono poi essere aumentati grazie a quegli strumenti.

I Pokémon catturati entrano così a far parte della vostra squadra, pronti per essere utilizzati nelle varie Palestre in giro per la città, oppure per fare da bella statuina nella vostra collezione. Per catturarne altri, tuttavia, serve una grande quantità di Pokéball: microtransazioni a parte, non esistono Pokèmon Market in Pokémon GO, quindi sapete come trovarle facilmente nei dintorni?


Questa guida è stata scritta esclusivamente per GameSoul, è quindi vietata la riproduzione di tale guida o parti di essa senza il consenso dell’autore. ©2016 by GameSoul.it. All Rights Reserved. Creative Commons: Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 2.5 Italia Game content and materials copyright ©2015 by Nintendo All rights reserved.

Sta cercando da tempo di trasformare le sue passioni in un vero lavoro. A parte i videogiochi, ciò che sogna è essere regista/sceneggiatore di un film, visto l'amore per fotografia e video-editing. Nel frattempo fa vedere quanto è scarso su Twitch (http://www.twitch.tv/ch_marcellomark).

Lost Password