No Man’s Sky NEXT – Guida al Galileo HUB: Costruire le basi | Guide

No Man’s Sky

PC PS4 Xbox One
Acquista Ora
7.6

Niente male

No Man’s Sky NEXT – Guida al Galileo HUB: Costruire le basi | Guide

E si va a colonizzare!

No Man’s Sky NEXT – Guida al Galileo HUB: Costruire le basi | Guide

Benritrovati con le guide dedicate a No Man’s Sky. Dopo la fondazione di Galileo HUB da parte della community italiana, è finalmente giunto il tanto agognato momento di edificare sul suolo del pianeta capitale. Questa guida nasce dai test effettuati su varie piattaforme dai giocatori di No Man’s Sky Italia, in particolare su PC di fascia alta e PS4 Pro. Sono indicazioni da tenere bene a mente per non rovinare / rovinarsi l’esperienza di gioco su Galileo. Le problematiche, se non vengono seguite queste indicazioni, vanno dai pesanti cali di framerate ai crash del gioco, per questo si consiglia di leggere attentamente e seguire quanto scritto nella guida.

Non è escluso che, grazie ad una futura patch rilasciata da Hello Games, tali problematiche vengano ridotte o addirittura risolte, per questo la guida è valida sia per l’attuale versione del gioco, sia fino ad un’ottimizzazione della gestione delle basi da parte della software house.

Gettare le fondamenta della base

Una volta giunti su Galileo, disponibile su PC (normale e sopravvivenza), PS4 (normale), Xbox One (normale), collocato nel quadrante delta alle coordinate che troverete nella guida apposita, potrete costruire in qualsiasi zona del globo. Per non andare a mescolare troppi stili diversi, è preferibile non utilizzare il legno o, in caso voleste assolutamente farlo, di non creare tali costruzioni vicino alle basi di altri utenti, evitando così l’effetto “baraccopoli”. Sono ammesse anche le basi subacquee, mentre si sconsiglia l’eccessiva manipolazione del terreno.

Creare la base

Una volta identificata una zona in cui volete creare la vostra base, dovrete tenere conto dello spazio che essa andrà ad occupare, in modo da non sovrapporre l’area della base a quella di un altro giocatore.

No Man's Sky NEXT - Guida alle basi su Galileo

Lo schema qui sopra propone una disposizione ottimale degli spazi dedicati alla base in modo tale da evitare i cali di framerate e i crash. Partendo dal computer centrale, posizionate nei punti nord, sud, est e ovest altri 4 computer base a 300 unità di distanza. Se non riuscite a fare il conto preciso delle unità di distanza, vi consigliamo di usare delle piattaforme in legno, di cemento o di metallo che andranno poi rimosse. Ogni piattaforma è lunga 4,5 unità, oltre al fatto che potrete così posizionare i computer perfettamente a croce. Dovrete quindi costruire circa 65 piattaforme o poco più per calcolare la distanza delle 300 unità dal centro.

Edificate solo nell’area a 150 unità di raggio attorno al computer base centrale. Secondo alcuni test da noi effettuati, riempire totalmente l’area edificabile farà andare quasi sicuramente il gioco in crash, indipendentemente dalla piattaforma su cui giocate, così come la potenza del vostro PC. Non edificate attorno ai 4 computer esterni, mantenetevi sempre e solo nel raggio del primo computer base, quello centrale, avrete comunque molto spazio per sfogare la vostra creatività.

Ogni base adiacente a quella di un altro giocatore andrà posizionata in modo che le aree delle safe zone non si intersechino tra loro, ma confinino. Edificare all’interno della safe zone di un altro giocatore significa che il proprietario della base  di quella safe zone potrà editare e/o cancellare la porzione della vostra costruzione posizionata in quella sua area.

Queste non sono regole imposte dai fondatori del progetto Galileo HUB, ma sono delle norme che seguono gli attuali limiti del gioco. Per questa guida è tutto, continuate a seguire i nostri continui sviluppi sul Galileo Hub e le nostre guide di No Man’s Sky!

Questa guida è stata scritta esclusivamente per GameSoul, è quindi vietata la riproduzione di tale guida o parti di essa senza il consenso dell’autore. ©2018 by GameSoul.it. All Rights Reserved. Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 3.0 Italia. Game content and materials are trademarks and copyrights of their respective publisher and its licensors. All rights reserved.

"Un tempo giocavo a Battlefield, finché non mi sono beccata una freccia nel ginocchio..."

Lost Password