News 18 Ott 2021

NIS America, un’anteprima della line-up 2021/22

Nippon Ichi Software, per gli amici NIS, è un publisher che nel tempo si è contraddistinto per un output di titoli estremamente peculiare. La sua serie di punta, Disgaea, lo ha reso famoso nel mondo, ma è grazie al sua crescente impegno nella traduzione ed esportazione di titoli orientali che è riuscito a ritagliarsi una nicchia di mercato.

Per prepararsi all’anno che verrà, NIS America ci ha invitato a dare uno sguardo alla line-up di titoli che usciranno da qui al 2022. I titoli non sono pochi, e non mancano novità interessanti. Vista la mole di informazioni, faremo una breve panoramica generale, concentrandoci poi sui titoli di cui è stato mostrato il gameplay. Chi ben comincia è a metà dell’opera, dicono, per cui iniziamo subito.

Shadow Corridor

Nonostante un 2021 in fase conclusiva, i mesi che ci separano dal fatidico nuovo anno sono ancora un po’. NIS America ha in uscita due titoli dal sapore “invernale”: il primo è The Caligula Effect 2, seguito dell’omonimo JRPG uscito nel 2017; l’altro è Shadow Corridor, un titolo horror inedito in uscita in esclusiva su Switch. Quest’ultimo unisce l’idea del dungeon crawler procedurale ad elementi da horror esplorativo, dando vita ad uno strano, ma interessante connubio. Due titoli perfetti per il mese di ottobre, e che incarnano se vogliamo il “mood” delle pubblicazioni di NIS America.

The Caligula Effect 2, nonostante sia un seguito, risulta davvero interessante. Se da un lato ritorna il concept del mondo virtuale da cui fuggire, con intense battaglie a turni da JRPG, dall’altro ritorna anche Tadashi Satomi, autore di alcuni Persona, al timone della sceneggiatura. Difficile sbagliare per gli amanti del genere.

Monark

NIS America ha però altre carte da giocare, previste per il 2022, con diversi ritorni e qualche titolo che, a dispetto di valori produttivi sicuramente bassi, si fa portatore di idee interessanti. I due titoli di punta del catalogo sono Monark e The Cruel King and the Great Hero, ma non mancano ripescaggi dal passato. Di questi due titoli abbiamo visto due sezioni di gameplay, di qualche minuto. Monark (Switch, PS4/5, PC) è sicuramente quello che ci ha colpito di più, con un concept e delle idee che ricordano tanto Persona 3 di Atlus. Ambientato sia nel mondo reale che in una realtà alternativa, in Monark impersoneremo degli studenti intenti a svelare i misteri della Shin Mikado Academy.

L’esplorazione è molto standard, ma le atmosfere cupe e nebbiose dell’ambientazione danno a Monark quel sapore teen/horror davvero curioso. In questo senso è impossibile non cogliere le similitudini con Persona 3, a partire dalle uniformi dei protagonisti. Nonostante un forte citazionismo e ispirazione, Monark prende subito le distanze per temi e combat system. Nel breve gameplay abbiamo visto come si tratti sì di un JRPG a turni, ma anche di un titolo con una forte anima strategica.

Le mappe degli scontri sono mediamente ampie, permettendoci nel nostro turno di scegliere liberamente il posizionamento dei personaggi. Nell’economia di gioco il posizionamento diventa quindi fondamentale, col movimento e le azioni da pianificare nel proprio turno. Nonostante un aspetto tecnico ancora da rifinire, Monark in questo senso sembra piuttosto profondo e avvincente. Come ogni JRPG che si rispetti ci saranno punti abilità da investire nei personaggi, alcuni dei quali sono ispirati ai sette peccati capitali. Alcuni saranno amici, altri nemici, ma non è ben chiaro come questo si relazioni con i temi e la narrazione principale.

The Cruel King and the Great Hero
The Cruel King and the Great Hero

L’altro titolo, sviluppato internamente da NIS, è The Cruel King and the Great Hero, in arrivo su Switch e PS4. Tra tutti quelli mostrati, questo è quello più originale per direzione artistica e stile grafico. Raccontato come un libro di illustrazioni per bambini, The Cruel King si presenta come una storia fantasy piuttosto tradizionale. Proprio come una fiaba, ci sono principesse e anche un drago, in un mondo 2D che prende vita come un libro pop-up. Piacevolissimo da vedere, anche se il comparto animazioni appare fin troppo semplicistico. Un gioco di ruolo a turni diverso dal solito, che però potrebbe sorprendere grazie all’esperienza di Nippon Ichi nel genere.

A contorno i ripescaggi di cui parlavamo sopra, che arricchiscono l’offerta di NIS per il 2022, riportando sotto i riflettori vecchi titoli come la collection di Prinny Presents, dedicata alla mascotte di Disgaea, o a Crystar, che arriva su Switch con un’edizione definitiva e un action rpg di stampo piuttosto giapponese, e ancora Labyrinth Legend, action/RPG con elementi hack’n’slash, in uscita già a gennaio (il 18, per la precisione). Menzione d’onore per lo strambo ma affascinante Yurukill: The Calumniation Games, che unisce il genere delle visual novel a quello degli shoot’em-up da sala giochi. L’effetto è straniante, ma sapere che dietro la sua storia c’è l’autore di Kakegurui lo rende piuttosto interessante. Kakegurui è un’opera folle e ricca di dinamismo, come si comporterà l’autore alle prese con un videogioco, soprattutto così particolare?

L’autunno e il 2022 di NIS America sono piuttosto ricchi, e vanno a impreziosire il possibile backlog degli appassionati di JRPG. Qualche titolo spicca sugli altri, ma in generale l’offerta di NIS America ci è apparsa piuttosto omogenea e interessante.


[wp-tiles post_type=’post’ posts_per_page=5 orderby=’date’ order=’DESC’]