Techland si espande e diventa publisher

Un salto di qualità per la casa polacca, che sia la mossa giusta?

Techland si espande e diventa publisher

Techland, la casa produttrice dietro a Dead Island e Dying Light, ha annunciato l’apertura di Techland Publishing, una divisione di distribuzione globale con l’obiettivo di rilasciare, ogni anno, due principali titoli multi-piattaforma e quattro titoli digitali.

Paweł Marchewka, CEO della casa polacca, ha spiegato le ragioni dietro questa decisione, e accennato alla loro prima partnership:

Come sviluppatori abbiamo lavorato con grandi nomi tra i publisher in passato, pertanto sappiamo per esperienza diretta cosa rende questo tipo di collaborazioni vantaggiose per entrambe le parti.
Dopo l’eccellente campagna pubblicitaria per Dying Light e Dying Light: The Following condotta dal nostro team, crediamo che sia il momento giusto per usare ciò che abbiamo imparato e aiutare altri sviluppatori. Crediamo in una filosofia di publishing aperta e flessibile, basata sul rispetto nei confronti dei giocatori. Incoraggiamo, e supportiamo finanziariamente gli sviluppatori, investendo in coraggiosi e anti-convenzionali progetti con un grande potenziale di intrattenimento. Il nostro obiettivo è di rilasciare due titoli principali multi-piattaforma, e quattro digitali, ogni anno. Stiamo già sondando il mercato, e presto annunceremo il primo gioco che verrà rilasciato da Techland Publishing.

Come già sappiamo, Techland è al lavoro, come sviluppatore, su due nuovi titoli che verranno rilasciati entro i prossimi due anni. Non ci resta che aspettare l’annuncio ufficiale per scoprire di cosa si tratta, anche se molti sperano in un sequel di Dying Light.

DL-The-Following


Fonte







Dal '95 ad oggi con la testa nei computer, e spesso letteralmente. La mia passione per i videogiochi mi ha fatto passare per ogni console presente e passata (ah... il Commodore con le cassette.... ) senza contare quella per il cinema, la fossetta sul mio divano ne è la prova. In poche parole? Se è tecnologico lo adoro, dal gadget inutile, al radiotelescopio FAST

Lost Password