Magic Soul – Contrastare gli eldrazi

Magic Soul – Contrastare gli eldrazi

…le carte migliori da mettere in sideboard!

Bentornati lettori in un nuovo articolo di Magic Soul, la rubrica di GameSoul che parla di Magic the Gathering. Nell’ultima stagione modern, l’impatto di Giuramento dei Guardiani si è fatto sentire… forse anche un po’ troppo. Dire che gli eldrazi arrivano in top è un eufenismo, visto che sono praticamente ovunque e infestano i tornei in ogni loro versione (e ultimamente ne stanno sbucando di tutti i tipi, come la versione blu-bianca, quella rosso-verde o quella con il trono). Partecipare attualmente a un torneo di una certa importanza senza un mazzo eldrazi, può dare l’idea di essere veramente su Zendikar, nei panni di un povero sopravvissuto, a combattere quei mostri. Ma come la storia dimostra gli eldrazi possono essere sconfitti e, anche se di main deck non siamo messi bene contro questo archetipo, una buona sidata potrebbe ribaltare le sorti dell’incontro. In questo articolo vi parlerò dunque delle carte migliori che i pro-player hanno utilizzato in sideboard per contrastare questi mostri giganti.

Individuare il problema

Le carte che vi elencherò tra poco sono una soluzione o, detta ancora meglio, una risposta a un problema; ma qual è il problema? L’archetipo eldrazi è un mazzo aggressivo che gioca intorno a due punti di forza: il primo è il valore di forza e costituzione delle creature, generalmente medio-alto (4 o più); il secondo è la velocità disarmante con le quali queste creature entrano nel campo di battaglia. Le partenze veloci (cosiddette “a strappo”) del mazzo eldrazi vedono al secondo turno già un 4/4 (L’Illimitato o il Veggente dell’Intreccio di Pensieri) in campo, mentre un altro 4/4 (un Mimic Eldrazi sceso a turno 1), picchia per far danno.
Fatta una panoramica sui punti di forza, proviamo a capire quali sono i punti deboli. Essendo un archetipo estremamente versatile perché gioca molto sulle carte incolori, ogni versione ha i suoi punti deboli, ma andando a pensare delle carte da mettere in sideboard per contrastarli, non ci si può basare su ogni singola versione, altrimenti non basterebbe un secondo mazzo. È necessario quindi non andare a sfruttare i punti deboli, ma contrastare quelli di forza (che sono comuni a tutte le versioni) e quindi andare a danneggiare o il parco creature, oppure la velocità con le quali queste entrano in campo. Visto che la tipologia di mazzo che affronteremo è gioca molto anche e soprattutto sulla velocità, è importante che anche le nostre risposte siano altrettanto rapide.

Rallentare l’aggro

In questa prima sezione vedremo le carte più utilizzate nel modern per rallentare la discesa in campo dei vari eldrazi, oppure ostacolandone l’attacco o l’inflizione di danni.

Ponte Intrappolante (Ensnaring Bridge): utilizzato nelle sideboard degli affinity, torna utile nei mazzi aggressivi che tendono a svuotarsi la mano velocemente, impedendo così ai creaturoni eldrazi di attaccare e lasciando il mazzo senza spiragli di vittoria in quasi tutte le sue versioni. Ovviamente è necessario stare attenti, perché svuotarsi troppo la mano significa anche che le proprie creature non attaccheranno, in quanto il ponte ha effetto su tutte le creature in campo.

Globo del Torpore: ottimo un po’ ovunque (eccetto nei mazzi che sfruttano molto le abilità innescate di entrata in campo) per nullificare completamente carte come Mimic Eldrazi ed evitare di trovarsi una carta in meno quando l’avversario gioca Veggente dell’Intreccio di Pensieri. Utile in particolar modo contro le versioni col blu che abusano di Annegatore di Speranze e Seminacieli Eldrazi. Questa carta ha un solo difetto: costa 3 mana. Il che significa che senza accelerini, pur giocandola al terzo turno, potrebbe già essere troppo tardi.

Apparizione della Retorica: utile a rallentare il mazzo eldrazi, che grazie a Occhio di Ugin e Tempio Eldrazi si può permettere di apparecchiare il campo in pochi turni. Tuttavia questa creatura è facilmente rimovibile, sopratutto dalla versione blu-bianca che gioca i Sentiero dell’Esilio nella lista principale.

Sgretolarsi in Polvere: ottimo per togliere di mezzo Occhio di Ugin e destabilizzare profondamente il mazzo avversario, riducendone drasticamente la velocità. Purtroppo costa 4 mana (tra cui anche uno specifico rosso), quindi per giocarlo al meglio sarebbero necessari degli accelerini, perché al quarto turno, o il mazzo eldrazi si è inchiodato, o sarà molto vicino alla vittoria e lanciare questa magia non farà poi tanto la differenza.

Luna Insanguinata (Blood Moon): trasforma tutte le terre in montagne, privandole di ogni altra abilità. Rallenta molto i mazzi eldrazi perché vanifica totalmente la presenza dei soliti Tempio Eldrazi e Occhio di Ugin.

Mari Infiniti o Reclamato dal Mare (Sea’s Claim): utilizzate principalmente dai mazzi tritoni per contrastare Trono, tornando utili anche contro le varie versioni di eldrazi, che come sempre vanno ad annullare gli effetti di tempio e occhio.

Danneggiare il reparto creature

Qui invece inserirò quelle rimozioni capaci di far fuori velocemente un eldrazi, evitando che questi infligga danno.

Smembrare: buona praticamente ovunque e contro tutto ciò che cammina, questa magia ha la particolarità di rimuovere anche creature indistruttibili. Si rivela utile contro eldrazi perché la costituzione media delle creature del mazzo è 4. Particolarmente apprezzata per la sua capacità di essere lanciata anche con una sola terra in campo.

Colpo di Budella: inserito in sideboard anche nei mazzi eldrazi contro mirror per poter agilmente liberarsi di Mimic Eldrazi in risposta al suo cambio di forza e costituzione. Versatile e utilizzabile un po’ da tutti i mazzi visto che spesso la si userà pagando due punti vita.

Fauce Urlante: ottima rimozione con le zampe che nel giusto mazzo (come ad esempio kiki-chord) sa essere utilissima. Grazie a sinergie che permettono di resuscitarla a basso costo o riprenderla in mano, si potrà riutilizzare il suo effetto numerose volte solo per sfoltire le file avversarie (gli eldrazi più utilizzati non sono né neri, né artefatto) poco alla volta.

Spedire: ottimo nelle versioni di affinity con il bianco, esilia una creatura senza alcun drawback se abbiamo metallurgia (e un mazzo affinity ha sempre metallurgia).

Sentiero dell’Esilio: carta che si gioca solitamente in main deck nei mazzi con il bianco, ho voluto inserirla perché è comunque una rimozione veloce e performante. Con il singolo costo di mana esilia una creatura senza imporre alcun tipo di condizione, ma regalando una terra base al nostro avversario (se giocato nei primi turni, forse dare una terra in più a un mazzo come eldrazi, potrebbe non essere una scelta giusta, quindi è necessario farsi prima due calcoli e capire quanto conviene).

Patto del Massacro (Slaughter Pact): rimozione che si può lanciare a costo 0, salvo poi dover pagare due mana incolori e uno nero durante il proprio prossimo mantenimento per evitare di perdere la partita. È una carta che a me piace veramente tanto e la si trova spesso nelle sideboard di Ad Nauseam.

Le carte di cui vi ho parlato sono state inserite nelle sideboard degli ultimi tornei modern. Ovviamente non sono le uniche efficaci contro gli eldrazi, ma solo le più utilizzate. Anche per questa settimana è tutto, tornate la prossima per trovare un nuovo articolo di Magic Soul!







Gioco a Magic da quando avevo 14 anni, ho iniziato nel lontano 2002 e non ho mai smesso. Oltre al gioco mi sono appassionato molto anche all'ambientazione e alle storie che stanno dietro alle carte, tanto da spingermi a fondare una Wiki su magic e aprire un blog.

Lost Password