The Last of Us Part II consigli guida

The Last of Us Part II

PS4
Acquista Ora
9.8

Superbo

The Last of Us Parte II – I 10 Consigli d’Oro

Sola contro tutti, Ellie dovrà lottare con le unghie e con i denti per sopravvivere

The Last of Us Part II consigli guida

The Last of Us Parte II è stato un vero e proprio plebiscito: applaudito dalla stampa nazionale e internazionale, ha pienamente convinto anche noi, come potete leggere nella recensione. Se ancora non l’avete fatto, potete acquistarlo qui, potrebbe ancora essere disponibile qualche pezzo dell’edizione da collezione
Il nostro tuttavia non è stato un viaggio semplice, anzi, ma affrontarlo nella sua natura più cruda e implacabile ci ha permesso di mettere a fuoco quali sono le priorità in questo lungo viaggio di vendetta dove niente è come sembra davvero. La sopravvivenza di Ellie dipende soprattutto da voi. Ecco dunque 10 utili consigli per uscire vivi da un mondo al collasso.

1 Prendetevi il giusto tempo per esplorare

The Last of Us Parte II si è ingrandito molto rispetto al primo capitolo: significa trovarsi di fronte ad aree nettamente più ampie, ognuna delle quali nasconde qualcosa, da un maggior numero di risorse a un equipaggiamento migliore, a volte nascosti nelle casseforti mentre altre sono soltanto lì, in attesa di essere trovate. Non lasciatevi scoraggiare da un’eventuale porta chiusa e non abbiate fretta di proseguire. Ogni anfratto può nascondere un segreto e sarebbe un peccato non lasciarsi coinvolgere fino in fondo dal lavoro di Naughty Dog.

2 Consumate le risorse quando ne avete troppe

Può sembrare un consiglio scontato, o folle a seconda dei punti di vista, ma Ellie ha un inventario limitato con cui dover fare i conti. Se persino alla difficoltà più elevata ci siamo ritrovati ad aver raggiunto il limite di risorse, consapevoli che ce ne sono meno distribuite lungo tutto il gioco, possiamo immaginare con un livello di sfida più contenuto quanto possa essere più generoso.

Quando vi capiterà di non poter raccogliere uno straccio, una bottiglia o dei materiali di scarto perché siete al massimo trasportabile, controllate l’inventario e valutate se non sia il caso di sfruttarle per creare qualcosa: non è detto che sia necessariamente utile ma non potendo tornare sui vostri passi dopo aver completato una macro area, tanto vale non abbandonare le risorse al loro destino.

3 Non esiste un solo approccio per superare i nemici

Le migliorie apportate al level design e una maggiore libertà di movimento per Ellie hanno reso The Last of Us Parte II un’esperienza molto più variegata in termini di soluzioni possibili per sfuggire ai nemici. Il confronto diretto raramente è la soluzione migliore, a maggior ragione contro gli infetti, ma lo stesso combattimento in sé può essere evitato se sentite di non doverlo (o volerlo) fare.

Per quanto assetata di sangue, l’obiettivo di Ellie è ben preciso e non è necessario renderla una Rambo dei giorni nostri: guardatevi attorno, studiate l’ambiente, sfruttate le abilità a disposizione e la modalità ascolto per farvi un’idea dei dintorni e scegliete l’approccio che ritenete più consono alla situazione. Prendetevi, insomma, il vostro tempo. Non vi corre dietro nessuno.

4 Controllate di essere sempre pronti prima di un combattimento

Capiterà a volte di dover affrontare scontri a viso aperto. Non sono telefonati, è difficile prevedere quando succederà, perciò abbiate sempre un occhio di riguardo per le munizioni e assicuratevi di avere un’arma corpo a corpo con voi: sebbene alcuni infetti possano essere aggrediti a mani nude senza correre rischi, i Clicker rimangono i più comuni e letali in questo senso. Non potete avvicinarli senza avere qualcosa con cui difendervi e il coltellino a serramanico di Ellie non viene considerato in questo senso. Ricordatevene quando li vedrete correre verso di voi.

5 Schiva, schiva, schiva!

Forse l’assoluta benedizione dell’intero gioco, la schivata è l’elemento che avremmo voluto già nel primo capitolo e per il quale siamo stati finalmente accontentati. Sarà il vostro salvavita in numerose occasioni e, se usata con il giusto tempismo, vi permetterà di avvantaggiarvi su qualunque avversario, dagli umani agli infetti di qualunque categoria. Potreste persino affrontare un intero scontro con runner e stalker a mani nude, se non volete sprecare proiettili, ma assicuratevi sempre di avere le spalle coperte o non essere soverchiati: i nemici non sono certo lì ad aspettare il loro turno prima di colpirvi.

The Last Of Us II

6 Chi è senza peccato scagli il primo mattone

Se pensate che mattoni e bottiglie vuote servano solo come distrazione, è arrivato il momento di ricredervi: in The Last of Us Parte II avete la possibilità di utilizzarli anche in combattimento per stordire i nemici al volo, sfruttando il lancio rapido, e assestare loro un colpo letale. Questo vale anche nelle fasi stealth ma è sicuramente più consigliato negli scontri concitati, a maggior ragione contro i Clicker: se riuscirete a stordirli, potrete eliminarli in un colpo anche senza avere con voi un’arma corpo a corpo. Ma attenzione perché potete portare con voi uno solo di questi oggetti alla volta, utilizzatelo con criterio.

7 Il coltello è il vostro miglior amico

Il vantaggio assoluto di Ellie è proprio il suo coltello a serramanico. Laddove con Joel, nel primo capitolo, eravate costretti a costruire di volta in volta coltelli pronti a spezzarsi al primo utilizzo su un nemico ignaro, la nostra giovane protagonista può sfruttare il proprio a piacimento senza timore che si rompa: questo si rivela particolarmente utile contro i Clicker, che possono essere sorpresi alle spalle ed eliminati in un unico colpo finché restano inconsapevoli della vostra presenza. Ricordatevene quando dovete pianificare un assalto silenzioso.

8 A ognuno le sue abilità

The Last of Us Parte II mette a disposizione due personaggi giocabili, Ellie e un altro di cui non vi riveleremo l’identità. Ciascuno ha i propri rami di abilità, alcuni già sbloccati e altri ottenibili leggendo i relativi manuali di addestramento che troverete sparsi per il mondo di gioco.

Non abbiate fretta di sbloccare tutto e subito (per quello esiste il Nuovo Gioco+), concentratevi piuttosto su quale abilità sia affine al vostro stile di gioco e regolatevi di conseguenza: potreste dover scendere a compromessi per arrivare a quella che vi interessa ma scoprirete, una volta ottenuta, quanto ne sia valsa la pena. Per apprendere un’abilità occorre consumare gli integratori, dunque ci riallacciamo al primo consiglio e vi ricordiamo di esplorare a fondo ogni area per essere sicuri di non dimenticare nulla indietro.

The Last of Us Part II

9 Lasciate il lavoro sporco anche al partner

In alcune sezioni sarete accompagnati da un personaggio controllato dall’intelligenza artificiale, che per la maggior parte del tempo si impegna a non farsi scoprire durante le fasi stealth ma è anche in grado di adattarsi al vostro stile e aiutarvi a eliminare i nemici in silenzio (ne parleremo nel prossimo consiglio). Quando le cose iniziano a farsi più calde, ad esempio negli scontri aperti, è sempre una buona idea lasciare parte del lavoro a lui che, oltre ad avere un’ottima mira, può anche bloccare temporaneamente i nemici per consentirvi di mettere a segno un attacco letale. Sfruttate al meglio questa nuova intelligenza artificiale, altrimenti cos’è lì a fare?

10 Personalizzate la vostra partita come preferite

La bellezza di The Last of Us Parte II risiede anche nella grande quantità di opzioni per personalizzare la vostra partita. Accessibilità è stata la parola chiave attorno alla quale si sono concentrati gli sviluppatori e gli sforzi danni i loro frutti con un livello di personalizzazione che conta ben sessanta opzioni: da quelle specifiche per persone con specifiche disabilità, ad esempio ipovedenti, ad altre pensate per approfondire la difficoltà senza limitarlo alla scelta della modalità di per sé.

Ad esempio, dopo aver selezionato “Sopravvissuto” tutte le altre opzioni si adatteranno di conseguenza ma voi potete andare a ritoccarle per decidere il vostro tasso di sfida. Potreste voler mantenere la complessità degli enigmi al massimo ma migliorare l’interazione del vostro partner, che tenderà a essere passivo alle massime difficoltà, oppure attenuare la ferocia dell’intelligenza artificiale nemica. Dipende tutto da voi, dall’uso che volete fare di un’accessibilità che Naughty Dog affida totalmente alle vostre mani.


Questa guida è stata scritta esclusivamente per GameSoul, è quindi vietata la riproduzione di tale guida o parti di essa senza il consenso dell’autore. ©2019 by GameSoul.it. All Rights Reserved. Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 3.0 Italia. Game content and materials are trademarks and copyrights of their respective publisher and its licensors. All rights reserved.


Cresciuta negli anni ’90 con un Game Boy e un Nintendo 64, è poi diventata ancora bambina un’adepta Sony a tempo pieno, ma appena può si dedica anche ad altre console. Da Metal Gear ha imparato l’approccio stealth, che applica anche alla vita reale riducendo al minimo la sua socialità; quando non è impegnata a nascondersi in una scatola di cartone e pretendere di passare inosservata, però, chiacchiera volentieri di qualsiasi cosa. Videogiochi in testa, ovviamente. E quando non parla, scrive o gioca, legge principalmente romanzi gialli.

Lost Password