The Last of Us Part II: un trailer per l’annuncio ufficiale

The Last of Us Part II

PS4
Acquista Ora

The Last of Us Part II: un trailer per l’annuncio ufficiale

L'annuncio che tutti aspettavano

The Last of Us Part II: un trailer per l’annuncio ufficiale

È difficile contenere l’entusiasmo di fronte a una notizia del genere. È veramente difficile non farsi prendere da quella morsa che stringe lo stomaco nel vedere ufficialmente confermati quei rumors che ci hanno accompagnato per anni e chi vi scrive vi assicura che le mani stanno tremando sulla tastiera: The Last of Us Part II è realtà. Pensavamo di aver visto tutto da parte di Naughty Dog, che già all’inizio di questa conferenza aveva monopolizzato l’attenzione grazie all’annuncio di The Lost Legacy, il DLC single player per Uncharted 4 che vedrà come protagonista Chloe Frazer, e il ritorno dell’attesissimo Crash Bandicoot.

Ma con quest’ultimo annuncio ha superato se stessa. Perché The Last of Us ha lasciato molto, troppo, nella memoria e nel cuore per non far desiderare ai fan il proseguo di un’avventura che, lo riconosciamo, poteva chiudersi perfettamente com’era – con i ponti tagliati alle spalle e la prospettiva di un futuro incerto per Joel ed Ellie, nonché per l’umanità sopravvissuta. Un finale aperto ma non troppo, che trova dopo tre anni il suo seguito nel trailer con cui Naughty Dog annuncia al mondo che sì, The Last of Us esisterà ancora, che il viaggio non è ancora concluso; che qualcuno dovrà pagare per quanto fatto.

Ma cosa, di preciso, è successo? Dimostrando una cura per i dettagli come sempre stupefacente, Naughty Dog ci mostra nel trailer una Ellie diversa dalla ragazzina che abbiamo lasciato, determinata sì eppure al tempo stesso assetata di una vendetta che ancora sfugge alla nostra comprensione; la vediamo circondata dai cadaveri di quelli che a prima vista sembrano soldati delle Luci, il gruppo che voleva fare di lei la martire per la salvezza della razza umana, mentre suona la chitarra cantando una canzone.

A lei si unisce poco dopo Joel e quando interrogata su cosa stia facendo, se sia davvero sicura di voler andare fino in fondo, Ellie risponde con rabbia “I’m gonna find and I’m gonna kill every last one of them”. Una risposta che lascia solo altre domande. E la voglia di avere presto il titolo sulle nostre PlayStation.


Cresciuta negli anni ’90 con un Game Boy e un Nintendo 64, è poi diventata ancora bambina un’adepta Sony a tempo pieno, ma appena può si dedica anche ad altre console. Da Metal Gear ha imparato l’approccio stealth, che applica anche alla vita reale riducendo al minimo la sua socialità; quando non è impegnata a nascondersi in una scatola di cartone e pretendere di passare inosservata, però, chiacchiera volentieri di qualsiasi cosa. Videogiochi in testa, ovviamente. E quando non parla, scrive o gioca, legge principalmente romanzi gialli.

Lost Password