Super Smash Bros. Ultimate, nuovi personaggi e DLC potrebbero subire ritardi a causa del Coronavirus

Super Smash Bros. Ultimate

Miglior Gioco Switch - GameSoul Awards 2018
Switch
Acquista Ora
9.3

Superbo

Super Smash Bros. Ultimate, nuovi personaggi e DLC potrebbero subire ritardi a causa del Coronavirus

Anche il picchiaduro Nintendo subisce il contraccolpo della pandemia

Super Smash Bros. Ultimate, nuovi personaggi e DLC potrebbero subire ritardi a causa del Coronavirus

Sull’ultimo numero di Famitsu, il director di Super Smash Bros. Ultimate Masahiro Sakurai affronta l’argomento del Coronavirus: l’attuale pandemia ha colpito pressoché ogni settore e dopo una serie di rinvii o cancellazioni sia dal punto di vista fieristico sia della distribuzione di giochi (il più attuale riguarda Final Fantasy VII Remake e un possibile ritardo nella consegna delle copie fisiche), anche i lavori in casa Nintendo subiscono il contraccolpo.

Sembra infatti che Sakurai abbia confermato esserci un nuovo DLC da presentare per Super Smash Bros. Ultimate, assieme a un nuovo combattente che sarebbe dovuto essere il risultato di un’altra interessante collaborazione crossover – sebbene quest’ultimo aspetto non sia stato confermato.

A essere certo è tuttavia il posticipo di questi contenuti a data da definire, perché i lavori su Super Smash Bros. Ultimate stanno subendo dei ritardi e il possibile contagio da Coronavirus spinge a un approccio molto più cauto nello sviluppo. Questo ovviamente crea un effetto a catena tale per cui non sarà solo il contenuto in oggetto a essere posticipato ma anche una serie di ulteriori aggiunte previste per il futuro.

A proposito di personaggi giocabili, sapevate che i fan giapponesi chiedono a gran voce l’introduzione di Sora nel roster? La risposta di Disney, però, è stato categorica.

Vi ricordiamo che la situazione di emergenza dovuta al Coronavirus coinvolge anche i negozi GameStopZing Italia: per ulteriori dettagli a riguardo vi rimandiamo a questo link.

Fonte


Cresciuta negli anni ’90 con un Game Boy e un Nintendo 64, è poi diventata ancora bambina un’adepta Sony a tempo pieno, ma appena può si dedica anche ad altre console. Da Metal Gear ha imparato l’approccio stealth, che applica anche alla vita reale riducendo al minimo la sua socialità; quando non è impegnata a nascondersi in una scatola di cartone e pretendere di passare inosservata, però, chiacchiera volentieri di qualsiasi cosa. Videogiochi in testa, ovviamente. E quando non parla, scrive o gioca, legge principalmente romanzi gialli.

Lost Password