Editoriale 19 Mar 2021

Square Enix Presents, poche aspettative, tanta sostanza

Ci siamo ormai abituati all’idea delle conferenze digitali, che da un anno a questa parte hanno riempito le nostre giornate di hype misto ad aspettative disattese. La comunicazione videoludica si è dovuta riadattare a questo delicato momento storico, ma non senza qualche inciampo. Queste conferenze hanno visto differenti tipi di approccio, qualcuno più riuscito di altri. Ieri è toccato allo Square Enix Presents del ben noto publisher nipponico (a questo link potete trovare tutti gli annunci dell’evento).

Ne abbiamo parlato a più riprese sul nostro sito, con un articolo dedicato alle aspettative dei giocatori. Non sempre è “colpa nostra” però, e le aspettative disattese sono anche frutto di scelte discutibili o di conferenze strutturate male, che mostrano il fianco a qualche critica. Vi ho detto la mia nell’articolo dedicato al più recente Nintendo Direct, ma il 2020 ci ha regalato parentesi di gran lunga più dimenticabili.

Non stupisce quindi che anche Square Enix si sia buttata nella mischia, con una batteria di titoli sicuramente promettente. Dopo aver svelato Final Fantasy VII Remake Intergrade, il publisher giapponese aveva annunciato uno Square Enix Presents primaverile, tutto dedicato ai titoli del 2021 e al grande ritorno di Life is Strange. Insomma, ha messo le mani avanti: “vi mostreremo questo”. Lo ha fatto davvero? Sì, ma anche con qualcosa di più.

Outriders data

Tra i titoli che già conoscevamo, grande importanza in questo Square Enix Presents è stata data ad Outriders e a Marvel’s Avengers. Il primo, in arrivo il 1 Aprile (anche su GamePass!), è stato snocciolato con un trailer piuttosto corposo che ne spiegava le meccaniche e le peculiarità. Un titolo cooperativo, che si inserisce in quel genere chiamato “looter shooter”. Grande importanza all’equipaggiamento e al miglioramento del proprio personaggio, con un focus però sulle abilità e sulla personalizzazione della propria classe.

Distruttore, Piromante, Tecnomante e Mistificatore, ognuna delle quali con le sue peculiarità. Il modo in cui evolverete il vostro personaggio e la sua specializzazione sta a voi, con variazioni interessanti che lo rendono più vicino ad un gioco di ruolo che ad uno sparatutto duro e crudo. Non chiamatelo game as a service poi, Outriders non lo è ed anzi vuole offrire una storia ben strutturata e tante ore di gioco insieme ad il vostro team. Menomale, anche perché in quella nicchia non è che gli sia andata proprio bene a Square Enix.

Ecco, parliamo dell’elefante nella stanza: Marvel’s Avengers. Un titolo chiacchierato, discusso, che ha sofferto di prepotenti problemi al lancio e dopo. Sono passati circa 6 mesi dal lancio, e il futuro del titolo non sembrava proprio roseo. Tanti problemi da sistemare e una roadmap di contenuti che semplicemente latitava. Square Enix però ha colto l’occasione per metterci una pezza, con la stessa enfasi con cui Hulk tira i pugni.

Marvel's Avengers Black Panther

Per fortuna aggiungerei, visto che l’intenzione di voler sistemare e investire ulteriori sforzi nel progetto è sintomo di una certa volontà di redimersi. Ma anche di voler offrire cose nuove ai giocatori che lo hanno supportato. Via di patch next gen, ma anche di una roadmap di nuovi contenuti che inizierà con l’arrivo di Hawkeye. Sorpresina finale con un’espansione dedicata a Black Panther, in arrivo a fine 2021. Insomma, non si può dire che non ci stiano provando.

Da qui in poi c’è stato un po’ di inaspettato degenero, con un’ulteriore enfasi al mercato mobile in cui il publisher sembra non voler smettere di investire. Avranno le loro buone ragioni, con quella più importante che inizia per s e finisce per i. La qualità però non manca: un nuovo Just Cause e uno spin off di Hitman, insieme a nuove e stravaganti esperienze mobile frutto di una collaborazione con Taito.

Menzione d’onore per Lara Croft, che oltre a ricordarci quanto siamo vecchi, compie ben 25 anni. La nostra archeologa ed esploratrice di tombe preferita è ancora una donna con tanto da dire, e un mancato annuncio di un nuovo titolo un po’ l’amaro in bocca te lo lascia. La collection della nuova trilogia (disponibile ora!) non basta, e anzi non penso sia presuntuoso dire che non se ne sentiva la necessità. Ci saremmo ancotentati di un piccolo teaser, ma anche una semplice scritta su sfondo nero con “Lara Croft tornerà”, come ci hanno abituati alcuni cinecomic recenti. Evidentemente i tempi non sono ancora maturi, e infatti non si può dire che tale mancanza possa in qualche modo scalfire l’ottimo Square Enix Presents.

Diretta, semplice e con un’accattivante presentazione visiva. Ma soprattutto: aspettative sotto controllo, visto che sapevamo esattamente cosa avremmo visto. Uno su tutti Life is Strange: True Colors, una sorpresa piacevolissima e tanto agognata. Il nuovo titolo della serie sviluppato da Deck Nine, il piccolo studio che ha dato vita a Chloe in Before the Storm. Una nuova protagonista e un nuovo potere, con un feeling estremamente più vicino all’avventura di Max che a quella dei fratelli Diaz. Davvero bellissimo, anche tecnicamente.

Ma dove il cuore ha davvero sobbalzato è stato con l’annuncio della Life is Strange Remastered Collection, che ci farà rivivere le avventure di Max e Chloe con una nuova veste grafica e nuove animazioni facciali. Tutto quest’anno, a 2021 inoltrato. Brava Square Enix, che non solo ci dà quello che vogliamo ma aggiunge anche una deliziosa, fresca ciliegina sulla proverbiale torta.

Square Enix Presents articolo

E poi, ci offre anche il bis, con una piccola fetta di cheescake al cioccolato: Project Athia, che diventa ufficialmente Forspoken. Ci svela la sua protagonista, Frey, e nuove scene in game mozzafiato. Ne riparleremo in separata sede, ma l’arrivo segnato per il 2022 su PS5 e PC fa ben sperare sullo stato del progetto.

Square Enix Presents nell’arco di una quarantina di minuti ha confezionato una dignitosissima conferenza, ricca di ritorni dovuti ma anche di belle sorprese. Non ha ceduto al gioco delle aspettative, mettendo fin da subito dei paletti ben chiari. Eppure, nonostante questa scelta ben precisa, non sono mancate sorprese inaspettate. Ha dimostrato con una certa onestà intellettuale che si possono ancora sorprendere i giocatori, senza necessariamente fare leva su aspettative irrealizzabili.

Life is Strange True Colors è già prenotabile online e in negozio su GameStopZing Italia!


[wp-tiles post_type=’post’ posts_per_page=5 orderby=’date’ order=’DESC’]