Capcom, Yoshinori Ono lascerà la compagnia in estate

Lo storico producer e responsabile della serie Street Fighter dà le dimissioni

Capcom, Yoshinori Ono lascerà la compagnia in estate

È un fulmine a ciel sereno la notizia che Yoshinori Ono, responsabile in particolare della serie Street Fighter e della gestione dell’ambito competitivo dei picchiaduro ma non solo, lascerà Capcom e dunque il suo ruolo di producer.

Attraverso un lungo messaggio rivolto a giocatori e fan, Ono ha spiegato che il 2020 è stato un anno molto particolare, dovuto anche alla pandemia. Dopo aver menzionato il Capcom Pro Tour, che nonostante le numerose discussioni interne si terrà anche quest’anno pur se in una forma diversa, Ono mette in chiaro che abbandonerà Capcom.

“Sono stato legato a Street Fighter per molto tempo, attraversando bei momenti, altri brutti e alcuni praticamente inesistenti. Il mio cuore è colmo di apprezzamento per quei giocatori che ci hanno sempre dato grande supporto, specialmente quando, negli ultimi anni, il brand Street Fighter è tornato alla vivacità originale.”

“Ora, dopo essere stato quasi trent’anni in Capcom, lascerò la compagnia questa estate. Questo significa che mi dimetto dalla mia posizione come brand manager per vari titoli di Capcom incluso Street Fighter. Altri membri di Capcom continueranno a prendersi cura del brand guidando i World Warriors e sono convinto che continueranno a rendere Street Fighter straordinario. Non vedo l’ora di vedere come verrà fatto evolvere, questa volta dal punto di vista del giocatore”.

“Ho cercato di contattare coloro con cui ho lavorato nel passato per avvertirli delle mie dimissioni ma non è facile riuscire a raggiungere tutti quelli con cui ho avuto a che fare in quasi tre decenni di carriera, dunque chiedo scusa nel caso non vi sia riuscito. Quando ce ne sarà l’opportunità, vorrei estendere i miei saluti più calorosi e il mio apprezzamento verso chiunque con cui ho avuto la possibilità di lavorare.”

Infine, Ono non manca di rivolgere un commosso saluto alla community e ai colleghi. “Di nuovo, a tutti i giocatori, all’FGC e lo staff operativo e a tutti i fan di Street Fighter: grazie tantissimo per il vostro continuo supporto. Mi dispiace, come executive producer della serie Street Fighter, non essere in grado di fare uno Shoryuken insieme a tutti voi in ogni evento del 2020, dunque permettetemi di gridarlo come saluto finale in questo messaggio per voi: 3, 2, 1, SHORYUKEN!”


Cresciuta negli anni ’90 con un Game Boy e un Nintendo 64, è poi diventata ancora bambina un’adepta Sony a tempo pieno, ma appena può si dedica anche ad altre console. Da Metal Gear ha imparato l’approccio stealth, che applica anche alla vita reale riducendo al minimo la sua socialità; quando non è impegnata a nascondersi in una scatola di cartone e pretendere di passare inosservata, però, chiacchiera volentieri di qualsiasi cosa. Videogiochi in testa, ovviamente. E quando non parla, scrive o gioca, legge principalmente romanzi gialli.

Lost Password