Chris Avellone elogia il lavoro dei colleghi per Star Wars Jedi: Fallen Order

Star Wars Jedi: Fallen Order

PC PS4 Xbox One
Acquista Ora

Chris Avellone elogia il lavoro dei colleghi per Star Wars Jedi: Fallen Order

I lavori sul gioco sono stati piacevoli

Chris Avellone elogia il lavoro dei colleghi per Star Wars Jedi: Fallen Order

Star Wars Jedi: Fallen Order è stato protagonista di diverse notizie nei giorni scorsi, e tra i numerosi dettagli emersi c’era anche il ruolo di Chris Avellone nella parte narrativa del gioco.

Per chi non lo sapesse Avellone è un veterano dell’industria che ha lavorato alle storie di numerosi titoli, tra cui anche il prossimo gioco di Ken Levine, autore di Bioshock.

Durante una recente intervista Avellone ha voluto elogiare i colleghi per il lavoro su Star Wars Jedi: Fallen Order:

È stato davvero bello lavorare con Respawn. Il direttore del progetto è Stig Asmussen di God Of War 3, non ho mai incontrato o avuto modo di lavorare con Stig, tuttavia ha una solida visione degli eventi e, ancora più importante, l’abilità di comunicarla. Ha tracciato una strada piuttosto chiara per il progetto.

Avevo invece familiarità con il loro lead narrative designer Aaron Contreras. È stato anche uno degli elementi chiave di Mafia 3, e ho sempre voluto lavorare con lui, e questa è stata finalmente l’occasione per farlo. Lavorare con entrambi è stato assolutamente fantastico.

Anche Lucasfilm è stata grandiosa con Fallen Order. Ci hanno sempre dato note e motivazioni per cui volevano dei cambiamenti. È stato molto importante perché ci ha risparmiato tantissimo tempo a rispondere a possibile doamnde future, per cui sapevamo già se qualcosa non poteva essere fatto perché ci avevano già spiegato il motivo in anticipo.

Insomma per Avellone lo sviluppo di Star Wars Jedi: Fallen Order è stato piuttosto stimolante e piacevole, e non vediamo l’ora di scoprire se anche il gioco finale riuscirà a soddisfare le aspettative dei fan.


Fonte

Il suo sogno è vedere un giorno la fine delle console war e tornare ai tempi in cui si giocava per divertirsi, non per contare i pixel o i frame. Nel profondo è consapevole che si tratta di un'utopia, ma nel frattempo lui si gode tutte le piattaforme disponibili sul mercato senza rinunciare a nulla, alla faccia dei fanboy. Ha una ossessione al limite del maniacale per Batman, Star Wars e il collezionismo di statue e Collector's Edition di videogiochi, tanto che la madre ancora si chiede perché semplicemente non si droghi come tutti i ragazzi della sua età... di sicuro spendeva di meno.

Lost Password