fbpx

Michael Pachter: “Sony e Microsoft non aspetteranno il 2021 per le nuove console”

Parola all'analista

Michael Pachter: “Sony e Microsoft non aspetteranno il 2021 per le nuove console”

Michael Pachter, uno degli analisti più famosi del settore, intervistato da GamingBolt ha voluto dire la sua sull’uscita delle nuove console di Sony e Microsoft.

Sebbene in molti siano convinti che il 2020 sia l’anno giusto per l’arrivo della nuova generazione nelle ultime settimane alcune voci avevano suggerito un rinvio al 2021 nel caso le attuali piattaforme continuassero a vendere bene come quest’anno. Patcher tuttavia non concorda con questa ipotesi e ha spiegato:

Penso che sarà più interessante quello che succederà alle console old-gen. Microsoft ha storicamente ridotto la produzione della sua console precedente poco prima di lanciarne una nuova, mentre Sony ha fatto l’opposto mantendo la vecchia in produzione per un po’, perfino tre anni. Penso Sony abbia una visione diversa del mondo. Pensano di poter vendere ancora 20-30 milioni di console in Africa, Asia, America Latina e altre parti in via di sviluppo dell’Europa. Credo quindi manterranno la PS4 in vita ad un prezzo di 149 dollari o giù di lì per i prossimi anni.

Microsoft invece tende a pensare che la Xbox Two, o qualunque sarà il suo nome, sarà potentissima e vorranno vendere a tutti una di quelle, non più Xbox One. Sarà interessante da vedere ma no, non penso saranno rinviate al 2021. Microsoft non sta facendo abbastanza bene con Xbox One da rimandare il lancio della prossima, e se Sony dovesse fare l’errore di aspettare fino al 2021 Microsoft avrà un vantaggio, e si ripeterebbe ciò che successe con Xbox 360 dove Microsoft ebbe il vantaggio di lanciare per prima. Stavolta, Sony non lascerà che abbiano quel vantaggio.

Insomma, il 2020 continua ad essere la data più probabile. Vedremo se sarà davvero così e soprattutto verranno confermati i quattro modelli di Xbox One e la retrocompatibilità di entrambe le console.


Fonte

Il suo sogno è vedere un giorno la fine delle console war e tornare ai tempi in cui si giocava per divertirsi, non per contare i pixel o i frame. Nel profondo è consapevole che si tratta di un'utopia, ma nel frattempo lui si gode tutte le piattaforme disponibili sul mercato senza rinunciare a nulla, alla faccia dei fanboy. Ha una ossessione al limite del maniacale per Batman, Star Wars e il collezionismo di statue e Collector's Edition di videogiochi, tanto che la madre ancora si chiede perché semplicemente non si droghi come tutti i ragazzi della sua età... di sicuro spendeva di meno.

Lost Password