Dark Souls Remastered – I 10 Consigli d’Oro | Guida

Dark Souls: Remastered

PC PS4 Switch Xbox One
Acquista Ora
8

Imperdibile

Dark Souls Remastered – I 10 Consigli d’Oro | Guida

Morire ogni giorno di meno

Dark Souls Remastered – I 10 Consigli d’Oro | Guida

Dark Souls Remastered è arrivato sui nostri schermi per portarci una nuova ondata di morte e cadute mortali ad una nuova risoluzione ed ai fantastici 60 frame per secondo. E’ bello, brutto? Leggete la nostra recensione per scoprirlo. Ma soprattutto restate in questo articolo per capire come avere più chance di sopravvivere nella giungla di Lordran. Come? Avete troppa paura di avanzare e siete morti al primo falò? Tranquilli, è solo l’inizio!

Con i nostri 10 consigli d’oro avrete più consapevolezza di ciò che vi circonda e riuscirete a fare progressi più consistenti, non temete!


consigli_1

La classe non è acqua
La vostra classe di partenza non ha un grosso peso nell’avventura, quindi non preoccupatevi: dopo 6-8 ore di gioco le classi iniziano a mischiarsi, a seconda del gusto e dallo stile di gioco del giocatore. Per i neofiti è sempre meglio iniziare con un Guerriero, che ha le statistiche più equilibrate. Scegliere un Piromante vi permette ad esempio di allocare le statistiche fin dall’inizio grazie al suo livello di partenza inferiore, ma sono gusti.


consigli_1

La mia umanità!
L’umanità è un bene prezioso, perché vi permette sia di ravvivare la fiamma ai falò, ottenendo più fiaschette estus che di evocare “phantoms” degli NPC parte della storia che dei giocatori, tramite i segni d’evocazione sul pavimento. Conservatele quindi e utilizzatele prima di un boss o di un passaggio particolarmente ostico, magari evocando un giocatore disposto ad aiutarvi.


consigli_1

Scala, scala, scale
Le scale: Dark Souls ne è pieno, ma sapevate che potete scenderle velocemente tenendo premuto Cerchio (PS4) o B (Xbox One)? Ora lo sapete.


consigli_1

Sembra un drago ma non è!
Una volta superato il Demone Toro e raggiunto un nuovo livello del borgo dei non morti, raggiungerete un lunghissimo ponte con una gigantesca viverna che si staglia al suo limite. Sì, sputa fuoco e può uccidervi con estrema facilità, ma siete abbastanza bravi da proteggervi con il muro del ponte. La cosa importante è che, con un arco e circa 100 frecce (non si sa mai) potrete ottenere una delle armi iniziali migliori del gioco: mirate alla coda fino a che non riuscirete a staccargliela, ottenendo l’arma automaticamente.


consigli_1

Maledizione!
La maledizione è una brutta bestia, soprattutto quando incontrerete i basilischi nelle profondità. Se incontrerete quel fato orribile, potete acquistare la cura nella torre della campana al Borgo dei non morti, quella subito dopo i due temibili Gargoyle, per la modica cifra di 3000 anime.

In realtà c’è anche lei, sotto al ponte dal Santuario del legame del fuoco, ma costa 6000 anime!


consigli_1

impara i parry
In Dark Souls ci sono un paio di metodi per avere la meglio facilmente sui nemici e tirare ceffoni madornali: parare è una di queste tecniche, e richiede solamente un po’ di pratica. Prima che l’attacco nemico arrivi su di voi, premete il trigger inferiore sinistro (L2 su Playstation 4) per pararlo e aprire una finestra nel nemico per un contrattacco fortissimo. Richiede un po’ di pratica imparare il tempismo, quindi vi consigliamo di esercitarvi al Borgo dei non morti.

 


consigli_1

impara i backstab
Sono come i parry, ma da dietro. Prevedono semplicemente di colpire un nemico alle spalle con un attacco normale, attivando un’animazione unica che infliggerà ingenti danni. Agganciate il nemico e muovetevi lentamente intorno a lui, una volta alle spalle premete il tasto e, se il tempismo è giusto, infliggerete un super attacco. Fate pratica!


consigli_1

Scudo alzato, culo parato
Dark Souls è un gioco lento, più di quanto possa apparire da fuori, tenere lo scudo alzato anche quando si esplora e si è incerti sul percorso può essere un’ottima mossa, perché non saprete mai cosa vi aspetta dietro l’angolo


consigli_1

Colpite gli scrigni prima di aprirli…
“Chissà cosa contiene quello scrig-GNAM!” e bom, siete belli che morti: in Dark Souls troverete dei nemici chiamati Mimic che sono letteralmente degli scrigni e non aspettano altro che li apriate, per questo durante la vostra avventura è buona pratica colpirli come si deve per “tastare il terreno”, prima che sia un Mimic a testare voi.


consigli_1

Solaire era un merdone
Incontrerete questo fedele lord del Sole sul ponte dove vi aspetta la viverna rossa gigante, percorretelo a ritroso e lo troverete affacciato alla balconata mentre… loda il Sole. Parlategli finché non vi chiederà cose, rispondete sì e avrete ottenuto la possibilità di evocarlo (in forma umana) prima di importanti e ostiche boss fight. Non è sempre utilissimo, ma crea ottimi diversivi per permettervi di agire indisturbati.

Dark Souls remastered recensione


Questa guida è stata scritta esclusivamente per GameSoul, è quindi vietata la riproduzione di tale guida o parti di essa senza il consenso dell’autore. ©2018 by GameSoul.it. All Rights Reserved. Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 3.0 Italia. Game content and materials are trademarks and copyrights of their respective publisher and its licensors. All rights reserved.

Inizia la sua carriera videoludica con un Game Boy e una cartuccia di Wario Land. Da allora non ha più smesso, e continua a perdere decimi all'occhio destro giocando a The Legend of Zelda e a qualsiasi titolo stuzzichi il suo (finissimo, a detta di molti) palato da videogiocatore. Quando non gioca si dedica al perfezionamento della sua imitazione di Joe Bastianich, senza disdegnare la compagnia di un buon film.

Lost Password

Sign Up