Xbox Series X – Tutto quello che c’è da sapere

Xbox Series X

Xbox Series X
Acquista Ora

Xbox Series X – Tutto quello che c’è da sapere

Power Your Dreams

Xbox Series X – Tutto quello che c’è da sapere

La tanto chiacchierata Project Scarlett si rivela al mondo, e lo fa proprio nel corso dei The Game Awards 2019. Un annuncio un po’ a sorpresa, visto che noi di GameSoul avremmo scommesso su un evento dedicato che attirasse maggiormente le attenzioni degli addetti ai lavori e dei fan di mezzo mondo.

Poco male, l’annuncio ha comunque colpito nel segno scaturendo tutte le curiosità del caso, come giusto che sia d’altro canto. Cerchiamo di partire per gradi: nel nostro articolo andremo a mettere in ordine tutti i pezzi del puzzle per capire cosa dovremmo aspettarci a Natale del 2020.

Ci teniamo a precisare che l’articolo che leggerete si basa semplicemente su tutte le informazioni di cui siamo in possesso o contestualizzando dei semplici rumor: ma non preoccupatevi, avremo tanto tempo per parlarvi della console in modo più approfondito.

Nome e design

È la notizia del momento, quella che sta rimbalzando in ogni angolo del globo, soprattutto dalle parti degli appassionati Xbox. Ebbene sì, il nome ufficiale della Next-Gen di Redmond è Xbox Series X, che così, di primo acchito, potrebbe non risultare accattivante. Ma dietro questa scelta c’è un motivo, così come lo stesso Phil Spencer ha spiegato dettagliatamente ai colleghi di GameSpot, ovvero “una perfetta unificazione di tutto ciò che Xbox rappresenta”.

In sostanza Microsoft ha pensato di racchiudere tutto il suo “universo” in un semplice nome, che trasmettesse qualcosa di forte ma allo stesso tempo molto semplice. Infatti specifica: “quando chiedi a una persona dove stai giocando, lui ti risponde Xbox”.

Xbox Series X

Come testimoniano le decine di meme che stanno spopolando in queste ore, un altro aspetto che non è passato inosservato è sicuramente il design, un parallelepipedo che ricorda molto quello di un PC Mini-Tower, soprattutto nella sua prospettiva verticale (o anche un frigorifero ndr.).

Ovviamente anche Xbox Series X potrà essere posizionata in orizzontale o in verticale a seconda delle proprie esigenze. L’aspetto così simile a un PC dovrebbe gestire al meglio i livelli di surriscaldamento della CPU e della scheda video, ma questo lo scopriremo quando avremo la console nelle nostre mani.

Infatti, sempre il capo di Xbox ha affermato di voler progettare una console in cui la forma fosse guidata dalla funzione, ovvero quella di giocare alla massima potenza. Non solo, Xbox Series X dovrebbe essere molto silenziosa, soprattutto in fase di esecuzione di gioco similmente a qualsiasi dispositivo elettronico. In altre parole, l’obiettivo è quello di non far distogliere l’attenzione al titolo del momento, con fastidiosi rumori o sibili.

Un “vecchio nuovo” controller

Il controller di Xbox One, non lo nascondiamo, è davvero uno dei migliori di questa gen. E quindi perché rivoluzionarlo completamente? Dalle prime immagini che sono state mostrate, il controller di Xbox Series X manterrà fedele il suo layout presentando però alcune aggiunte. In primis le dimensioni sono leggermente minori e sarà presente un pulsante di condivisione e un D-pad che si ispira a quello Elite.

Inoltre, potrà essere utilizzato su tutte le Xbox One, così come i vecchi controller di One funzioneranno perfettamente su Xbox Series X: davvero niente male!

Xbox Series X

Tutta potenza

Da quello che sappiamo, Xbox Series X dovrebbe essere 8 volte più potente rispetto a Xbox One e il doppio di One X in riferimento alla GPU (colei che si occupa di elaborazione e rendering delle immagini). Anche la CPU sarà decisamente più potente, e per questi motivi occorre un sistema di raffreddamento con dissipatori aggiuntivi, cosa ben studiata nella nuova ammiraglia.

Questa console sarà un puro gioiellino di tecnologia, con RAM GDDR6, SSD con connettore proprietario con tecnologia NVMe, supporto all’8K, 120Hz di frequenza e Ray tracing. Per chi non parla perfettamente la dialettica informatica, sappiate che il prossimo Natale potrete avere in casa vostra una console dalle alte prestazioni e con tempi di caricamento dei giochi decisamente ridotti.

Xbox Series X

Prezzo di lancio

La prima cosa che ci viene in mente, e che probabilmente giocherà un ruolo determinante tra Xbox Series X e PlayStation 5, sarà il prezzo di lancio. Tutto è molto fumoso, però qualche mese fa Phil Spencer ha affermato che la nuova console non sarà fuori posizione in merito a prezzo e potenza. Questo significa che potrebbe costare uguale o probabilmente meno di PS5: e se così fosse sarebbe una grande notizia per il nostro portafogli.

Potremmo supporre un prezzo di lancio che si aggiri intorno ai 500 euro, o magari qualcosa in meno, che significherebbe musica per le nostre orecchie. Senza escludere il lancio di una versione più economica senza il lettore ottico, che potrebbe assestarsi su un centinaio di euro in meno.

L’idea che ci viene in mente é che probabilmente Microsoft potrebbe optare per una soluzione “più economica” per guadagnare unità installate e poi spingere il piede sull’acceleratore con servizi come Game Pass e Xcloud, così da poter coinvolgere un numero sempre più crescente di nuovi giocatori.

Tuttavia, si tratta di supposizioni, ma il 2020 è alle porte e crediamo che qualcosa di più concreto arriverà già nei primi mesi dell’anno.

Giochi confermati

Da quel poco che abbiamo avuto modo di vedere, Series X dovrebbe essere in grado di offrire una risposta visiva e prestazionale di altissimo livello.

Ci basti pensare al trailer di Senua’s Saga: Hellblade 2, per iniziare a farci un’idea di cosa potrebbe essere in grado di offrire questa console. Da un primo sguardo al trailer potreste pensare che si tratti di una sequenza CG, ma in realtà il filmato è stato realizzato con il motore grafico in tempo reale del gioco: questo potrebbe bastare anche a darci qualche prima idea sul futuro.

Confermato anche l’arrivo di EverWild, l’adventure, un probabile titolo d’avventura fantasy di cui sappiamo al momento molto poco.

D’altro canto il titolo di lancio sarà Halo Infinite, anche se ancora non abbiamo avuto modo di vedere esplicitamente la sua esecuzione sulla nuova gen: ma tempo al tempo. Dobbiamo anche mettere in conto che da qui a un anno gli annunci saranno sicuramente molteplici, tenendo in considerazione tutti i team di sviluppo che Microsoft ha acquisito: The Coalition, RARE, The Initiative, 343, Mojang, inXile, Obsidian, Ninja Theory, Playground Games, Turn 10, Compulsion Games, Double Fine e Undead Labs.

Xbox Game Pass e Cloud Gaming

Parliamoci francamente, il servizio di cloud gaming è ancora in una fase piuttosto embrionale, e riteniamo che ci sia ancora un po’ di strada da percorrere prima di vederla come una valida alternativa al gaming classico. Fatto sta che Microsoft punterà anche sull’xCloud, il servizio che permette di giocare comodamente ovunque e su qualunque dispositivo.

Ma su Xbox Series X che impatto potrebbe avere? Più o meno lo stesso: l’obiettivo infatti è proprio quello di permettere a tutti di giocare ai propri titoli preferiti ovunque senza portarsi dietro la console. Anche questo aspetto andrà studiato per benino nel tempo.

E cosa dire di Xbox Game Pass, il servizio ad abbonamento che permette di giocare a oltre 100 titoli su Xbox One e PC? Come dicevamo poc’anzi siamo sicuri che Microsoft si giocherà molto bene questa carta, offrendo agli abbonati un servizio sempre più completo e convincente. Non è dunque da escludere completamente la possibilità di vedere un Halo Infinite offerto “gratuitamente” agli abbonati al servizio, così come è successo su One X con Gears 5 e The Outer World per portarvi degli esempi: speriamo che le nostre parole non vengano smentite.

Microsoft potrebbe inoltre puntare completamente sul servizio Xbox Game Pass Ultimate, perché no, magari a prezzi ancora più invitanti: dopotutto le soluzioni sono molteplici. La strada sembra essere questa, ma certamente potrete giocare a tutti i giochi del Game Pass sulla fiammante Series X grazie alla completa retrocompatibilità.

Xbox Game Pass

Retrocompatibilità 

Se ve lo stavate domandando allora ve lo confermiamo: Xbox Series X è retrocompatibile con Xbox One, Xbox 360 e la primissima Xbox, così come è stato tra l’altro già confermato in precedenza. Quindi è automatico che qualora siate in possesso di vecchie glorie, sia fisiche che digitali, potrete tranquillamente giocarle sulla vostra nuova fiammante console. La retrocompatibilità comprenderà anche tutte le periferiche di gioco e gli accessori di Xbox One.

Un aspetto molto importante, sempre molto apprezzato dagli utenti Xbox. A quanto pare anche PlayStation vorrebbe sposare questa filosofia, anche se al momento è ancora tutto un po’ fumoso.

Xbox Series X

Ricapitolando 

Microsoft ha pubblicato un tweet con un piccolo recap per riassumerci i 5 punti salienti di Xbox Series X:

  • La nostra più potente e veloce console di sempre
  • Quattro volte più potente di una Xbox One X
  • Risoluzione 4K a 60FPS con picchi fino a 120FPS e 8K
  • Posizionamento sia in verticale che orizzontale
  • In arrivo durante le festività natalizie 2020

https://twitter.com/Xbox/status/1205631180147548160

 

Cosa aspettarsi?

Diciamo addio a Project Scarlett e diamo un caloroso benvenuto a Xbox Series X, una console che promette di offrire delle esperienze di gioco entusiasmanti. Sembra essere tutto così promettente: potenza di calcolo, silenziosità, e un egregio supporto grazie ai tanti team di sviluppo acquisiti. Manca ancora un annetto al suo debutto e non abbiamo ancora una data di uscita ufficiale, ma non preoccupatevi: se volete essere informati sull’apertura dei pre-order, vi basterà lasciare la vostra mail sul sito di GameStopZing.

Xbox Series X


Da quando ha viaggiato nel tempo a bordo della Time Machine DeLorean DMC-12 la sua vita è cambiata radicalmente. Amante dei viaggi del tempo, predilige le console dai tempi del NES. Inguaribile Nerd e divoratore di serie TV.

Lost Password