FRITZ!Box 6820 LTE – Recensione

AVM ci presenta un nuovo interessante Router.

FRITZ!Box 6820 LTE – Recensione

AVM ci presenta un nuovo interessante Router.

La serie di prodotti che va sotto al marchio FRITZ!Box, della tedesca AVM, risulta familiare praticamente a chiunque si interessi di connettività: da oramai svariati anni i loro dispositivi di rete si trovano fra i primi posti nelle preferenze dei videogiocatori e dell’utenza pro.
Il prodotto presentato oggi è ascrivibile ad una tipologia di  dispositivo di rete, per il momento ancora  poco diffuso: parliamo infatti di un Modem/Router LTE.

Il suo obiettivo può sembrare dunque peculiare, e il suo utente finale appartenere come una precisa nicchia, sicuramente già ora presente e che quasi sicuramente, visto l’avanzare sfrenato delle tecnologie di trasmissione dati su mobile andrà ad aumentare fortemente nei prossimi anni.
Andiamo quindi con molta curiosità  a valutare le caratteristiche di questo nuovo device.

FRITZ!Box 6820 LTE

Produttore: AVM

Tipologia Hardware: Router/modem LTE

Connessioni: Porta Gigabit Ethernet 10/100/1000 Base-T

Connessioni Wireless: reti wireless conformi a 802.11n (fino a 450 Mbit/s lordi; 2,4 GHz; MIMO 3 x 3) e 802.11b/g

Caratteristiche fisiche: Dimensioni (L x P x A): 64 x 99 x 134 mm) potenza media assorbita: inferiore a 6 watt

 

FRITZBox-6820-LTE-3

La prima osservazione, è puramente estetica: AVM ha scelto questa volta un “form factor” un po’ diverso dal solito. Il dispositivo invece di prodursi in larghezza, in senso orizzontale, come ci ha oramai abituato sui suoi recenti prodotti iconici, si presenta come un parallelepipedo: un piccolo monolite dalle dimensioni contenute che poggia su una piccola base formata dalla stessa scocca che si estroflette in due alette. Il prodotto si presenta nei classici colori: rosso e bianco.
Il modem è piccolo compatto e molto leggero, costruito con solidi materiali di qualità e ben assemblati pur ostentando molta essenzialità.

La parte frontale del dispositivo si distingue per la presenza di alcuni led verdi su fondo rosso: dall’alto verso il basso i primi tre indicano la potenza del segnale mobile, dal GSM/2G fino ad arrivare al 4G. Infine abbiamo il led che indica lo stato di attività della WLAN, e il led inerente l’operatività dell’apparecchio.

Sul lato posteriore trovano posto solo due piccoli tasti ovvero quelli relativi l’attivazione e la disattivazione hardware della Wlan, e il tasto per l’accoppiamento WPS, situato sotto il connettore Rj45 per la Gigabit LAN. Infine si può notare il connettore per l’alimentazione (in cui il filo passa comodamente nel canale formato dal rialzo delle alette di supporto) e uno slot per la mini SIM.

Il dispositivo è pratico, leggero e di immediata configurazione, oltre che molto bello da vedere. I quattro tasselli situati sulle alette della base garantiscono un buon grip. Questo apparecchio comunque non permette un aggancio alla parete, il che però è in linea con le sue caratteristiche peculiari: il 6820 è un device “che ha nel DNA” una certa mobilità e difficilmente, o solo in casi particolari, sarà l’unico fisso dispositivo di rete presente in casa.

Il Router viene fornito con una borsetta dove riporlo, assieme al suo alimentatore e ad un cavo ethernet. Saremo in grado di portarlo ovunque ce ne sia bisogno, sacrificando poco spazio nel nostro bagaglio: dispiace solo non aver pensato di dotarlo di una batteria per poterlo utilizzare in totale libertà.

FRITZ!Box 6820 LTE è un modem che offre connettività mobile su reti LTE.

Dopo averlo tolto dal suo imballo ed averne “ammirato le linee” iniziamo ad esaminare cosa fa realmente questoFRITZ!Box 6820 LTE. Come accennato il suo scopo principale è di offrire connettività su reti mobili 2/3/4G, ma di fatto il dispositivo  è un router vero e proprio, con tutte le funzionalità più avanzate, e dotato della completa versione (adattata allo scopo) dell’OS di AVM Fritz!OS.
L’installazione è più che intuitiva, basta semplicemente collegare l’alimentazione, inserire la propria SIM (o microsim con adattatore) e connettersi via Wi-Fi o via cavo ethernet (incluso). Nel caso della connessione Wi-Fi sarà sufficiente inserire la chiave  WPA (quella di default è presente su un comodo cartoncino che troveremo assieme al manuale di prima istallazione).

Successivamente ci si potrà connettere al sistema tramite browser, digitando semplicemente fritz.box nella barra degli indirizzi e immettendo una password (sempre presente sullo stesso  cartoncino) assisteremo all’avvio di un brevissimo wizard, in cui si potrà selezionare l’operatore mobile della nostra SIM (tra cui TIM e WIND,  mentre per VODAFONE si dovrà selezionare “Altro” dato che non è presente di default).

Possiamo ovviamente optare per un utilizzo di semplice modem, connettendolo ad un PC o un qualsiasi altro dispositivo senza ulteriori configurazioni e navigare tranquillamente.

Per il nostro test il FRITZ!Box 6820 è stato connesso ad uno switch da 8 porte e utilizzato come unico router di casa/ufficio per testarne le varie capacità, stabilità e possibilità.

AVM_FRITZ_BOX_6820_back

Una volta dentro all’OS che muove  questo minuscolo ma versatile apparecchio, la voglia di esplorarlo è sfruttarlo in ogni modo è veramente molta. Il sistema operativo di AVM, FRITZ!OS è senza dubbio uno dei sistemi più potenti, flessibili e dotati, indubbiamente, della migliore interfaccia presente sul mercato.

Le opzioni e le possibilità di configurazione sono dettagliate e facili da individuare. Al primo impatto all’apertura del panel ci si ritroverà con una panoramica della situazione della rete, un elenco delle macchine connesse, la velocità di connessione internet, lo stato delle connessioni locali cablate e senza fili.
FritzOS2

Nel menù Internet possiamo accedere a  vari “monitor” di immediata leggibilità: possiamo quindi controllare il dowstream e upstream, contatori giornalieri settimanali e mensili del traffico, con la possibilità di definire una tariffa a volume o a tempo, che sarà molto essenziale poiché la stragrande maggioranza dei piani mobili non sono di tipo flat. Possiamo poi definire VPN, modificare le impostazioni LTE, impostare un DNS dinamico e inserire DNS alternativi (rispetto a quelli del provider).

Interessante è la funzione di “Parental Control” che consentirà di gestire ogni singola macchina connessa definendo fasce orarie in cui ognuna potrà accedere nella rete.

Abbiamo poi la possibilità di assegnare una priorità ad ogni applicazione, filtrare porte e configurare il servizioMyFRITZ. Insomma una gamma vastissima di opzioni per qualsiasi palato, smaliziato o professionale.
FritzOS3
Sempre dal pratico menù laterale è presente la voce “Rete Domestica”, dove viene presentato nel dettaglio lo schema della rete con la possibilità di definire alcune opzioni come il diminuire della velocità della porta LAN (controllandone il consumo).

In Rete Wireless potremo settare un nuovo “canale radio”, con l’ausilio di un comodo grafico in tempo reale avremo maggiori informazioni dello stato del segnale radio: abbiamo inoltre la possibilità di modificare i parametri di sicurezza della rete Wi-Fi. Va segnalato che AVM ha scelto di eliminare le chiavi WEP definite, giustamente obsolete e poco sicure, in favore di un livello di criptazione WPA. Infine un’opzione graditissima è rappresentata dalla programmazione dello spegnimento e accensione della Wi-Fi, attuabile sia secondo un orario prestabilito, oppure semplicemente quando vengono interrotte le connessioni senza fili attive.

FritzOSEnergy
Vi abbiamo illustrato solo una brevissima panoramica delle funzioni principali di FRITZ!OS, il roboante motore presente sotto la scocca di questo device.

Le prestazioni di connessione LTE sono davvero buone. Il comparto Wi-Fi stupisce positivamente.

Abbiamo svolto vari test di utilizzo, sia in ambito domestico che di gaming, sul FRITZ!Box 6820.
Vogliamo precisare che i test sono relativi alle efficienze delle reti LTE, e a caratteristiche ambientali in cui vengono svolti, e hanno quindi un valore puramente indicativo.

In termini di connettività cablata, il FRITZ!Box 6820 offre una sola connessione fisica Gigabit ethernet. C’è da precisare che essendo la portabilità l’obiettivo primario del dispositivo la riduzione ad una sola porta, invece delle classiche 4,  rende possibile un form factor molto più contenuto con un certo vantaggio nella latenza e nei  consumi prodotti  dall’interfaccia.

Per quanto riguarda il ping di connessione, e i picchi di lag su connessione 3G, abbiamo valori tutto sommato molto stabili e costanti (come si può notare da immagine allegata).
Ping1LTE
Questi valori sono paragonabili a quelli di una ADSL media, se non fosse per  qualche picco occasionalmente alto.Il passaggio fra una rete mobile e Wi-Fi è automatico e molto rapido, ma per venire incontro ad ogni esigenza è possibile bloccarlo sulla rete preferita 4/3 o 2G.

Il comparto Wi-Fi stupisce positivamente: il FRITZ!Box 6820 LTE  fa affidamento sulla  tecnologia MIMO, guadagnando quindi buone distanze di trasmissione ed efficienza su più client, benché come banda di trasmissione si sia scelto l’utilizzo della  2.4Ghz e dello standard N invece del recente AC. Considerando le dimensioni e il consumo dell’apparecchio abbiamo risultati più che soddisfacenti come distanza di utilizzo. IlFRITZ!Box 6820 LTE  non fa fatica a comunicare accettabilmente anche fra un piano e l’altro, quindi strategicamente può essere posizionato anche in una casa di due piani ottenendo un’ottima copertura. La velocità di trasferimento è il linea con i router dotati di stessa tecnologia, attestandosi su una media di 50Mb/s.

AVM-FRITZBox-6820-LTE_L

L’unica reale scelta sostitutiva alla ADSL.

E’ così che possiamo definire il FRITZ!Box 6820 di AVM, che rappresenta attualmente un’opzione praticamente obbligata per chi vuole una rete flessibile e potente come quella di un router di fascia medio alta, e per  qualsiasi ragione abbia bisogno di connettività mobile.

Questo tipo di prodotto può essere veramente ottimo per chi abita in zone mal servite dalla connettività terrestre ad alta velocità. Inoltre potrebbe essere molto utile anche per coloro che hanno bisogno di una certa mobilità, come in un appartamento in campagna o al mare, appoggiandosi ad una copertura LTE che si sta diffondendo a vista d’occhio.

La dotazione di una batteria, considerando anche i consumi ridotti dell’apparecchio, sarebbe stata una scelta che avrebbe ampliato di molto gli scenari di utilizzo.

In definitiva chi non vuole accontentarsi  di  scelte di ripiego, come ad esempio la funzione più che elementare ed essenziale di hotspot di uno smartphone, o soluzioni mobili disponibili comunque in modo molto limitato, non può avere il minimo dubbio sulla scelta: FRITZ!Box 6820 LTE offre tutto ciò di cui si può avere  bisogno per settare e godere di una rete potente e gestibile fin nei minimi particolari.

 Voto: 8,5/10







Lotta strenuamente contro i BSOD

Lost Password