Nokia 3310, cronaca di un ritorno annunciato

Sedici anni e non sentirli...

Nokia 3310, cronaca di un ritorno annunciato

Nonostante gli anni siano passati irrimediabilmente dalla sua dipartita, il modello 3310 di Nokia è rimasto sempre nel cuore di tutti i suoi utenti. E’ stato uno dei telefoni più venduti nella storia della telefonia, ed alcuni modelli sono ancora ad oggi funzionanti…

Immortalità tecnologica a parte, secondo quanto emerso dai bassifondi della rete, pare che un nuovo modello ispirato al vecchio 3310 stia per essere presentato al prossimo Mobile World Congress di fine febbraio insieme ad altri tre smartphone della multinazionale finlandese.

Tra i tre modelli che vedranno la luce all’evento spagnolo, nessuno pare essere però eccessivamente pretenzioso. Il più carrozzato, il Nokia 6, monta un display Full HD da 5,5, un processore Snapdragon 430, 4 GB di RAM ed una fotocamera da 16 Mpixel. Il Nokia 5, leggermente inferiore, monta invece un display da 5,2 con risoluzione a 720p, 2 GB di RAM ed una fotocamera da 12 Mpixel. Del Nokia 3 infine, modello che per logica dovrebbe essere quello di fascia più bassa fra i tre, non si hanno ancora informazioni precise, come del resto non se ne hanno del modello che dovrebbe essere il nuovo 3310.

Le prime indiscrezioni per questo ritorno tra l’altro sono molto contrastanti. C’è chi dice solo che avrà un prezzo di circa 60€/60$ ed una connessione 3G, mentre c’è chi azzarda invece un prezzo di addirittura meno di 40€, per un dispositivo privo di touch, con doppia Sim, radio, lettore MP3, una fotocamera da 2 Mpixel ed uno schermo da 2,4 pollici, accostato ovviamente ad una batteria con una durata che, confrontata con gli odierni smartphone, potrebbe essere considerata eterna.

Nulla è ancora però certo e confermato, e quindi per forza di cose, ci toccherà attendere la fine di questo mese ed osservare quanto accadrà in quel di Barcellona per il Mobile World Congress, che ricordiamo si svolgerà dal 27 febbraio al 2 marzo.


Fin da piccolo ho sempre amato le storie, che fossero raccontate da un libro, un fumetto, un cartone, un film, o soprattutto da un videogioco. Alcune le ho solo viste, altre le ho sentite così mie da avere l’impressione di averle vissute, ed altre ancora le ho addirittura scritte. Forse sono un pazzo o un sognatore, o tutte e due le cose. Ma continuerò a sognare ed a vivere avventure, per poter dire un giorno “fammi rubare Capitano, un’avventura dove io son l’eroe che combatte accanto a te”.

Seleziona la piattaforma per lasciare il commento

Leave a Reply

Lost Password