Xbox Series X, un design votato all’efficienza e all’eleganza

Xbox Series X e S

Xbox Series X
Acquista Ora

Xbox Series X, un design votato all’efficienza e all’eleganza

Una cosa è certa: Xbox Series X va posizionata in verticale

Xbox Series X, un design votato all’efficienza e all’eleganza

In questi giorni abbiamo dedicato alcuni speciali a Xbox Series X: dopo averne ampiamente parlato in fase di recensione, siamo scesi più nel dettaglio su determinati aspetti come il Wireless Controller e la dashboard. Oggi è il turno di una caratteristica non meno importante: l’estetica.

L’ironia social non ha tardato a colpire la nuova console Microsoft per via della sua forma compatta a parallelepipedo, monolitica direbbero in tanti, ma come abbiamo scritto nella recensione si tratta di una scelta pensata nell’ottica della funzionalità. Una compatta semplicità che non punta al design ma a un’essenzialità pensata in relazione all’efficienza.

Anzitutto, Xbox Series X è progettata per essere posizionata verticalmente, data una serie ragioni non solo estetiche (i piedini in gomma, il pulsante di accensione, la ventola sulla parte superiore) ma per l’appunto anche pratiche: il team voleva anzitutto una console che fosse silenziosa e mantenesse una temperatura regolata, risultato che, lo diciamo senza il minimo dubbio, sono riusciti a ottenere.

Con i suoi 30.1 centimetri di altezza, i 15.1 di profondità e ben 4.45 kg di peso, che nel maneggiarla si fanno sentire, Xbox Series X è una presenza tanto solida quanto discreta, persino sobria con quel suo grigio scuro fortemente tendente al nero. Un ricercato minimalismo che le cui uniche pecche vanno ricercate nella tendenza a sporcarsi in fretta e in una certa inclinazione a graffiarsi.

Sempre in termini estetici, la griglia superiore ci permette di apprezzare il contrasto tra le sue linee morbide con quelle più marcate del corpo principale. Come già accennato, Xbox Series X non è pensata per essere posta orizzontalmente e proprio per questo dispone anche di un base circolare inferiore per agevolarne la posizione verticale, ma proprio averla progettata in tal senso permette alla griglia di mostrarsi in tutta la sua sfacciata armoniosità (a patto non soffriate di tripofobia).

Un’altra piccola chicca, ininfluente per quanto riguarda le prestazioni ma molto bella a vedersi, è l’illusione ottica data dai fori: la parte inferiore mostra infatti una finitura verde acceso che, a seconda dell’angolazione da cui si osserva la console, permette di vedere un cerchio verde di fatto inesistente. Vi assicuriamo che persino non volendo vi ritroverete incuriositi ad osservare Xbox Series X da diversi punti per capirne l’effetto.

Chiudiamo questa disamina estetica con una considerazione e un consiglio. Xbox Series X non teme di mostrarsi allo sguardo e ci permette, proprio grazie alla griglia superiore ma anche ai buchi posteriori e sottostanti, di sbirciare quell’interno che di norma sarebbe nascosto, e in un certo senso concorre alla sua armoniosità complessiva.

In tal senso, il nostro consiglio per quanto ovvio e già anticipato dalle osservazioni precedenti è di tenerla nella posizione per cui è stata progettata: se posta in orizzontale perde infatti tutto il suo fascino, mostrandosi una macchina goffa e ingombrante, priva di quella bellezza minimalista che la distingue.

Che altro dire? Fatta eccezione per la delicatezza dello chassis, Xbox Series X passa il test design a pieni voti.

Trovate Xbox Series X da GameStopZing, in negozio e online.

Foto a cura del nostro Giovanni “Dix” Tomaselli.


 

Cresciuta negli anni ’90 con un Game Boy e un Nintendo 64, è poi diventata ancora bambina un’adepta Sony a tempo pieno, ma appena può si dedica anche ad altre console. Da Metal Gear ha imparato l’approccio stealth, che applica anche alla vita reale riducendo al minimo la sua socialità; quando non è impegnata a nascondersi in una scatola di cartone e pretendere di passare inosservata, però, chiacchiera volentieri di qualsiasi cosa. Videogiochi in testa, ovviamente. E quando non parla, scrive o gioca, legge principalmente romanzi gialli.

Lost Password