The Last of Us Part II: un rumor sulla data d’uscita durante lo State of Play

The Last of Us Part II

Best PS4 Game - E3 2018
PS4
Acquista Ora

The Last of Us Part II: un rumor sulla data d’uscita durante lo State of Play

Che questa sia la volta buona?

The Last of Us Part II: un rumor sulla data d’uscita durante lo State of Play

Trapelano i presunti dettagli sul prossimo State of Play di PlayStation: dalle pagine di 4Chan e Neogaf emerge che il primo novembre Sony trasmetterà un nuovo aggiornamento. Tra i titoli pare ci saranno Death Stranding e il suo trailer di lancio (non così strano, in effetti, contando che il gioco di Hideo Kojima arriverà nei negozi l’8 novembre), qualche informazione su Star Wars Jedi: Fallen Order – anche questo previsto di lì a pochi giorni, il 15 novembre) ma soprattutto la fantomatica data di lancio per The Last of Us Part II prevista per maggio 2020.

Nel tempo si sono susseguiti diversi rumor e ipotesi su quando sarebbe potuto uscire l’attesissimo titolo di Naughty Dog, complice anche il futuro lancio di PlayStation 5 e la possibilità che TLOU fosse uno dei suoi primi giochi, ma date anche le altre informazioni sullo State of Play potrebbe essere la volta buona che Ellie e Joel si profilino più chiari al nostro orizzonte. Le informazioni tuttavia non finiscono qui poiché la fonte anonima riporta anche alcune informazioni su Ghost of Tsushima, il gioco in sviluppo da Sucker Punch che dovrebbe fare la sua comparsa durante il PlayStation Meeting del 2020, che metterà anche in evidenza il futuro di PlayStation.

“Sembra che lo sviluppo del gioco stia procedendo bene all’interno di Sucker Punch Studios”, si legge nel post di 4Chan. “Sono stati riscontrati ritardi principalmente a causa di un massiccio lavoro sotto l’aspetto tecnico e per favorire in particolare l’aggiornamento su PS5”.

Come sempre vi invitiamo a prendere queste informazioni con la dovuta cautela ma anche a incrociare le dita: questa potrebbe essere davvero la volta buona per The Last of Us Part II.

Fonte 1Fonte 2


Cresciuta negli anni ’90 con un Game Boy e un Nintendo 64, è poi diventata ancora bambina un’adepta Sony a tempo pieno, ma appena può si dedica anche ad altre console. Da Metal Gear ha imparato l’approccio stealth, che applica anche alla vita reale riducendo al minimo la sua socialità; quando non è impegnata a nascondersi in una scatola di cartone e pretendere di passare inosservata, però, chiacchiera volentieri di qualsiasi cosa. Videogiochi in testa, ovviamente. E quando non parla, scrive o gioca, legge principalmente romanzi gialli.

Lost Password