Super Mario Maker 3DS: 5 motivi per cui vale l’attesa

Super Mario Maker

3DS Wii U
Acquista Ora
8

Imperdibile

Super Mario Maker 3DS: 5 motivi per cui vale l’attesa

Come sarà la creatività su 3DS?

Super Mario Maker 3DS: 5 motivi per cui vale l’attesa

Ricordate Super Mario Maker? Le potenzialità per un gioco che, nel suo elogiare la professione del level design e assieme insegnare quanto difficile sia progettare, offriva agli utenti una grande piattaforma dove sperimentare erano enormi: grazie ad asset condivisi da più titoli della serie di punta della grande N, tutti gli appassionati sono stati resi capaci di fondere elementi diversi per creare qualcosa di innovativo e in molti casi funzionale – pur con alcune dovute costrizioni. Super Mario Maker ha annullato la barriera fra il designer e il giocatore per porre nelle mani di quest’ultimo un editor davvero potente eppure semplice.

Tuttavia il gioco si è rivelato “solo” questo: uno sconfinato multiplayer dove dimenticarsi dell’omogeneità e qualità tipiche della storica saga, un mondo dove essere designer e assieme beta tester ma che poche volte, nella totalità, è stato in grado di offrire livelli interessanti. Diciamo un titolo bulimico per chiunque non sia molto creativo e che dunque ha un po’ interdetto la strada ai casual gamers, quelli che giocano a Super Mario “per i livelli di Miyamoto” e nella loro poliedricità trovano tutto il divertimento che cercano.

Conscia di questo e altri scontenti degli utenti emersi dopo la release, Nintendo ha optato per il lancio, a distanza di poco più di un anno, di una versione portatile del gioco dal titolo Super Mario Maker 3DS. Una mera trasposizione del precedente, voi penserete, ma dopo aver preso parte alla presentazione di ieri vi assicuriamo non essere così e qui sotto vi spieghiamo le cinque ragioni per cui il gioco vale l’attesa.

question-block-icona-super-mario

consigli_1

Il level design di Shigeru Miyamoto? Ce l’abbiamo.

Aver affidato la fortuna di Super Mario Maker, su Wii U, alla community è stato un azzardo che ha portato a risultati notevoli ma al tempo stesso reso il gioco un poco di nicchia, escludendo appunto quei giocatori che cercano la sfida ma non vogliono (o non sanno) crearla. Questo non è previsto nella versione 3DS, che possiamo definire come un single player affiancato da una componente multiplayer: appena avviato il gioco, infatti, la schermata iniziale ci presenterà due opzioni, “Crea” e “Gioca”. Selezionando quest’ultima arriveremo alle molteplici sezioni, tra cui appunto i livelli single player realizzati da Nintendo. Quanti? Scopriamolo nel prossimo punto!

5-motivi-per-aspettare-super-mario-maker-3ds-gamesoul-01

consigli_1

I livelli sono tanti, milioni di milioni…

Forse stiamo un filo esagerando la cosa ma davvero, Super Mario Maker 3DS offre una quantità di livelli mai vista prima. Parliamo di ben 18 mondi divisi in 4 stage ciascuno per un totale, vi risparmiamo i calcoli matematici, di 72 livelli (alcuni dei quali particolarmente nostalgici)! Perché dovreste divertirvi in ambientazioni già giocate, dite? Non vi abbiamo certo raccontato tutto.

5-motivi-per-aspettare-super-mario-maker-3ds-gamesoul-02

consigli_1

A fare una normale partita sono bravi tutti

Come reagirebbe il vostro orgoglio di giocatore se vi dicessimo che ci sono delle sfide in ogni livello e, per non farci mancare nulla, delle medaglie in palio? Ogni sfida è precisamente tarata sui contenuti dello stage in questione ed è mutualmente esclusiva: significa che, fatta eccezione per rari casi,  la grandissima maggioranza dei livelli dovrà essere giocata più di una volta, fosse solo per il fatto che la seconda sfida rimane sempre nascosta fino al completamento della prima. Eh sì, pare proprio che il replay value sia potente in questo gioco. Soprattutto perché la raccolta delle suddette medaglie sembra proprio non sia legata soltanto a collezionismo fine a se stesso…

5-motivi-per-aspettare-super-mario-maker-3ds-gamesoul-03

consigli_1

Insegnami, Yamamura-san!

Nonostante in questo caso sia quasi da considerare una componente aggiuntiva, un piccola parte a fianco della modalità giocatore singolo, anche il multiplayer è passato attraverso alcune sostanziali modifiche – due in particolare. La prima di queste riguarda i cambiamenti rispetto al modo di insegnare game design e le regole della creazione del gioco agli utenti: ricorderete che nel titolo per Wii U c’era un “libro delle idee” pieno di spunti, suggerimenti e codici numerici da inserire all’interno di un manuale elettronico interattivo ricco di filmati. Considerato che si sta operando su una console portatile e dunque l’accesso a internet non è sempre garantito, e soprattutto quanto fosse esterna la parte del manuale rispetto al gioco, nonché poco interattiva, Nintendo ha rivoluzionato completamente questa parte inserendo le “Lezioni di Yamamura.” Trattasi di un piccione che ci introdurrà al mondo creativo di Super Mario Maker attraverso dieci pratiche lezioni, ciascuna suddivisa in base e avanzata, più una lezione 0 per cominciare: non si tratta solo di insegnamento tecnico ma anche di quali siano gli elementi che rendono un livello divertente e funzionale. Non sapete come approcciarvi alla creazione? Chiedete a Yamamura!

5-motivi-per-aspettare-super-mario-maker-3ds-gamesoul-04

consigli_1

A me gli attrezzi! Ma un po’ alla volta

Se pensiamo al lancio di Super Mario Maker per Wii U, c’è stata all’epoca da parte di Nintendo la preoccupazione che il giocatore, ritrovandosi di fronte alle possibilità sconfinate derivate dall’essere un level designer, potesse sentirsi troppo spaesato. Da qui la decisione di non fornire subito tutti gli elementi necessari alla creazione ma legarli a una distribuzione dilazionata nel tempo: una mossa che non ha trovato il favore di nessun giocatore e ha spinto la compagnia, almeno per quanto riguarda la nuova versione 3DS, a dare metà degli elementi già da subito e far sbloccare gli altri attraverso il completamento dei mondi single player (due per stage).

5-motivi-per-aspettare-super-mario-maker-3ds-gamesoul-05

Queste sono le nostre cinque ragioni per cui Super Mario Maker 3DS si rivelerà un titolo e interessante e, sotto certi aspetti, persino migliore del precedessore per Wii U. Abbiamo ancora molto da dire a riguardo ma per questo vi rimandiamo alla nostra recensione che potrete leggere fra qualche giorno. Stay tuned!


Cresciuta negli anni ’90 con un Game Boy e un Nintendo 64, è poi diventata ancora bambina un’adepta Sony a tempo pieno, ma appena può si dedica anche ad altre console. Da Metal Gear ha imparato l’approccio stealth, che applica anche alla vita reale riducendo al minimo la sua socialità; quando non è impegnata a nascondersi in una scatola di cartone e pretendere di passare inosservata, però, chiacchiera volentieri di qualsiasi cosa. Videogiochi in testa, ovviamente. E quando non parla, scrive o gioca, legge principalmente romanzi gialli.

Lost Password