News 14 Giu 2024

Steam Next Fest – 10 demo che dovete provare

E che (forse) ignoravate

E’ tornato qualche giorno fa lo Steam Next Fest, festival della piattaforma Valve attraverso cui potrete toccare con mano centinaia di giochi in uscita, dalle produzioni tripla A ai giochi indipendenti di cui non avevate mai sentito parlare. Fino alle 19:00 del 17 giugno potrete scaricare le demo di titoli come The Alters, Test Drive Unlimited Solar Crown, Riven, Dungeons of Hinterberg ed Enotria: The Last Song.

Ma noi siamo qui per portare alla vostra attenzione una serie di titoli “minori” o indipendenti che in qualche modo ci hanno attirato e che effettivamente si sono rilevati all’altezza delle nostre aspettative, per cui consigliamo anche a voi di provarle finché siete in tempo.

Bando alle ciance, ecco i titoli (linkati alla pagina Steam) con il trailer e giusto due righe in cui ve li descriviamo.

WHAT THE CAR?
Dai creatori di What the Golf?, arriva un altro titolo stravagante, mascherato stavolta da “racing game”. Uscito qualche mese fa su Apple Arcade, si prepara a sgommare anche su PC, peccato che dovremo aspettare fino al 9 settembre.

Bō: Path of the Teal Lotus
Siete rimasti delusi dall’assenza di Hollow Knight: Silksong al Summer Game Fest? Poco male, sia perché vorrà dire che ci stanno lavorando per bene, sia perché qualche alternativa per tenervi impegnati c’è, e questo è uno di quei casi. Il gioco uscirà il 17 luglio, ma intanto provate la demo e poi diteci se non vi ricorda qualcosa…

Tiny Glade
Costruire un castello non è mai stato così rilassante. E l’obiettivo di Tiny Glade è proprio quello! Costruire o rilassarsi? Entrambi: il gioco è talmente zen che vi perderete in quello che state facendo, vi divertirete a tirare su muri, cupole, a piantare fiori, etc etc, ma soprattutto a fare poi foto stile diorama alle vostre costruzioni. Da provare per capire.

KILL KNIGHT
Se siete vecchia scuola, non può non farvi gola un bello sparatutto isometrico di quelli super frenetici e splatter. Difficile come deve, smettere di giocarci sarà però la sfida più grande, vista la sua indole trial&error. Non c’è ancora una data, ma intanto c’è la demo.

SCHiM
Questo è un titolo che seguivamo da tempo, impossibile non esser catturati dal suo stile grafico e dalle sue tinte pastello quasi monocromatiche. SCHiM riuscirà a raccontarvi delle storie saltando di ombra in ombra in un mix tra puzzle game e platform. Se vi piace la demo, preparatevi perché esce il 18 luglio.


Disco Samurai

Metti in un gioco la pixel art, il cyberpunk o la musica synthwave ed hai quantomeno la nostra attenzione. In Disco Samurai questi elementi ci sono tutti e sono dannatamente incastrati alla perfezione: un action isometrico in cui colpi e parate dovranno andare a ritmo di musica, rendendo d’obbligo il volume a palla (o meglio l’uso delle cuffie) per entrare in quel loop da cui è difficile staccarsi. Brutta notizia: non c’è ancora una data definita.


Selfloss
In un mondo in cui le balene vengono venerate, è ambientata quest’avventura dalle tinte tenui e da cui trasuda tanta dolcezza. Se ci troviamo davanti ad uno di quei giochi che vi faranno versare qualche lacrima, potremo scoprirlo solo più avanti, ma intanto i presupposti ci sono tutti.


Tormenture

Il primo gioco che ci è venuto in mente vedendo Tormenture è stato Pony Island, e dobbiamo dire che ci abbiamo ritrovato buona parte di quella follia. Si passa dalla pixel art 8-bit mescolata alla computer grafica, al’utilizzo di oggetti che solo chi è nato negli anni ’80 può riconoscere. Non sappiamo ancora se fa paura, ma di certo è disturbante.


Metal Slug Tactics

Ci permettiamo di inserire Metal Slug Tactics in questo elenco nonostante in molti lo attendano (in primis il sottoscritto) perché tuttavia è un progetto indipendente, realizzato da una garanzia come Dotemu (WonderBoy, Streets of Rage 4, Windjammers, etc), e che in questa demo ha alzato ancora di più l’hype grazie alla coerenza con il mondo di Metal Slug, pur inserendo diverse novità. Provatelo e mettetelo in wishlist se amate gli strategici a turni, è d’obbligo.

ONE BTN BOSSES
A volte bisogna andare oltre l’apparenza, anche nei videogiochi. Vedendo qualche screen di One Btn Bosses non avremmo né capito in cosa poteva consistere il gioco, ma tantomeno quanto potesse esser divertente nella sua estrema semplicità. Semplice nella struttura eh, serve solo un bottone, ma difficile nella pratica. E proprio per questo, non vi dirò altro se non di andare a provare la demo, per capire quanto a volte basti una buona idea piuttosto che un buon budget.