Mortal Shell: trailer d’annuncio per il soulslike di Cold Symmetry

Consapevolezza, precisione e istinto sono la vostra unica salvezza

Mortal Shell: trailer d’annuncio per il soulslike di Cold Symmetry

Il genere dei soulslike è ancora uno dei più battuti quando si tratta di sviluppare un videogioco: lo dimostra Mortal Shell, nuovo titolo di Cold Symmetry che ci porterà in un mondo in frantumi pronto a mettere alla prova la nostra tenacia e sanità mentale. Nei panni di guerrieri caduti, dovremo avere consapevolezza, precisione e istinto superiori se vogliamo sopravvivere agli orrori che ci aspettano: prima di lasciarvi al trailer d’annuncio di questo interessante soulslike, ecco una breve panoramica del gioco con i suoi punti di forza.

Possiedi i guerrieri caduti
I morti ricoprono questo paesaggio lacerato, ma non sono tutti senza speranza. I resti perduti dei guerrieri sconfitti sono pronti per essere riportati alla luce. Risveglia questi Involucri mortali, occupa i loro corpi e amplia significativamente la tua conoscenza delle diverse maestrie di combattimento. Più forte diventa il tuo legame con ciascun involucro, meglio potrai sfruttarne le doti innate.

Il ferro affila il ferro
Il combattimento è strategico e ragionato. Devi affidarti alla tua spada solo quando si apre uno spiraglio. Calcola le tue parate per scatenare devastanti contrattacchi. Crea potenziamenti, imbevi di acido la tua lama e studia le oscure abilità arcane che infondono i tuoi attacchi di una devastazione soprannaturale.

Affronta nemici inquietanti
Il tuo cammino è presidiato da avversari spietati, devoti a divinità imperscrutabili. Imbattiti in creature spregevoli e grottesche, ma non lasciare che la paura ostacoli il tuo cammino. Fatti coraggio e affrontale.

Vi ricordiamo che GameStopZing ha lanciato l’iniziativa #iorestoacasa: trovate tutti i dettagli a questo link. Inoltre, GameStopZing Italia e Gamesoul.it si uniscono alla community del gaming nel dare supporto alla Croce Rossa Italiana contro il Coronavirus.


Cresciuta negli anni ’90 con un Game Boy e un Nintendo 64, è poi diventata ancora bambina un’adepta Sony a tempo pieno, ma appena può si dedica anche ad altre console. Da Metal Gear ha imparato l’approccio stealth, che applica anche alla vita reale riducendo al minimo la sua socialità; quando non è impegnata a nascondersi in una scatola di cartone e pretendere di passare inosservata, però, chiacchiera volentieri di qualsiasi cosa. Videogiochi in testa, ovviamente. E quando non parla, scrive o gioca, legge principalmente romanzi gialli.

Lost Password