Speciale 27 Set 2022

Manganalisi di Sanctuary 1 – Star Comics

Tra i classici manga di fine anni ’90, Sanctuary torna in auge grazie alla nuovissima edizione di Star Comics che ripropone l’opera partorita da Ryoichi Ikegami e Sho Fumimura.

Nato per la prima volta nel 1990, Sanctuary ha vantato di un discreto successo tanto da ricavarne un OAV e un live action. Il primo era un lungometraggio di 65 minuti prodotto dallo studio PASTEL nel 1996, mentre il live action fu diretto da Yukio Fuji nel 1995. 

Sanctuary è stato portato nel nostro Bel Paese prima dalla Granata Press in quegli anni, poi agli inizi degli anni 2000 all’interno della collana Point Break e successivamente riportato in tutte le fumetterie e con una nuova edizione targata Star Comics questo agosto 2022.


Dettagli tecnici

Prodotto: Sanctuary n.1
Editore: Star Comics
Collana: Must
Edizione: Brossurato con sovracopertina
Autori: Ryoichi Ikegami, Sho Fumimura

Volumi:
1/12
Pagine: 464
Formato: 15 cm x 21 cm
Data d’uscita: 03/08/2022
Prezzo ufficiale: 15,00 €

La Manganalisi di Sanctuary n.1 è stata realizzata grazie al gentile supporto di Star Comics.


Analisi ed impressioni

La storia di Sanctuary parla di due giovani ragazzi chiamati Asami e Hojo, che, dopo essere sopravvissuti alla guerra civile in Cambogia ed aver fatto ritorno al loro paese natale, il Giappone, decidono di mettere in atto il loro piano di “rivoluzione”. 

L’obiettivo è quello di rinnovare e ribaltare quello che è il loro paese, creando così un Giappone totalmente nuovo: un Santuario, il loro Santuario. La strada però è lunga e tortuosa tanto da vederli costretti a intraprendere due carriere differenti, unite tra loro da un grande obiettivo comune.

Hojo entra a far parte della Yakuza della regione del Kanto della Lega Sagara, mentre Asami si propone come segretario di un candidato del partito Liberale. Questo è solo l’inizio per i due protagonisti, impregnati ad aiutarsi a vicenda per scalare le vette di due posizioni all’apparenza agli opposti, pronti a dare nuova luce al loro tanto amato paese.

Sanctuary rispecchia tutto il realismo dei fumetti dei primi anni 90 in cui i disegni vengono ben realizzati sotto quella componente scura e tridimensionale tipica di uno stile in parte abbandonato nel tempo.

Sono infatti questi i punti di forza di un manga veterano che ha ormai sulle spalle già qualche anno: il realismo e l’ingegno degli eventi narrati. I protagonisti sono infatti assai particolareggiati, dal carattere deciso e ben definito. Esattamente come per il loro aspetto: rappresentativo e dinamico che riflette non solo le loro personalità, ma anche il loro ruolo all’interno della storia.

La trama è infatti intricata mentre vengono messe in atto azioni (anche riprovevoli) pur di scalare questo muro invalicabile che sembra essere l’attuale società giapponese. 

Queste dinamiche rendono alquanto fluida e veloce la lettura che non manca mai di regalare colpi di scena ed emozione in un contesto papabile di cruda quotidianità “mafiosa”.

D’altronde il messaggio che l’opera vuole far passare è assai chiaro mentre mette in mostra le quasi nulle differenze tra due concetti che, all’apparenza, sembrano diametralmente opposti come la politica e la mafia.


Uno sguardo all’edizione

Per Sanctuary, Star Comics ha pensato a un’edizione brossurata con sopracopertina in cui prevale un profondo colore nero pece che fa da sfondo ai volti dei due protagonisti che stanziano su un complesso di grattacieli giapponese.

La copertina divisa verticalmente a metà dagli ideogrammi della parola Sanctuary lasciano spazio al titolo inglese di un oro acceso.

Sul retro vengono accentuati gli sguardi di Hojo e Asami in un riquadro rettangolare. Sotto la sovraccoperta lo sfondo resta di un nero pece mentre vengono alla luce con un grigio intenso gli ideogrammi dell’opera.

Leggi tutte le Manganalisi – Manga


Cosa ne pensa il Nerd-O-Meter?

Sanctuary è un’ottima opera degli anni ’90, ricca di azione e astuzia che non manca di presentare tematiche forti, crude, intelligenti ed attuali specchio della società moderna.

Con i suoi disegni duri dai tratti altamente realistici, Sanctuary sa raccontare molto bene la sua trama che risulta scorrevole e leggera nonostante le sue 464 pagine.

Senza privarsi di una buona dose di sesso e sangue, Sanctuary è consigliatissimo a tutti gli appassionati del genere che vogliono immergersi in una scalata avvincente verso il metaforico santuario dal retrogusto di rivoluzione.

Sanctuary n. 1 è disponibile presso la propria fumetteria di fiducia o direttamente sul sito ufficiale Star Comics.

Ricordo inoltre a tutti gli appassionati di anime che è ora possibile acquistare le card per l’abbonamento Crunchyroll da GameStop.

Sunset Light


[wp-tiles post_type=’post’ posts_per_page=5 orderby=’date’ order=’DESC’]