Il GdR di Harry Potter si chiamerà Hogwarts: A Dark Legacy? – Rumor

Tantissime informazioni per il presunto GdR sul mago più famoso del mondo

Il GdR di Harry Potter si chiamerà Hogwarts: A Dark Legacy? – Rumor

È trascorso davvero tanto tempo dalle famose immagini trafugate che avrebbero mostrato un GdR ambientato nel mondo di Harry Potter. Negli ultimi giorni è salito nuovamente alla cronache grazie a un corposo leak pubblicato prima su 4chan e poi su Reddit da parte di una persona che sostiene di lavorare per il marketing di Warner Bros. In quanto rumor, vi invitiamo come sempre a prendere la notizie con le dovute cautele ma quanto segue è ciò che riporta l’autore.

Partiamo dal periodo d’uscita, che sembrerebbe cadere a giugno 2021, fra un anno esatto. La presentazione invece dovrebbe avvenire molto prima, il prossimo agosto, con tanto di trailer e un primo assaggio del gameplay.

Andando più in profondità nel gioco, Hogwarts: A Dark Legacy includerà un editor molto dettagliato per la creazione del protagonista, maschio o femmina studente del quinto anno, trasferitosi da un altro istituto per un motivo non meglio precisato. Nel corso della campagna potremo determinare, tramite dialoghi e decisioni, le origini famigliari del nostro personaggio e guidarlo fino all’ottenimento del diploma.

La casa di appartenenza sarà a nostra discrezione durante la creazione del personaggio e, in base alla scelta, si avranno quest differenti. L’antagonista di turno non potrà essere un nostro compagno e lo scontro che si consumerà con lui nel corso del tempo porterà alla morte di diversi comprimari in base alle decisioni prese.

Gli eventi di Hogwarts: A Dark Legacy avranno luogo dopo quelli della serie principale di Harry Potter e addirittura dopo il diploma dei figli dei protagonisti originali. Il nemico principale non sarà al pari di Voldemort ma questo non gli impedirà di essere un avversario temibile – si parla persino di un ex Mangiamorte. Tuttavia egli non sarà l’unica minaccia di un gioco pensato per far parte di un franchise e, dunque, essere il primo di una lunga serie.

Saranno inoltre presenti figure appartenenti ai romanzi, persino lo stesso Harry Potter a un certo punto. Si potranno sbloccare numerose abilità, all’interno di un albero molto sfaccettato. Alcune consentiranno di rallentare i combattimenti, altre di controllare i mostri per un certo periodo di tempo. Una sorta di sistema di moralità assegnerà punti in base alle nostre azioni, che andranno a condizionare la crescita del protagonista e i suoi poteri.

nemici utilizzeranno una reinterpretazione del Nemesis Sytem de La Terra di Mezzo: L’Ombra della Guerra: alcuni di loro diventeranno nostri acerrimi rivali e si creeranno dei precedenti. Si parla di numeri ridotti e di un nemico principale determinato casualmente, ma anche qui con la possibilità di sconfiggerlo, ucciderlo o farne un alleato.

Un grande spazio sarà dedicato all’esplorazione, con quattro diversi hub molto dettagliati e numerosi PNG con cui interagire, segreti da scoprire, quest a cui accedere: si parla del castello di Hogwarts, del villaggio di Hogsmeade e del Ministero della Magia, mentre del quarto luogo non si sa ancora nulla. Passeremo la maggior parte del nostro tempo a Hogwarts, tuttavia ci saranno anche missioni per il Ministero ambientate a Londra.

Le atmosfere di Hogwarts: A Dark Legacy saranno cupe: non si tratta di un gioco per bambini come le versioni LEGO o gli ancor più vecchi tie-in, né di un’esperienza estremamente accessibile, bensì di una produzione pensata per i fan che hanno letto i libri e sono cresciuti nel frattempo. Si ipotizza una classificazione di tipo T o persino M in termini di violenza e tematiche affrontate.

Il Quidditch sarà presente nel gioco in una versione molto dettagliata, accessibile durante ogni anno scolastico. Ci saranno i punti per le case, immaginiamo con la storica coppa da vincere, e anche un gioco di carte che promette uno spessore simile a quello di GWENT: The Witcher Card Game. A un certo punto della campagna vestiremo i panni di un personaggio diverso, forse l’antagonista principale, ma soltanto per alcune missioni: secondo gli sviluppatori si rivelerà una grossa sorpresa.

Chiudiamo questa mole di informazioni dicendo che le quest in qualità di Auror saranno ispirate alle investigazioni di L.A. Noire, ma non sappiamo quante saranno di preciso. Infine, l’elemento romance non mancherà nel gioco e il nostro personaggio potrà sposarsi nell’endgame.

Siamo davvero di fronte a un gioco mastodontico, il sogno proibito di ogni appassionato che si rispetti. Talmente perfetto da non essere del tutto credibile, a dispetto (o forse proprio a causa) della quantità di info a riguardo. Hogwarts: A Dark Legacy sarebbe previsto per le console attuali, quelle next-gen e PC. Se davvero dovessero rivelarsi vere, anche solo in parte, vorreste giocare a un titolo simile?

Fonte


Cresciuta negli anni ’90 con un Game Boy e un Nintendo 64, è poi diventata ancora bambina un’adepta Sony a tempo pieno, ma appena può si dedica anche ad altre console. Da Metal Gear ha imparato l’approccio stealth, che applica anche alla vita reale riducendo al minimo la sua socialità; quando non è impegnata a nascondersi in una scatola di cartone e pretendere di passare inosservata, però, chiacchiera volentieri di qualsiasi cosa. Videogiochi in testa, ovviamente. E quando non parla, scrive o gioca, legge principalmente romanzi gialli.

Lost Password