ID@Xbox: 13 giochi indie in arrivo su Xbox One

Una carrellata di giochi indipendenti, per tutti i gusti

ID@Xbox: 13 giochi indie in arrivo su Xbox One

Una giornata all’insegna dei giochi indie quella passata all’interno della Microsoft House, che ancora una volta si apre per ospitare gli eventi dedicati a Xbox. La sede di Microsoft Italia ha conosciuto per la prima volta ID@Xbox, il programma creato da Xbox per supportare gli sviluppatori indipendenti e le loro idee, molto spesso in grado di catturare l’attenzione più di quanto non facciano i titoli AAA.

ID@Xbox è ormai da anni un punto di ritrovo per gli sviluppatori indipendenti, avendo lanciato fin dal suo inizio oltre 450 titoli sulle piattaforme Microsoft: nella grande famiglia ci sono più di 2200 volenterosi sviluppatori, in grado di generare più di un miliardo di ore passate a giocare nel 2016. Con più di 1000 giochi in sviluppo all’attivo, ID@Xbox si conferma infatti una piattaforma di supporto eccellente per chi vuole veder crescere il proprio progetto e trasformarlo in realtà.

Agostino Simonetta, ID@Xbox Regional Lead EMEA, ha introdotto dunque i 13 giochi presenti all’evento, molto variegati tra loro nella composizione, nella provenienza e anche nella storia personale. A Milano c’erano infatti titoli internazionali e sviluppati in Italia, alcuni già usciti su PC e ora in arrivo su Xbox One, altri che vedranno in futuro la luce sullo store unificato di Microsoft.

Foto di Xbox Italia.

In tutti i casi, comunque, Agostino ha voluto puntare sul fatto che ID@Xbox sia un programma costantemente in contatto con gli sviluppatori e i consumatori, ribadendo il concetto che la comunicazione e lo scambio di feedback sono essenziali per la vita di un progetto del genere.

Oltretutto è stata presentata la nuova funzione introdotta da Xbox per gli sviluppatori indipendenti: si tratta di Xbox Live Creators Program, che permette a tutti di convertire il proprio profilo Xbox Live e pubblicare giochi Xbox Live-enabled su Xbox One e Windows 10. Una Xbox One casalinga, tramite l’app dedicata, può dunque diventare una sorta di dev kit per lo sviluppo di un gioco.

Passiamo però a vedere ora i titoli presentati durante l’evento, alcuni dei quali già conosciuti dai giocatori; tuttavia, ce ne sono altri piuttosto interessanti che potrebbero risultare nuovi per i possessori di Xbox One.

Foto di Xbox Italia.


Unit 4

Sviluppato da Gamera Interactive

Nato come progetto parallelo, Unit 4 ha poi subito una tale trasformazione da essere portato avanti con grande interesse dal team di sviluppo, che nel frattempo si concentra anche, e soprattutto, su Alaloth: Champions of the Four Kingdoms. Il concept del gioco vuole essere un tributo ad altri titoli del genere, caratterizzati da una grafica pixel style e da una grande dinamicità del gameplay platform: giocando da soli, infatti, la difficoltà è piuttosto alta, mentre in compagnia degli amici diminuisce per lasciare spazio al caos e convertire l’esperienza in una specie di party game.

Non si tratta infatti soltanto di proseguire verso la parte destra dello schermo: il gruppo di quattro giocatori, che possono contare su determinate abilità speciali, deve superare sezioni complicate agendo come una squadra, sconfiggendo nemici e risolvendo puzzle basati sulla logica.

Giocato da soli, si potrà cambiare il personaggio in qualsiasi momento, sfruttando dunque tutte le abilità disponibili. Si tratta però di un’autentica impresa, visto che non esiste alcuna barra di salute e ogni danno arrecato dai nemici risulterà nella morte diretta.

Unit 4 strizza sicuramente l’occhio ai precursori del genere, presentandosi come un gioco da vivere con gli amici per qualche sana e divertente partita, magari intervallata da momenti necessari per capire come superare una determinata sezione del livello.


Snake Pass

Sviluppato da Sumo Digital

Avete mai visto un serpente vegetariano? Probabilmente no, ma Snake Pass è arrivato per farvi cambiare idea, ma soprattutto mostrare ai giocatori un modo tutto nuovo per interpretare i platform 3D. Noodle, il protagonista del gioco, viene accompagnato dal compagno Doodle in una serie di missioni dalla difficoltà crescente: per muovere il serpente è necessario pensare come un serpente, quindi strisciare, arrampicarsi e annodarsi attorno a tutto ciò che può sembrare utile per il movimento.

Non è di sicuro per coloro a cui non piacciono le sfide: spesso si incorre infatti in situazioni a difficoltà non bassissima, col rischio di bucare lo schermo lanciando il controller, però è raro trovare platform attualmente con una tale capacità di attrarre il giocatore.

Lasciando dunque da parte il sadismo di Sumo Digital nei confronti dei giocatori, Snake Pass è sicuramente un titolo da provare per vivere un platform da un diverso punto di vista. Del resto, finora, l’unico gioco di grande successo con un serpente come protagonista permetteva di muoversi solo in quattro direzioni e guai a fargli toccare la sua stessa coda.

Per ulteriori informazioni potete già leggere la nostra recensione.


Tacoma

Sviluppato da Fullbright

Corre l’anno 2088 e la Venturis Corporation desidera recuperare la sua IA, quindi il giocatore viene inviato sulla Lunar Transfer Station Tacoma per esplorarla e scoprire cosa sia successo all’equipaggio, controllando tutte le registrazioni olografiche disseminate per la mappa. Tacoma è dunque un’avventura alla Gone Home, che si basa sulla collezione di informazioni per ricostruire una storia e comprendere quali siano le ragioni dietro alla desertificazione della base spaziale.

Si può interagire con le suddette registrazioni per accumulare informazioni e fare finalmente luce su cosa sia accaduto all’interno della base. Ovviamente, visto che sarebbe impossibile tenere a mente ogni singolo dettaglio, Tacoma mette a disposizione un hub come agenda per log e obiettivi.

Un’avventura in assenza di gravità all’interno di una stazione orbitale dove è necessario esplorare ogni angolo per trovare le registrazioni 3D e capire cosa sia successo dopo. Sviluppato da Fullbright, Tacoma è in arrivo su PC/Mac e su Xbox One, unica console a garantire l’accesso al gioco.

Abbiamo provato Tacoma anche alla GDC 2017: qui la nostra anteprima completa.


Sta cercando da tempo di trasformare le sue passioni in un vero lavoro. A parte i videogiochi, ciò che sogna è essere regista/sceneggiatore di un film, visto l'amore per fotografia e video-editing. Nel frattempo fa vedere quanto è scarso su Twitch (http://www.twitch.tv/ch_marcellomark).

Lost Password