Cyberpunk 2077

Cyberpunk 2077

Best of the Show, Best RPG, Best PC Game - E3 2018
PC PS4 Xbox One
Acquista Ora

Cyberpunk 2077: Nomad, Street Kid e Corporate si mostrano in video

Vediamo più da vicino i percorsi di vita che potremo scegliere per V

Cyberpunk 2077

La seconda puntata del Night City Wire ci porta ancora una volta e più a fondo nell’universo di Cyberpunk 2077, a cominciare dai cosiddetti Life Path: si tratta dei tre percorsi di vita che costituiscono il background del nostro personaggio e le relative premesse narrative.

Si tratta di Street Kid, Nomad e Corporate. Nel primo caso, V è già ben inserito nella realtà urbana della città, può sfruttare la rete di conoscenze dei bassifondi ma, per contro, andare incontro a situazioni pericolose tra inimicizie e faide. Il vantaggio di un livello sociale così basso risiede negli agganci sociali e nella tipologia di informazioni che potremmo ottenere.

Il Nomad proviene risiede al di fuori di Night City, nelle Badlands che CD Projekt Red ha presentato in precedenza. Scegliendo questo background partiremo dal deserto circostante la città e la narrazione si concentrerà proprio sulla popolazione reietta di cui facciamo parte, toccando situazioni all’apparenza più avventurose.

Il Corporate è, come il nome stesso suggerisce, un personaggio facente parte delle corporazioni: come tale, V si inserisce tra i terribili ingranaggi della classe che domina Night City e la storia comincia a tessersi da una serie intrighi politici, economici e sociali legati all’alta società, mescolando gli affari alla violenza nuda e cruda.

Vi ricordiamo che a dispetto della diversità di background, il gioco permette una vasta libertà su come far procedere la narrazione: dopo aver gettato le basi, sarete voi a costruire la vostra leggenda.

Cyberpunk 2077 arriverà il 19 novembre 2020 per PlayStation 4, Xbox One e PC. Se siete appassionati, date un’occhiata a tutte le statuette Funko Pop (Johnny Silverhand con e senza pistole, V maschile, V femminile, Takemura e V Glow in the Dark) in preordine a questo link!


Cresciuta negli anni ’90 con un Game Boy e un Nintendo 64, è poi diventata ancora bambina un’adepta Sony a tempo pieno, ma appena può si dedica anche ad altre console. Da Metal Gear ha imparato l’approccio stealth, che applica anche alla vita reale riducendo al minimo la sua socialità; quando non è impegnata a nascondersi in una scatola di cartone e pretendere di passare inosservata, però, chiacchiera volentieri di qualsiasi cosa. Videogiochi in testa, ovviamente. E quando non parla, scrive o gioca, legge principalmente romanzi gialli.

Lost Password