Coronavirus, Square Enix fa chiarezza in merito a Final Fantasy VII Remake

Final Fantasy VII Remake

PS4
Acquista Ora

Coronavirus, Square Enix fa chiarezza in merito a Final Fantasy VII Remake

Lettera aperta a tutti gli appassionati sul sito ufficiale

Coronavirus, Square Enix fa chiarezza in merito a Final Fantasy VII Remake

L’emergenza Coronavirus sta lasciando molti dubbi in merito alla pubblicazione dei giochi nelle prossime settimane, in particolare Resident Evil 3 e Final Fantasy VII Remake. Tramite una lettera aperta, i rappresentanti di Square Enix intervengono nella questione per fare definitiva chiarezza sul possibile rinvio di uno dei giochi più attesi del 2020.

“Mentre ci prepariamo alla pubblicazione di Final Fantasy 7 Remake per il 10 aprile, volevamo tenervi aggiornati sulla questione delle misure attuate dai governi per prevenire la diffusione del virus COVID-19 e sulla loro possibile influenza nella distribuzione delle copie fisiche del gioco nelle regioni occidentali. Come saprete, molti Paesi stanno chiudendo l’accesso ai propri confini nazionali, limitando la distribuzione e la consegna di articoli non essenziali. Comprensibilmente queste restrizioni sono state introdotte in modo che gli articoli essenziali possano raggiungere la loro destinazione il più rapidamente possibile. Questo non significa che le copie fisiche di Final Fantasy 7 Remake non saranno spedite, significa solo che non possiamo controllare la data di arrivo del gioco.”

Nel messaggio si invitano tutti coloro che hanno prenotato Final Fantasy VII Remake a mettersi in contatto con i singoli negozi e siti interessati per essere meglio informati su tempistiche e distribuzione. L’azienda specifica infine che “stiamo attualmente prendendo accordi per garantire che chi ha prenotato il gioco dallo Square Enix Store possa riceverlo entro il 10 aprile”.

Vi rimandiamo a questo articolo per conoscere la situazione dei negozi GameStop d’Italia, ricordandovi inoltre che GameStopZing Italia e Gamesoul.it si uniscono alla community del gaming nel dare supporto alla Croce Rossa Italiana contro il Coronavirus.


Cresciuta negli anni ’90 con un Game Boy e un Nintendo 64, è poi diventata ancora bambina un’adepta Sony a tempo pieno, ma appena può si dedica anche ad altre console. Da Metal Gear ha imparato l’approccio stealth, che applica anche alla vita reale riducendo al minimo la sua socialità; quando non è impegnata a nascondersi in una scatola di cartone e pretendere di passare inosservata, però, chiacchiera volentieri di qualsiasi cosa. Videogiochi in testa, ovviamente. E quando non parla, scrive o gioca, legge principalmente romanzi gialli.

Lost Password