Back 4 Blood, i DLC e i potenziamenti saranno condivisibili all’interno delle lobby

Così si sopravvive ad un'Apocalisse zombie!

Back 4 Blood

Turtle Rock sta facendo del suo meglio per realizzare in Back 4 Blood una comunità completamente unita nella condivisione dei contenuti. Una volta entrati in una lobby, tutto il vostro “inventario” sarà disponibile per tutti i membri presenti, e viceversa.

Questo comprende i DLC, ma anche le Carte potenziamento che possono essere sbloccate progredendo nel gioco. In PvE se il leader del gruppo possiede un determinato DLC, tutti i partecipanti potranno usufruirne, non ci saranno quindi separazioni per chi “ha comprato una mappa” e chi no. In PvP, come già accennato, tutti i potenziamenti saranno condivisi e non solo:

In PvP, tutti coloro che avranno acquistato Back 4 Blood potranno accedere a tutti i contenuti addzionali PvP, anche senza acquistare i content drop. I giocatori che non li acquisteranno potranno guadagnare nuovi personaggi giocabili e Ridden in PvP gratuitamente, tramite la progressione. Inoltre, tutti i giocatori PvP avranno accesso alle stesse carte all’inizio di ogni match, che le abbiano comprate o meno.

L’intenzione del team è quella di eliminare completamente il pay-to-win e di tenere unita la community. Un’idea davvero ammirevole visto che finirà probabilmente per pesare sugli acquisti dei singoli DLC, ma che allo stesso tempo potrebbe allungare la vita del gioco e risultare vincente sul lungo termine.

Vedremo se il piano funzionerà quando Back 4 Blood arriverà su PS4, PS5, Xbox One, Xbox Series X/S e PC il 12 ottobre. Potete acquistare la vostra copia a questo link.

Che pensate di questo sistema di “comunione dei beni”? Diteci la vostra sul nostro gruppo Facebook.


Cresciuta con un fratello più grande di 7 anni, le console sono state il suo pane quotidiano fin dalla nascita. Dopo l'uscita della PlayStation si è buttata sui j-rpg, ma nel suo cuore rimane indelebile il ricordo del riccio supersonico targato Sega.

Lost Password