fbpx

Wolfenstein II: Le Cronache della Libertà – Ep. 0

Acquista Ora

Terror Billy va in panchina

Wolfenstein II: The New Colossus
Wolfenstein II: Le Cronache della Libertà – Ep. 0

Wolfenstein II: The New Colossus è il seguito dell'acclamato sparatutto in soggettiva Wolfenstein: The New Order, sviluppato dal pluripremiato studio MachineGames. Una coinvolgente avventura che catapulta i giocatori nell'America soggiogata dai nazisti, in una missione per reclutare i coraggiosi combattenti della resistenza rimasti. Affronta i nazisti in luoghi emblematici come la piccola città di Roswell in New Mexico, le strade e i bayou di New Orleans, e una Manhattan post-atomica. Imbraccia armi potentissime e sfrutta abilità del tutto nuove per farti strada tra legioni di soldati nazisti potenziati e supersoldaten in questo spettacolare sparatutto in soggettiva.

Data di Uscita:Genere:PEGI:Sviluppatore:Editore:Versione Testata:

Se avete letto la nostra recensione, dovreste sapere che qui in GameSoul il nostro amore per B.J. Blazkowicz è ai massimi storici. Così come la fiducia in MachineGames, capace di ridare vita ad una saga, quella di Wolfenstein, che ormai tutti davano per spacciata ed invece ha ancora tantissimo da raccontare.

Wolfenstein II: The New Colossus è uno sparatutto completo, straripante dal punto di vista narrativo ed altrettanto sublime in termini di gameplay, mantenendo sempre un’anima da puro e spietato shooter.

A poco meno di un mese dall’uscita del gioco, gli sviluppatori hanno pubblicato il primissimo DLC chiamato Episodio 0, breve e succulento prologo delle tre espansioni ufficiali che vedranno poi la luce nei prossimi mesi, chiamate Le Cronache della Libertà.

Più che di una nuova avventura, Episodio 0 è un’anteprima che mette il giocatore nelle condizioni di fare la conoscenza dei tre protagonisti dei futuri contenuti scaricabili, ossia Pistolero Joe, Jessica Valiant ed il capitano Gerald Wilkins. Il primo è un ex campione di football americano, catturato dai nazisti e messo in un’oscura e angusta prigione; una volta fuggito dovrà cercare di ricongiungersi con la sua famiglia ed eliminare l’infame Uberkommandant Roderik Metze.

L’agente OSS Valiant invece, è una scaltra assassina che ha sempre combattuto i nazisti nell’ombra, sfruttando il suo innato talento. Pronta a ritirarsi, riceve una misteriosa lettera proveniente dal suo passato che la costringerà a tornare in azione per un’ultima volta.

Il Capitano Wilkins è l’osso duro della situazione, un vero eroe americano che ha dedicato la sua vita alla libertà degli Stati Uniti d’America. La sua missione prevede l’annientamento del Sonnengewehr, un’arma ideata dai tedeschi capace di cancellare ogni traccia di resistenza una volta per tutte.

Episodio 0

Ciascuno di loro può contare su un’unica capacità, delle tre selezionabili da Blazkowicz durante la campagna di Wolfenstein II: Joe avrà la capacità di sfondare muri e porte rinforzate, l’agente Valiant riuscirà ad attraversare strettissimi condotti e tubature, mentre Wilkins potrà arrampicarsi in luoghi altrimenti inaccessibili.
Ognuna delle tre singole campagne quindi, sarà fortemente improntata sull’utilizzo delle suddette abilità, che spesso e volentieri saranno la chiave vincente per proseguire (quasi) indenni.

Durante il brevissimo Episodio 0 (la cui durata non supera i 30 minuti complessivi) vestiremo i panni dei tre eroi, guidandoli attraverso situazioni e storie completamente separate, in modo tale da avere un assaggio delle loro abilità e della loro personalità. La parte che più abbiamo apprezzato è quella di Jessica Valiant, che punta fortemente sul lato più “stealth” dello shooter originale, grazie ad ambienti piccoli ma pullulanti di nemici, armatura ridotta e poche armi da utilizzare, mentre per Pistolero Joe e Gerald Wilkins il gameplay sembra essere molto più canonico, pregno di combattimenti e frenetiche incursioni all’ultimo sangue.

Purtroppo non abbiamo notato nessun cambiamento tra le fila nemiche, né tanto meno tra le armi a disposizione, almeno non in questo primo episodio. Persino le ambientazioni sembrano un tantino riciclate e poco ispirate, dando l’impressione di avere tra le mani più un secondo epilogo che un’avventura completamente inedita.

Ovviamente è ancora presto per dare un giudizio conclusivo, ma le linee guida dei tre DLC di prossima uscita sono abbastanza definite e a conti fatti non portano chissà quali novità rispetto a quanto già visto e largamente apprezzato in Wolfenstein II. Non che questo sia un male, anzi, se tutto procede secondo gli stessi dogmi del gioco, avremo ottimo possibilità di trovarci davanti tre espansioni di eccellente realizzazione.

Amante dei tatuaggi e del buon vino, crede fermamente nella vita extraterrestre. Ha una passione viscerale per i videogames maturata nel tempo, che lo ha portato a scrivere per molte riviste italiane e siti web specializzati nel settore.

Lost Password