fbpx

Nacon Asymmetric Wireless Controller – Recensione

Il pad di congiunzione tra PlayStation 4 e Xbox One

Nacon Asymmetric Wireless Controller – Recensione
Nacon Asymmetric Wireless Controller immagine in evidenza

Nacon Asymmetric Wireless Controller immagine

Produttore:Prezzo:, Piattaforma:Modello:

Con una strategia attentamente pianificata e brillantemente condotta senza mai commettere passi falsi, Nacon sta lentamente conquistando il mercato delle periferiche dedicate al pro gaming, proponendo una gamma ampia, variegata, adatta a (quasi) tutte le tasche ed esigenze del caso.

Nel grande disegno ideato dai manager di quest’azienda attiva dal 2014, era evidentemente previsto, prima o poi, l’avvicinamento al grande pubblico, ai videogiocatori meno pretenziosi, comunque a caccia di prodotti di qualità, ma dai prezzi più contenuti rispetto a quelli ufficiali, che non dessero l’idea di periferiche scadenti, dalla dubbia solidità costruttiva.

L’Asymmetric Wireless Controller, da questo punto di vista, è il manifesto ideale della nuova strategia intrapresa da Nacon, vessillo di add-on che non sono sbiadite copie carbone dei modelli di riferimento, ma che, anzi, vogliono distinguersi, farsi apprezzare per feature uniche.

Nel caso qui preso in esame, lo suggerisce il nome stesso del controller del resto, l’innovazione va ricercata nella disposizione asimmetrica degli stick analogici, caratteristica inedita per chi è solito giocare con il DualShock su PlayStation 4, console a cui è rivolta principalmente la periferica, comunque utilizzabile anche su PC.

Nacon Asymmetric Wireless Controller immagine

Si tratta, ovviamente, di una feature che di per sé non costituisce un elemento di giudizio, nell’analisi globale delle qualità di questo prodotto. Preferire una disposizione degli analogici rispetto ad un’altra, è fattore soggettivo, spesso suscettibile all’abitudine. Fa piacere constatare, tuttavia, che grazie a Nacon gli utenti dell’ammiraglia di Sony abbiano finalmente la possibilità di scegliere, tanto più che, come avrete già intuito, l’Asymmetric Wireless Controller, dopo le nostre numerose prove, si è dimostrato un compagno di giochi assolutamente all’altezza delle aspettative.

I pulsanti frontali hanno una dimensione maggiore di quelli del controller ufficiale di PlayStation 4

Gli stick, tanto per cominciare, offrono il giusto grado di grip. Le plastiche che ne ricoprono le estremità, inoltre, sono estremamente più resistenti di quelle, pessime, montate sui DualShock 4. I pulsanti frontali hanno una dimensione maggiore di quelli del controller ufficiale di PlayStation 4, risultando facili da raggiungere in qualsiasi occasione. Discorso identico per trigger e dorsali, per quanto quest’ultimi si sono rivelati particolarmente rumorosi.

Convincono meno touch-pad e croce direzionale, la cui precisione ha lasciato lievemente a desiderare. Non si tratta, tuttavia, degli unici difetti di questo Asymmetric Wireless Controller. Se la vibrazione si difende alla grande, lascia l’amaro in bocca la decisione di privare il pad di accelerometri e, soprattutto, della barra luminosa frontale, imprescindibile per giocare ai titoli per PlayStation VR. Se la scelta si giustifica con il prezzo lievemente più contenuto del controller rispetto al diretto concorrente, parliamo di 59,99 € contro i classici 69,99 € del Dualshock 4, si tratta di mancanze che andranno attentamente tenute in considerazione al momento dell’acquisto.

Anche la scelta di far funzionare il controller solo in modalità wirless, nonostante l’ovvia possibilità di collegarlo anche alla stessa console tramite cavo USB per ricaricarne la batteria, la troviamo controversa, tanto più sono sufficienti poco meno di sette ore di utilizzo per scaricarlo completamente.

Nacon Asymmetric Wireless Controller immagineNacon Asymmetric Wireless Controller immagine

Conclusioni

L’Asymmetric Wireless Controller è un’ottima alternativa al Dualshock 4 vista l’innegabile qualità costruttiva che lo rendono un pad adatto a qualsiasi utilizzo, genere, tipologia di sessione di gioco.

Purtroppo l’assenza della barra luminosa frontale e l’inspiegabile decisione di renderlo funzionante solo in modalità wireless, mortificano le ambizioni di un pad che, anche visto il prezzo competitivo, avrebbe realmente potuto soppiantare del tutto il controller ufficiale di PlayStation 4.

A queste condizioni, invece, il controller di Nacon resta un’alternativa validissima, ma con alcuni innegabili difetti.


 

Good

  • Qualità costruttiva innegabile
  • Tasti frontali e trigger ben proporzionati

Bad

  • Non potrete utilizzarlo con il PlayStation VR
  • Se la batteria è scarica, non potrete utilizzarlo via cavo
7

Niente male

Lost Password