fbpx

LEGO DC Super-Villains – Recensione

Acquista Ora

Cattivoni a mattoncini!

LEGO DC Super-Villains
LEGO DC Supervillains

LEGO DC Super-Villains mette i giocatori al centro di un'avventura interamente dedicata ai supercriminali, con tutti i loro personaggi e scenari preferiti dell'universo DC. Per la prima volta un gioco LEGO offre ai giocatori la possibilità di creare e vestire i panni di un supercriminale DC per tutto il gioco.

Diamo a Cesare quel che è di Cesare: potrebbero mai esistere dei supereroi senza delle nemesi? È quello che ci insegna qualsiasi produzione che si rispetti, soprattutto negli universi dei supereroi come appunto quello DC: è impossibile pensare ad un Batman senza il Joker, oppure ad un Superman senza la criptonite… ehm, volevamo dire, senza Lex Luthor.

D’altro canto parliamo di personaggi, nonostante siano villain in alcuni casi privi di morale, molto amati dagli appassionati. Ed è un po’ un controsenso perché bisognerebbe, a volte quasi per dovere morale, tifare per gli eroi. Vi basti pensare ad esempio alla folle interpretazione di Jack Nicholson nel Batman di Tim Burton, così riuscita da mettere in ombra le eroiche gesta del Cavaliere Oscuro.

Certo, non discutiamo le abilità di Batman, un supereroe che nel corso di queste decadi ne ha messi in gattabuia di super-criminali, ed è stato l’indiscusso protagonista di tante opere videoludiche, incluse quelle in versione LEGO. Ma il momento della rivincita è arrivato grazie a LEGO DC Super-Villains che vi vedrà diventare il miglior criminale che la storia ricordi.

Un titolo che ci ha incuriosito sin dal suo annuncio, che punta su un punto di vista completamente inedito in cui le vicende ruotano intorno al personaggio che andrete a creare. Abbiamo stretto delle alleanze inaspettate, e passato ore e ore per le strade di Gotham e altri luoghi iconici dell’universo DC. Dopotutto, ogni tanto, potrebbe anche non essere controproducente impersonare la parte del mascalzone.

LEGO DC Super-Villains

Scagnozzi, a me!

Supponiamo una situazione in cui i super-cattivoni, in casi di estrema necessità, siano costretti a proteggere la Terra. Lo sappiamo, sembra assurdo, ma la Injustice League deve suo malgrado ricoprire questo “scomodo” ruolo in LEGO DC Super-Villains. Certo, questo potrebbe cambiare le carte in tavola e spiazzare un po’ tutti, ma c’è un motivo. Immaginate solo per un attimo che la Justice League sia sparita e che al suo posto siano spuntati dei nuovi eroi (?) che si fanno chiamare “Justice Syndicate“. La cosa che lascia perplessi è che hanno l’aspetto dei supereroi DC, però le loro intenzioni non sembrano così nobili come lasciano intendere. Cosa vorranno? Perché hanno lasciato Terra 3?

I super-criminali ovviamente non resteranno lì a guardarli, dopotutto vogliono dominare il pianeta e non possono di certo lasciarlo nelle mani di questi sconosciuti. Queste nobili intenzioni non si rivelano tali, però qualcuno deve pur far qualcosa.

I più esperti del mondo DC conosceranno perfettamente il Sindacato del Crimine, un raggruppamento di controparti malvagie della Lega della Giustizia che compie atti ignobili su Terra 3, appartenente a quello che comunemente viene definito come Multiverso. L’inserimento di questi farabutti in LEGO DC Super-Villains ci ha fatto molto piacere, e non a caso la storia è stata scritta in collaborazione con DC Comics: potrete letteralmente seminare il caos indossando le spregiate vesti di criminali incredibilmente iconici.

Un’avventura platform colorata, avvincente e con una storia scritta in collaborazione con DC Comics

Per prima cosa mettete insieme i mattoncini e preparatevi ad affrontare l’avventura, partendo proprio dalla creazione del vostro personaggio. Avete capito bene, all’inizio del gioco dovrete dar vita a un super-criminale personalizzato che accompagnerà le scorribande per tutto il corso dell’esperienza, e che unirà inoltre le forze con la Injustice League. Vi troverete dinnanzi ad un editor tutto sommato generoso strutturato come uno schedario di polizia (che credevate? Siete o non siete dei fuorilegge?). Qui potrete darvi alla pazza gioia, scegliendo il tipo di testa, il colore, i vestiti o se indossare un mantello o semplicemente un cappello all’ultimo grido. Per i più pigri viene incontro il generatore casuale del cattivone, che crea alla meno peggio una vostra controparte più cattiva possibile (a noi è uscito fuori un pagliaccio con la benda sull’occhio, un vero terrore per coloro che hanno la fobia dei clown).

Non preoccupatevi, non è tutto legato unicamente all’aspetto estetico: potrete anche scegliere molto accuratamente l’arma di vostro interesse, tra spade, scudi, archi e oggetti bizzarri come un bel pesce di plastica (pensate che bello suonarlo in testa ai vari celerini). Qualora non siate convinti, optare per le mani nude non sarebbe comunque una cattiva idea. Prima di salvare non dimenticatevi di settare le abilità peculiari: se avete una certa esperienza con i titoli LEGO allora saprete perfettamente che ogni personaggio ha delle abilità, come l’uso del rampino per tirare giù ostacoli, tecniche di mimetizzazione, super-forza e molto altro.

LEGO DC Super Villains

Le spade? Forse era meglio un bel pesciolino come arma!

A questo punto siete pronti per darvi alla pazza gioia, a sfrecciare per le strade di Gotham oppure sgattaiolare nei vicoli di Metropolis. E preparatevi, che ce n’è da fare nelle varie città: potreste imbattervi in vari protagonisti DC pronti a chiedervi un aiuto per risolvere i loro guai. Ad esempio ci siamo imbattuti in Arsenal (Freccia Rossa) che non riusciva a far arrivare alla festa degli arcieri suoi invitati: per avere un posto d’onore siamo dovuti andare a richiamarli e ad indicargli la strada. Il premio per questa “ardua impresa” è stato lo sblocco del personaggio (acquistabile poi con i famosi gettoni).

Vi abbiamo raccontato questo piccolo aneddoto per farvi capire che la formula del gioco rimane tutto sommato invariata. Infatti nelle sezioni Open World, quindi quando non avete all’attivo una missione principale, potrete continuare a raccogliere i famigerati Mattoncini Dorati (che vi serviranno non solo per completare il titolo al 100% ma anche per decorare varie statue con pitture all’ultimo grido), aiutare i vari eroi/antieroi in difficoltà e partecipare alle gare più disparate che vanno affrontate con una tipologia di veicolo ben precisa.

I circa 20 livelli della modalità storia offrono un divertimento spensierato, in cui vestirete non solo i panni dell’eroe che avete appena creato, ma anche quelli presenti in quel momento in partita (intercambiabili come sempre con la pressione di uno specifico tasto).

La formula di gioco rimane tutto sommato invariata

L’idea di inserire un avatar non è stata una mossa totalmente sbagliata, anche perché le personalizzazione è piuttosto ricca ed è possibile editare il personaggio in qualsiasi momento, settando di conseguenza nuove armi, accessori e abilità sbloccate. È vero, l’idea è buona, ma non è così determinante e non va a stravolgere il classico gameplay che tutti gli appassionati amano da anni.

Questo da un lato è un bene perché continua ad accontentare i fan di lunga data, ma dall’altro non rinfresca quel gameplay che inizia a sentire il peso degli anni. E ben vengano l’inserimento di abilità speciali nuove, il reclutamento di scagnozzi da parte del Joker, Pinguino e Due Facce per superare posti irraggiungibili, ma la difficoltà particolarmente inesistente non rende felici anche i videogiocatori più giovani.

Lo ammettiamo, siamo estimatori dei videogiochi di Traveller’s Tales, e proprio per questo motivo riteniamo servano nuove idee capaci di migliorare alcuni aspetti e rendere il prodotto ancora più appetibile. Anche dal punto di vista dei puzzle ambientali, nonostante ne siano stati studiati di nuovi, non c’è stato quel salto qualitativo in termini di difficoltà.

La storia in compenso è ben scritta e divertente al punto giusto, in cui si continuano a portare quasi ad un livello estremo tutti i difetti della personalità dei protagonisti. Anche il doppiaggio in italiano è buono e in linea con le altre produzioni. Quello che ci è piaciuto è soprattutto la ricostruzione dei luoghi principali in cui si sviluppa il mondo aperto, tutto condito con il fascino LEGO che conosciamo perfettamente.

LEGO DC Super Villains

Harley, immortaliamo questo grande momento: vai di selfie!

In LEGO DC Super-Villains è stata introdotta una simpatica modalità fotografica che vi consente di farvi un selfie con il vostro personaggio o con qualsiasi altro vogliate. È tutto molto semplice: prendete il cellulare, mettetevi in posa, optate per un filtro – qualora lo vogliate – e “clic”, scattate la foto dei sogni. In alternativa potete anche fotografare il paesaggio o qualche tizio random mentre cammina per strada.

Il titolo diverte, mentre la storia che permette di vivere le vicende di super-cattivi contro super-cattivoni è geniale, scritta con uno humor sempre sopra le righe e che farà sicuramente la felicità degli appassionati di LEGO (piccoli e non), ma soprattutto dei fan del mai intramontabile universo DC. È meraviglioso vedere protagonisti dei furfanti della Injustice League che prendono tra le loro fila l’avatar personalizzato del giocatore: questo rende il gioco ancora più immersivo.

La nostra speranza è quella di vedere nel prossimo futuro una vera e propria evoluzione del brand, capace di consegnare qualcosa di realmente inedito dal punto di vista del gameplay, anche perché c’è poco da dire per quel che riguarda la narrativa.

Conclusioni

Quante volte abbiamo sognato di interpretare la parte dei super-cattivi in un videogioco a loro dedicato, indistintamente dall’universo di appartenenza? Ci hanno pensato Warner Bros e Traveller’s Tales con LEGO DC Super-Villains, in un mix di humor e cattivoni in formato mattoncino danese.

Questa nuova avventura mette il giocatore nei panni di un farabutto da personalizzare a proprio piacimento decidendone l’aspetto, le armi e anche le abilità uniche, che si unisce all’Injustice League per liberare il mondo dal Sindacato del Crimine.

Il risultato è un’avventura platform colorata, avvincente e con una storia scritta in collaborazione con DC Comics. A parte qualche inserimento a livello di abilità, il gameplay rimane più o meno in linea con quelle delle altre produzioni LEGO, che da un lato continua a portare in alto il detto “formula vincente non si cambia” ma dall’altro non dà effettivamente una svecchiata ad una formula che ha già qualche anno sulle spalle.

Ci avrebbe fatto molto piacere assistere a qualcosa di veramente inedito dal punto di vista del gameplay, nonostante la personalizzazione risulti essere parecchio azzeccata, e ad una difficoltà che puntasse di più verso l’alto.

All’atto pratico diverte, e probabilmente è quello che ci si deve aspettare da un titolo di questo tipo, che porterà via parecchie ore a chi ama i collezionabili e a completare tutto al 100%. LEGO DC Super-Villains conferma la volontà del team di creare nuovi videogiochi basati sul mondo DC in formato LEGO, ma forse è arrivato il momento di osare un pochino di più.

Good

  • Impersonare i Super-Villains in un videogioco LEGO è molto originale
  • Storia piacevole scritta in collaborazione con DC Comics
  • Solito humor stellare che i fan gradiranno sicuramente
  • La creazione e l'inserimento dell'avatar all'interno delle vicende è abbastanza convincente
  • I selfie hanno il loro perché

Bad

  • Nessuna particolare innovazione rispetto agli altri giochi LEGO
  • Difficoltà inesistente
7.4

Niente male

Da quando ha viaggiato nel tempo a bordo della Time Machine DeLorean DMC-12 la sua vita è cambiata radicalmente. Amante dei viaggi del tempo, predilige le console dai tempi del NES. Inguaribile Nerd e divoratore di serie TV.

Lost Password