fbpx

Injustice 2: Legendary Edition – Recensione

Acquista Ora

Un ritorno leggendario

Injustice 2
Injustice 2 Legendary Edition

Injustice 2 prosegue l’epica e cinematografica storia di Injustice: Gods Among Us con Batman e i suoi alleati che lavorano per rimettere insieme i pezzi della società combattendo contro coloro che vorrebbero ripristinare il regime di Superman. Nel mezzo del caos una nuova minaccia si palesa mettendo a rischio l’esistenza stessa della Terra.

Dopo quasi un anno dalla sua uscita originale su console e circa sei mesi dal suo arrivo su PC, Injustice 2 torna sui nostri sistemi in un’edizione pregevole e completa, che comprende tutti i contenuti scaricabili rilasciati da NetherRealm Studios più alcune piccole migliorie studiate dopo mesi di ossessivo playtesting dal day one. Injustice 2: Legendary Edition porta il fighting game dei supereroi ad un nuovo livello, perfezionando già l’ottimo package offerto dall’edizione “vanilla“.

Injustice 2 ha rappresentato balzo evolutivo per tutti i picchiaduro di stampo occidentale, nonché una nuova pietra miliare per tutti i fan dei multiversi di DC Comics. Sulla storyline di Injustice sono stati creati fumetti, clip animate e il gioco Warner Bros è persino citato nel blockbuster hollywoodiano Batman Versus Superman, senza contare il cameo dei supereroi NetherRealm nel recente film di Steven Spielberg, Ready Player One. La storia di questo universo alternativo è nota praticamente a tutti, ma per i pochi che non lo sapessero tutto parte (come sempre) dal Joker: la nemesi dell’uomo pipistrello ha creato un piano terribile, che coinvolge niente di meno che Superman. Drogando l’uomo d’acciaio con tossine allucinatorie a base di Kryptonite, Joker fa uccidere Lois Lane da Superman: inutile dire che il kryptoniano ne esce distrutto, e abbatte il clown di Gotham immeditamente dopo al suo tragico lutto, rimproverando Batman di essere stato troppo “buono” con il pallido psicopatico. La psiche dell’uomo d’acciaio viene ulteriormente scossa dalla distruzione di Metropolis, sempre ad opera del Joker: dello storico paladino della giustizia non rimane nulla, e quello che c’è ora è un juggernaut inarrestabile ed omicida, consumato dal desiderio di vendetta e ubriaco di potere. Un Superman diverso, un dittatore psicopatico che non esita a uccidere chiunque non la pensi come lui.

Injustice 2: legendary edition

Dove il primo Injustice si conclude con la cattura di questo malvagio Superman, il secondo capitolo inizia introducendo la nuova nemesi della Justice League, il terribile Brainiac, un distruttore, un collezionista di mondi senza pietà né umanità. Praticamente un altro psicopatico da manuale. Brainiac invade (pensate un po’) la Terra dando il via ad una campagna interessante, divisa in dodici capitoli e carica di colpi di scena, easter egg e scazzottate galattiche che non sfigurerebbero nei moderni cinecomic. La narrazione di Injustice 2 si attesta su di un buon livello, riuscendo anche a giustificare il fatto che “persone comuni” come Batman, Robin e Nightwing riescano a menare le mani con metaumani del livello di Flash, Aquaman, Cyborg e Superman. Ogni capitolo della campagna ci vedrà impegnati in quattro stage di lotta conditi da ottime cutscenes, mentre il gioco ci darà la possibilità di scegliere come affrontare ogni scontro, mettendoci a disposizione due eroi fra i quali scegliere prima dell’inizio del combattimento. A livello di storia e interazione con la narrazione, non ci sono differenze con la versione originale di Injustice 2, e la campagna principale rimane una delle migliori mai realizzate per un picchiaduro.

NetherRealm ha migliorato ulteriormente il cocktail offerto dal suo Injustice 2 aggiungendo ai già ventinove personaggi disponibili i nove rilasciati durante l’anno sotto forma di contenuti scaricabili. Ci ritroveremo quindi un roster di tutto rispetto, con elementi provenienti da differenti franchise, come quello di Mortal Kombat o quello di Dark Horse. I nuovi combattenti comprendono il tirannico Darkseid, rilasciato già al day one per chi aveva prenotato il gioco;  l’arcinemico di Aquaman, Black Manta; il dio del tuono di Mortal Kombat, Raiden; l’indimenticabile Hellboy di Mike Mignola; Leonardo delle Tartarughe Ninja (!); Cappuccio Rosso alias Jason Todd, un ex-Robin; Starfire, una vecchia conoscenza dei Teen Titans; infine Atomo, il supereroe che si rimpicciolisce. Vedere le tartarughe ninja interagire con Superman e Batmanè già una sorta di siparietto divertente di per sé, ma vi consigliamo comunque di provare tutti i combattenti per godervi tanti piccoli easter egg che faranno la gioia dei fan più appassionati.

NetherRealm ha migliorato ulteriormente il cocktail offerto dal suo Injustice 2

Esattamente come nel gioco originale, ogni personaggio è ottimamente caratterizzato da pose iconiche, modi di fare particolari e un look inconfondibile. Ciascuno dei combattenti è dotato di un set di mosse molto semplici da eseguire e spesso spettacolari, e NetherRealm ha deciso di rendere ancora più user-friendly il suo ultimo picchiaduro introducendo con la Legendary Edition un nuovo tutorial avanzato che permetterà ai giocatori di prendere confidenza con uno qualunque dei lottatori presenti nell’ampio roster. Potrete quindi fare pratica con le varie combo e le “supermosse” che il gioco vi mette a disposizione, eseguibili premendo i due grilletti del pad quando la barra dedicata (super meter) sarà carica. L’edizione Legendary porta con sé anche un nuovo set di skin e armature per i nostri eroi preferiti, dando ancora più possibilità di personalizzazione al giocatore. Se possibile, NetherRealm ha reso il suo picchiaduro ancora più accessibile mantenendone la profondità, creando un prodotto completo e soddisfacente in grado di competere facilmente con qualunque altro concorrente presente oggi sul mercato.

L’infrastruttura del comparto multigiocatore è stata resa ancora più solida dopo quest’ultimo anno di playtesting, rendendo di fatto l’esperienza online particolarmente veloce e appagante. Non abbiamo riscontrato problemi di sorta in nessun match online, riuscendo a svolazzare tranquillamente fra vittorie e sconfitte senza intoppi. Se c’è una critica da fare a questa riedizione deluxe di Injustice 2 è probabilmente la mancanza di coraggio nell’osare qualcosa di più: la Legendary Edition offre ben poco oltre ai nuovi personaggi, e avrem2mo gradito qualche piccola rivoluzione (un po’ come è accaduto per Street Fighter V: Arcade Edition) invece che una mera ristampa che sa più di greatest hits che non di gioco nuovo a tutti gli effetti. Ma a parte questo è innegabile che il titolo sia uno dei più completi e divertenti picchiaduro oggi disponibili, e vale assolutamente la spesa, specie se non ci si è mai avvicinati prima alla serie di NetherRealm.

Conclusioni

La Legendary Edition di Injustice 2 è una riedizione completa di tutto quello che avete amato del gioco classico. NetherRealm ha riconfezionato il suo picchiaduro di punta, rendendolo ancora più accessibile, più completo e se possibile più divertente. Tutti i punti di forza del gioco originale permangono: la storia, ben realizzata e sceneggiata all’altezza di un cinecomic; l’incredibile quantità di elementi per personalizzare il nostro eroe;  la semplicità della curva di apprendimento, unita ad una profondità davvero sorprendente

Peccato che lo studio di Chicago non abbia osato un po’ di più, magari proponendo una nuova modalità o qualche altro add-on che migliorasse la fruizione del gioco. Tuttavia è impossibile non consigliare Injustice 2: Legendary Edition a tutti gli appassionati di fighting games, a tutti gli amanti dell’universo DC che non abbiano ancora messo le mani sull’ultimo lavoro di Ed Boon e soci. Per i giocatori di vecchia data c’è ben poco che la Legendary Edition possa offrire a coloro che abbiano già acquistato i contenuti scaricabili del gioco originale; a loro consigliamo di rimandare l’acquisto, magari insieme ad un taglio di prezzo.


Good

  • Il più grande roster mai visto su Injustice
  • Nuovo tutorial avanzato per padroneggiare meglio i personaggi
  • Tutto quello che avete amato di Injustice 2

Bad

  • Si poteva osare un po' di più
8.8

Imperdibile

Nato nel medioevo videoludico, i fantastici anni ’80, Amedeo è cresciuto con i grandi classici del gaming, passando per tutte le console sulle quali riuscisse a mettere le mani. Appassionato fino alla morte di Star Wars e The Witcher, vive fra mondi fatti di LEGO e GDR cartacei. Nel tempo libero gli piace dare legnate in palestra e leggere libri.

Lost Password