fbpx

Disgaea 5 Complete – Recensione

Prinny tascabili

Disgaea 5 Complete – Recensione
Disgaea 5 Complete – Recensione
Data di Uscita:Genere:PEGI:Sviluppatore:Editore:Versione Testata:

Disgaea 5 Complete è, come suggerisce il titolo, l’edizione definitiva di Disgaea 5: Alliance of Vengeance, uscito nel 2015 in esclusiva su Playstation 4 e oggi disponibile su Nintendo Switch. Ma Disgaea è anche una serie storica e storicamente legata al brand Playstation fin dalla prima apparizione su Playstation 2: la mossa di NiS è sicuramente interessante, anche e soprattutto per la libreria di Nintendo Switch, che nei suoi primi mesi di vita vede inserito tra le fila del suo parco titoli un j-rpg tattico di indubbio spessore, come suggerito dalla nostra recensione originale.

Un gradito antipasto in attesa di un Fire Emblem esclusivo, ma forse anche qualcosa di più per gli appassionati di giochi di ruolo tattici e di un gusto dell’eccesso tipicamente nipponico. Resta quindi da capire quanto l’offerta possa essere interessante in ottica “rilancio”, soprattutto per chi all’epoca non ha avuto occasione di giocarlo o, vista la natura di nicchia della saga, di approcciarsi per la prima volta alla serie Nippon Ichi. Ma procediamo con ordine, dood!

Iniziamo col dire che la premessa dietro Disgaea 5 Complete è pura follia: i Netherworld, veri e propri mondi abitati da demoni e creature più disparate, sono minacciati da Void Dark, un Overlord di un certo spessore che è riuscito a soggiogare quasi tutti i Netherworld sotto il suo impero, dando vita ad una vera e propria legione chiamata “The Lost”. Qui intervengono uno (o forse due?) overlord, Seraphine e Killia, di fatto i due protagonisti dell’avventura: una è una succube del Gorgeous Netherwold, promessa in sposa a Void Dark per ragioni politiche, ma ribellatasi al suo destino e in cerca di vendetta; l’altro è un guerriero silenzioso, apparentemente dalla memoria confusa e alla ricerca di risposte, che lo porteranno a “viaggiare” per vendicarsi di Void Dark in compagnia della bella e esigente Seraphine.

I personaggi di Disgaea 5 sono variopinti e magnificamente caratterizzati

Ovviamente, non mancano i Prinny, stavolta (a dire il vero sempre) schiavi e servitori di Seraphine, che si fa beffe della loro inadeguatezza per soddisfare il suo narcisismo. Perché vi stiamo dicendo questo? Molto semplice: Disgaea 5 Complete è un concentrato di follia e umorismo tipicamente nipponico, con quel taglio da slapstick comedy che rende ogni dialogo e personaggio una possibilità per far sorridere o divertire il giocatore. Eppure è anche molto altro, e va a scavare in una storia dalle tinte estremamente bizzarre e fantasy un racconto di vendetta e volontà che, in alcuni passaggi, riesce ad essere anche piuttosto dark.

I personaggi di Disgaea 5 sono variopinti e magnificamente caratterizzati: da Seraphine, e la sua desiderosa voglia di dominare tutti gli uomini del mondo tenendo alto il suo nome, al barbaro e buzzurro Red Magnus, con i suoi problemi di mutande (anche agli Overlord tocca indossare intimo); Disgaea 5 Complete ha dalla sua un cast memorabile, che a tratti ricorda per metodi e personalità quello del primo indimenticabile capitolo, valorizzato da una scrittura (con un doppiaggio e traduzione inglese di tutto rispetto) frizzante, e dalla presenza di scenette che approfondiscono il rapporto “giornaliero” tra i bizzarri protagonisti. C’è tanto da vedere e da giocare poi, perché alle decine e decine di ore necessarie a portare a termine la storia principale, Disgaea 5 Complete è davvero completo, includendo tutti i DLC usciti sull’originale e accessibili fin da subito, dando al titolo una mole contenutistica piuttosto importante.

disgaea 5 complete recensione

Contenuti e contenuti quindi, che si estendono su vari livelli ma che poggiano tutti sulle stessa fondamenta, ovvero quelle di un j-rpg tattico a turni: non Fire Emblem ma qualcosa di differente, che pone l’accento sulla spettacolarità e su una strategia che fa più affidamento alla capacità di sfruttare appieno i propri personaggi. Disgaea 5 è un titolo moderatamente impegnativo, richiede testa e pazienza per essere capito a pieno, soprattutto nelle prime ore di gioco, ma è davvero un gran giocare. Abbiamo infatti, in battaglia, mappe dalla varia conformazione: ci si muove su caselle e si attacca con la stessa logica, prestando attenzione alle distanze e alla posizione dei nemici.

Al di là di un focus piuttosto classico su questi aspetti, Disgaea 5 Complete diventa qualcosa di più quando si fanno i conti con le caselle influenzate dai cubi geo, che danno svariati bonus o malus al terreno di gioco (e vanno spesso distrutti), e dalla possibilità di impilare i propri personaggi per attaccare in modi inediti o per lanciare una propria unità in un punto vantaggioso della mappa. Il gameplay strategico diventa quindi ricco di possibilità, laddove rispetto ad altri esponenti del genere è richiesta, tramite l’utilizzo delle mosse speciali (altamente spettacolari) di infliggere quanti più danni è possibile nel minor tempo possibile, aumentando la barra e riuscendo così ad ottenere, una volta assicurata la vittoria, svariati bonus per il nostro party. Non meno interessante è il Revenge Mode, una peculiare idea di gameplay che, se utilizzata con sapienza, potrà ribaltare le sorti dello scontro: si tratta in sostanza di un’ulteriore barra da tenere in considerazione, che si riempe quando un alleato viene colpito nelle vicinanze e in maniera più pronunciata quando muore; diventa quindi interessante approcciare gli scontri tenendola in considerazione, magari muovendo alcune unità in maniera ravvicinata per poi sfruttare le possibilità offerte dalla “modalità vendetta”, come il costo ridotto delle mosse speciali e alcune caratteristiche specifiche degli Overlord, da Red Magnus in versione gigante ad un ammaliante attacco di Seraphine per confondere i nemici maschi sulla mappa.

Disgaea 5 Complete è un’esperienza strategica di grande spessore nonché un’aggiunta di livello nella libreria di Nintendo Switch

È un sistema di gioco piuttosto classico, nonostante tutto, ma che riesce ad essere estremamente peculiare proprio per i propri personaggi: al di là degli Overlord e dei protagonisti su cui assumeremo il controllo, le varie unità reclutabili, estremamente personalizzabili nelle loro statistiche e nel loro equipaggiamento, nonché sempre differenziate tra loro, permettono di effettuare strategie, combo e attacchi sempre nuovi, stimolando il giocatore a sperimentare per avere la meglio sull’impegnativa sfida che ha di fronte. Come vi accennavamo poc’anzi, Disgaea 5 Complete è un titolo impegnativo, e richiede una buona dose di grinding, da effettuare nell’Item World (dungeon generati dal proprio equipaggiamento e dalle grandi ricompense) e assolutamente necessari affinché il nostro party sia all’altezza dei nemici che l’avventura principale ci parerà davanti. In questo senso Disgaea 5 Complete potrebbe rivelarsi piuttosto esigente per i non avvezzi al genere, o alla serie, sia per la capacità strategica richiesta quanto per l’esigenza di grindare andando incontro ad una ripetitività che alla lunga potrebbe sfinire il giocatore. A volte Disgaea 5 Complete risulta anche eccessivamente verboso, con un’interfaccia piuttosto piena di informazioni, a volte confusionaria e poco intuitiva che svilisce l’immediatezza di un gameplay altrimenti eccellente.

Graficamente Disgaea 5 Complete si conferma un piccolo gioiellino, adottando sempre la classica visuale isometrica, con personaggi e mappe in alta risoluzione e in generale una bolgia di colori, effetti e “chiasso” da cui è difficile staccare gli occhi, soprattutto nella sua modalità portatile. Nintendo Switch è spesso incensata per questa rinnovata possibilità di godere di titoli casalinghi nella comodità del piccolo schermo: Disgaea 5 Complete è una goduria da giocare e vedere in questa modalità, con una risoluzione a 720p (laddove invece passa a 1080p in modalità TV) ed una brillantezza dei colori semplicemente incantevole. Non nascondiamo che abbiamo giocato spesso proprio in questo modo, lasciandoci coinvolgere dai colori ed i suoni nella comodità del piccolo schermo e della sua sorprendente efficienza.

Conclusioni

Disgaea 5 Complete è un’esperienza strategica di grande spessore nonché un’aggiunta di livello nella libreria di Nintendo Switch. Dalla completezza dei contenuti di questa specifica versione, Disgaea 5 Complete trae giovamento ponendosi come un ottimo punto di partenza per godere della serie Nippon Ichi, o semplicemente per avere tra le mani, probabilmente, la sua versione definitiva.

Definitiva perché oltre ad una narrazione divertente e appassionante, e ad un gameplay altrettanto riuscito (nonostante qualche aspetto discutibile), la versione Nintendo Switch è una goduria da giocare in modalità portatile: comodità ovviamente relegata a questa versione. E quindi, se cercate un jrpg strategico di qualità e avete un Nintendo Switch, Disgaea 5 Complete fa proprio al caso vostro.

Good

  • I trofei della versione PS4
  • Narrazione esilarante ed appassionante
  • Gameplay divertente e profondo
  • In modalità portatile è splendido

Bad

  • Interfaccia a volte confusionaria
  • Tanto grinding, alla lunga ripetitivo
8.7

Imperdibile

Inizia la sua carriera videoludica con un Game Boy e una cartuccia di Wario Land. Da allora non ha più smesso, e continua a perdere decimi all'occhio destro giocando a The Legend of Zelda e a qualsiasi titolo stuzzichi il suo (finissimo, a detta di molti) palato da videogiocatore. Quando non gioca si dedica al perfezionamento della sua imitazione di Joe Bastianich, senza disdegnare la compagnia di un buon film.

Lost Password