fbpx

Le prime Specifiche Ufficiali di PlayStation 5

Da Mark Cerny i primi dettagli sulla prossima PlayStation

PlayStation 5

Sembra che il successore di PlayStation 4 sia in dirittura di arrivo: Mark Cerny, lead architect pesso Sony Interactive Entertainment ha parlato oggi sulle pagine di Wired a proposito di cosa aspettarsi da una ipotetica PlayStation 5, che dovrebbe arrivare il prossimo anno: Cerny ha infatti affermato che un lancio nel 2019 è totalmente da escludere, ma che i dev kit sono già stati distribuiti alle principali software house in modo da concedere il tempo necessario allo sviluppo dei titoli next gen.

Mark Cerny è attualmente il principale architetto della prossima generazione di PlayStation, e sta cercando di integrare i desideri degli sviluppatori e degli utenti in una nuova macchina in grado di portare l’esperienza di gioco su di un nuovo livello.

Sotto la scocca

Al cuore della nuova PlayStation ci sarà un processore AMD Ryzen otto core costruito sulla nuova microarchitettura 7nm Zen 2. La GPU sarà invece una variante custom della famiglia Navi di Radeon, che avrà anche il supporto alla tecnologia ray tracing, una tecnica software che simula la rifrazione della luce e le sue interazioni negli ambienti in tre dimensioni. Il chip AMD include anche un’unità personalizzata per l’audio 3D che secondo Cerny ridefinirà ciò che il comparto audio può fare all’interno dell’esperienza videoludica. La prossima console di Sony vuole dimostrare quanto sia possibile cambiare un gioco anche partendo dall’audio, avendo abbastanza potenza hardware da investire: il risultato, afferma Cerny, farà sentire il giocatore completamente immerso nell’esperienza, con suoni che arrivano dall’alto, da dietro e dai lati.

“La domanda chiave” ha dichiarato Cerny, “è se la console possa aggiungere un nuovo livello sull’esperienza che già conosciamo, o se consente cambiamenti drastici in quello che può essere considerato un gioco.” E la risposta a questa domanda, per Mark Cerny, è un SSD di nuova generazione.

Velocità e controllo

Per dimostrare la velocità della nuova console, Mark Cerny ha utilizzato una PS4 Pro con Marvel’s Spider-Man, il titolo di punta di Insomniac Games. Il viaggio rapido nel gioco impiega circa 15 secondi, mentre facendo la stessa cosa su un dev kit “a bassa velocità” dell’ipotetica PlayStation 5 il tempo impiegato è di 0,8 secondi. Un risultato davvero impressionante, che non andrà a incidere solamente sulla velocità di caricamento ma anche (e sopratutto) sulla velocità degli oggetti a schermo. Sempre utilizzando Spider-Man come benchmark, Cerny ha dimostrato quanto la velocità dell’uomo ragno non possa aumentare oltre a un certo punto, perché rischierebbe di superare la velocità con la quale il sistema riesce a recuperare i dati dal disco rigido.

Nella nuova console, questo problema scompare e ora la telecamera di Spider-Man è talmente veloce da muoversi come se fosse attaccata ad un motore a reazione. Cerny non è sceso nei tecnicismi per quanto riguarda le caratteristiche dell’SSD, dichiarando però che il disco rigido della prossima PlayStation avrà una larghezza di banda superiore a qualsiasi SSD disponibile attualmente per PC.

Dischi e Retrocompatibilità

Cerny ha inoltre accennato al fatto che la prossima PlayStation non sarà una macchina “solo digitale” ma leggerà supporti fisici, presumibilmente Blu-Ray, e (questa è una gran notizia) che sarà retrocompatibile con i giochi PS4, in quanto basata su buona parte dell’architettura dell’attuale console.

Realtà virtuale

Il lead architect non ha voluto entrare nei dettagli per quanto riguarda i piani futuri per la realtà virtuale, ma ha sottolineato che è “molto importante” per Sony e ha assicurato che l’attuale headset PS VR sarà compatibile con la nuova console.

Non ci sono ovviamente indicazioni riguardo una possibile fascia di prezzo, anche se gli analisti prospettano una price tag che oscilli fra i 399 e i 499 euro. Non ci resta che attendere il momento in cui Sony svelerà al mondo intero la sua nuova console, mostrandoci un video simile a quello che trovate qui sotto.


Nato nel medioevo videoludico, i fantastici anni ’80, Amedeo è cresciuto con i grandi classici del gaming, passando per tutte le console sulle quali riuscisse a mettere le mani. Appassionato fino alla morte di Star Wars e The Witcher, vive fra mondi fatti di LEGO e GDR cartacei. Nel tempo libero gli piace dare legnate in palestra e leggere libri.

Lost Password