fbpx
La realtà virtuale arriva su Switch… con Nintendo Labo: Kit VR

Nintendo Labo

Switch
Acquista Ora
7.1

ia Utenti

La realtà virtuale arriva su Switch… con Nintendo Labo: Kit VR

Perché comprare un visore già assemblato quando puoi costruirne uno?

La realtà virtuale arriva su Switch… con Nintendo Labo: Kit VR

Abbiamo visto come Microsoft al momento sia concentrata unicamente sulla Realtà Aumentata di HoloLens 2 e non sia particolarmente interessata alla VR come Sony, ma anche Nintendo sembra pronta ad esplorare questo settore… ovviamente a modo suo.

Se PlayStation VR era l’unico visore per console e uno dei più economici in circolazione quello per Switch lo è ancora di più, ma bisogna costruirlo con le proprie mani.

Il dispositivo infatti è parte del nuovo Nintendo Labo: Kit VR, quarta espansione in arrivo il 12 aprile che comprende tutti gli strumenti e materiali per costruire il visore e i Toy-con necessari per esplorare le varie esperienze in VR comprese nel gioco.

Tra queste si potrà respingere un’invasione aliena con il blaster Toy-Con, visitare un colorato oceano e scattare foto delle creature marine con la fotocamera Toy-Con e molto altro.

Il funzionamento è molto simile a quello visto per Google Carbdoard e altri visori “fai-da-te” in cui l’hardware vero e proprio è rappresentato dallo smartphone stesso, e anche in questo caso Switch viene inserita nel visore di cartone per far funzionare il tutto.

Naturalmente la console è molto più pesante e ingombrante rispetto ad uno smartphone, per cui tutte le esperienze sono pensate in modo da poter semplicemente tenere il visore con le mani all’altezza degli occhi senza cinghie che lo fissano alla testa, favorendo così il rapido scambio con altri amici durante le sessioni e permettendo a tutti di immergersi immediatamente nelle varie esperienze.

Nintendo Labo: Kit VR sarà disponibile in due configurazioni primarie: una che include tutti i Toy-Con e una che include una selezione più piccola di progetti per iniziare:

  • Nintendo Labo: Kit VR (80,98 euro): il Nintendo Labo: Kit VR completo include il software per Nintendo Switch e i materiali per costruire tutti e sei i Toy-Con: il visore VR Toy-Con, il blaster Toy-Con, la fotocamera Toy-Con, l’uccello Toy-Con, il pedale eolico Toy-Con e l’elefante Toy-Con. Sono inoltre inclusi un portaschermo e un supporto di sicurezza.
  • Nintendo Labo Toy-Con 04: Kit VR – Set base + blaster (40,98 euro): il Set base include il software per Nintendo Switch, più tutte le parti necessarie per creare il visore VR Toy-Con e il blaster Toy-Con, oltre al portaschermo e al supporto di sicurezza.

Acquistando il secondo kit si potranno recuperare separatemente le altre esperienze racchiuse in due pack venduti a parte e che comprendono rispettivamente:

  • Nintendo Labo: Kit VR – Set di espansione 1: il Set di espansione 1 include l’elefante Toy-Con e la fotocamera Toy-Con.
  • Nintendo Labo: Kit VR – Set di espansione 2: il Set di espansione 2 include il pedale eolico Toy-Con e l’uccello Toy-Con.

Si tratta quindi di un visore decisamente particolare e molto più limitato di PlayStation VR, ma come primo contatto con questa tecnologia è una delle soluzione più economiche sul mercato… senza dimenticare il divertimento nel costruire con le proprie mani il visore, caratteristica principale dei kit di Nintendo LABO.

Entrambi i kit (e le relative espansioni) si possono prenotare sul sito GameStop.it e nei negozi, li trovate tutti a questo indirizzo. Vi ricordiamo che saranno disponibili a partire dal 12 aprile, naturalmente solo su Nintendo Switch


Il suo sogno è vedere un giorno la fine delle console war e tornare ai tempi in cui si giocava per divertirsi, non per contare i pixel o i frame. Nel profondo è consapevole che si tratta di un'utopia, ma nel frattempo lui si gode tutte le piattaforme disponibili sul mercato senza rinunciare a nulla, alla faccia dei fanboy. Ha una ossessione al limite del maniacale per Batman, Star Wars e il collezionismo di statue e Collector's Edition di videogiochi, tanto che la madre ancora si chiede perché semplicemente non si droghi come tutti i ragazzi della sua età... di sicuro spendeva di meno.

Lost Password