fbpx
Anthem

Anthem

PC PS4 Xbox One
Acquista Ora
7.3

Niente male

7.6

ia Utenti

EA risponde sul caso dello Youtuber costretto ad eliminare la recensione negativa di Anthem

Solo un grande malinteso?

Anthem

Qualche giorno fa aveva fatto scalpore la notizia di Gggmalives, uno Youtuber che, a detta sua, era stato costretto da EA a rimuovere la sua recensione negativa di Anthem.

Sempre secondo la sua testimonianza inoltre EA lo avrebbe inserito in una “lista nera”, ma a quanto pare le cose non sono andate esattamente in maniera così tragica.

EA infatti è intervenuta sulla questione, e tramite un portavoce ha specificato come semplicemente fossero state violate alcune delle regole del programma di sponsorizzazione, chiedendo quindi di eliminare il video e ricaricarlo con alcune correzioni ma senza modificarne i contenuti.

Il nostro programma Game Changers non è progettato per pagare per avere recensioni positive. Non crediamo in questo metodo. In questo caso alcune condizioni per la sponsorizzazione di questo specifico video non sono state raggiunte – ed è qualcosa su cui aderiamo molto rigorosamente – per cui abbiamo chiesto la rimozione e correzione del video. Non abbiamo chiesto di modificare i contenuti della recensione o messo in una “lista nera” il creatore.

Incoraggiamo i membri di Game Changers ad essere onesti nei loro contenuti, è una delle parti più importanti del programma e la community ha fiducia in loro proprio per questa onestà.

Effettivamente Gggmanlives ha successivamente ricaricato la sua recensione eliminando solo la parte della sponsorizzazione EA ma senza modificarne il contenuto, per cui non si può parlare di vera e propria censura.

Non sono state specificate tuttavia quali regole del contratto siano state violate, ma speriamo che questo episodio sia stato solo un grosso malinteso e che non ci siano altre motivazioni più gravi.

Nel frattempo se volete leggere la nostra recensione la potete trovare qui.


Fonte

Il suo sogno è vedere un giorno la fine delle console war e tornare ai tempi in cui si giocava per divertirsi, non per contare i pixel o i frame. Nel profondo è consapevole che si tratta di un'utopia, ma nel frattempo lui si gode tutte le piattaforme disponibili sul mercato senza rinunciare a nulla, alla faccia dei fanboy. Ha una ossessione al limite del maniacale per Batman, Star Wars e il collezionismo di statue e Collector's Edition di videogiochi, tanto che la madre ancora si chiede perché semplicemente non si droghi come tutti i ragazzi della sua età... di sicuro spendeva di meno.

Lost Password