fbpx

RIOT: Civil Unrest scatena la rivolta su PC e console a febbraio

Sarete dalla parte dei manifestanti o delle forze dell'ordine?

RIOT: Civil Unrest scatena la rivolta su PC e console a febbraio

IV Productions, un piccolo studio indipendente italiano, ha annunciato l’arrivo di RIOT: Civil Unrest su PC il 5 febbraio, mentre su PlayStation 4, Xbox One e Nintendo Switch sarà disponbile il 7 febbraio.

Il gioco si presenta come simulatore strategico che ricrea alcune delle più famose rivolte degli ultimi anni, come Oakland in California, Tahrir Square in Egitto e Caracas in Venezuela, ma la versione PC permetterà anche di creare delle manifestazioni inedite tramite l’apposito editor.

Si potranno prendere le parti sia dei protestanti che delle forze dell’ordine, così da osservare gli eventi da entrambi i punti di vista e decidere se tentare un approccio pacifico o violento, ognuno naturalmente con diverse conseguenze sull’esito delle manifestazioni.

L’idea di RIOT: Civil Unrest è nata da Leonard Menchiari, un giovane italiano che nel 2011 è rimasto coinvolto nella manifestazione dei NO-TAV e ha deciso di realizzare un titolo che ci mettesse al centro di questi eventi, analizzando anche la psicologia dietro alcuni ideali e motivazioni per cui spesso le cose degenerano nel caos.

Lo stile grafico adottato è quello della pixel art, e potete farvi un’idea del gioco con il trailer qui di seguito.


Il suo sogno è vedere un giorno la fine delle console war e tornare ai tempi in cui si giocava per divertirsi, non per contare i pixel o i frame. Nel profondo è consapevole che si tratta di un'utopia, ma nel frattempo lui si gode tutte le piattaforme disponibili sul mercato senza rinunciare a nulla, alla faccia dei fanboy. Ha una ossessione al limite del maniacale per Batman, Star Wars e il collezionismo di statue e Collector's Edition di videogiochi, tanto che la madre ancora si chiede perché semplicemente non si droghi come tutti i ragazzi della sua età... di sicuro spendeva di meno.

Lost Password