fbpx

Nintendo annuncia i controller NES per Switch, ma non mancano le polemiche

Solo per veri nostalgici

Nintendo annuncia i controller NES per Switch, ma non mancano le polemiche

Qualche giorno fa Reggie Fils-Aime aveva dichiarato che il servizio online di Nintendo non avrebbe copiato la concorrenza, ma che avrebbe offerto dei servizi e vantaggi esclusivi ai suoi abbonati.

Tutti si sono chiesti quali sarebbero stati questi vantaggi, e finalmente è stato annunciato il primo, ovvero un paio di controller NES per giocare ai giochi retrò.

Si tratta di repliche esatte del controller NES originale, così da avere la sensazione di giocare alla storica console di Nintendo. Naturalmente sono state fatte alcune modifiche, come l’aggiunta dei tasti L e R (che servono rispettivamente a catturare screenshot e tornare al menù principale), la tecnologia wireless e il meccanismo per ricaricarli attaccandoli alla console esattamente come dei Joy-con.

Tutto fantastico quindi ma… c’è sempre un ma. Anzi più di uno. Per prima cosa si accennava a qualcosa di esclusivo per gli utenti Nintendo Online, e infatti è esattamente così: i controller possono essere acquistati dal sito Nintendo solo da chi iscritto a pagamento al servizio Nintendo Online, al costo di 59,99 euro.

Inoltre, nonostante funzionino alla fine come dei Joy-con, i controller sono compatibili unicamente con i titoli NES scaricabili gratuitamente ogni mese con Nintendo Online.

Questo ha scatenato diverse polemiche tra gli appassionati che hanno bombardato il trailer dei controller con dei “dislike” e commenti negativi riguardo il servizio ritenuto ancora troppo scadente e il costo eccessivo dei controller, essendo limitati a pochi giochi.

Potete vedere il filmato qui di seguito, e se il vostro spirito collezionistico e nostalgico vi impone di acquistare i controller NES potete effettuare l’ordine a questo indirizzo, mentre qui trovate tutte le novità dell’eShop.


Il suo sogno è vedere un giorno la fine delle console war e tornare ai tempi in cui si giocava per divertirsi, non per contare i pixel o i frame. Nel profondo è consapevole che si tratta di un'utopia, ma nel frattempo lui si gode tutte le piattaforme disponibili sul mercato senza rinunciare a nulla, alla faccia dei fanboy. Ha una ossessione al limite del maniacale per Batman, Star Wars e il collezionismo di statue e Collector's Edition di videogiochi, tanto che la madre ancora si chiede perché semplicemente non si droghi come tutti i ragazzi della sua età... di sicuro spendeva di meno.

Lost Password