fbpx
Kojima The Last of Us

Death Stranding

Best Trailer - E3 2018
PS4

Per Hideo Kojima fare giochi è come essere uno chef

MasterChef

Kojima The Last of Us

Creare videogames non è di certo un mestiere facile, e sono pochi coloro che possono essere definiti dei veri maestri in questo ambito.

Hideo Kojima rientra sicuramente in questa categoria, e in molti si chiedono come riesca a sfornare sempre dei capolavori. Kojima ha voluto quindi paragonare la sua professione a quella di uno chef, come potete vedere nel Tweet qui di seguito.

Realizzare i giochi è come cucinare, per fare un esempio. Lo chef decide il menù delle portate, sceglie gli ingredienti, i mezzi e i metodi da usare per cucinare. Poi prenderà in analisi ciascuna portata valutandone aspetto, odore, sapore, suono. Inifine dovrà vedere la composizione di ogni piatto e fare gli aggiustamenti necessari.

Interessante inoltre la risposta di Geoff Keighley, che “non vede l’ora di gustare la sua nuova ricetta“. Che sia un segno che durante i prossimi Game Awards vedremo qualche novità per Death Stranding?

Dopotutto il titolo di Kojima sembra essere finalmente verso le fasi finali e con l’uscita ormai confermata per il prossimo anno, per cui è lecito aspettarsi qualche nuova informazione.


Il suo sogno è vedere un giorno la fine delle console war e tornare ai tempi in cui si giocava per divertirsi, non per contare i pixel o i frame. Nel profondo è consapevole che si tratta di un'utopia, ma nel frattempo lui si gode tutte le piattaforme disponibili sul mercato senza rinunciare a nulla, alla faccia dei fanboy. Ha una ossessione al limite del maniacale per Batman, Star Wars e il collezionismo di statue e Collector's Edition di videogiochi, tanto che la madre ancora si chiede perché semplicemente non si droghi come tutti i ragazzi della sua età... di sicuro spendeva di meno.

Lost Password