fbpx
Shadow of the Tomb Raider – Guida alle Tombe della Sfida – Città Segreta #2

Shadow of the Tomb Raider

PC PS4 Xbox One
Acquista Ora
9.2

Superbo

7

ia Utenti

Shadow of the Tomb Raider – Guida alle Tombe della Sfida – Città Segreta #2

La seconda tomba della Città Segreta

Shadow of the Tomb Raider – Guida alle Tombe della Sfida – Città Segreta #2

Shadow of the Tomb Raider è arrivato, chiudendo la nuova trilogia dedicata all’archeologa più famosa del mondo, da giovane esploratrice inesperta è passata a sventare la fine del mondo dei Maya, ma sarà proprio così?

Lo abbiamo recensito entusiasticamente su queste pagine, ma che ne dite se vi do una mano a superare le Tombe della Sfida? Sono 9 e sono tutte diverse tra loro, vere e proprie sfide che metteranno alla prova il vostro ingegno.

La Città Segreta è una delle aree più grandi del gioco, ricca di attività secondarie e segreti da scoprire. Ma c’è tempo per quello, a noi interessa scoprire le Tombe della Sfida, questa è la seconda di tre della zona.

Sentiero di Guerra – Tomba #8

Recatevi nel punto indicato nella mappa, troverete un abitante di Paititi che vi suggerirà una sfida, un percorso mortale per mettervi alla prova. Sbloccherete la seconda tomba della della Città Segreta, accessibile entrando nel tunnel subito di fianco all’abitante. Qui entrate in una nuova zona esplorabile: recatevi in direzione della tomba per entrare in acqua e trovare l’ingresso subacqueo.

Proseguite sott’acqua seguendo il percorso e facendo attenzione agli spuntoni che vi feriranno. Sbucherete in un’area, dove dovrete lanciarvi verso la parete di granito. Calatevi di sotto per raggiungere il campo base “Ossario” e un totem linguistico sulla destra, proseguite.

Troverete una statua da attivare prima del precipizio, sbloccando il cancello e il percorso sulla sinistra. Giratevi e troverete un roccia estesa da cui lanciarvi verso il muro.

Ora dovrete superare le lame di ossidiana rotanti. Le prime due basterà superarle con un salto convinto. La terza invece passando sulla sinistra con molta calma e precisione.

Lanciatevi sulla parete col rampino. Calatevi e raggiungete la prossima sezione. Ci sarà un cancello chiuso, usate la leva immediatamente alla vostra destra. Una volta aperto, si attiveranno delle lame rotanti. Superatele saltando quando sono abbassate.

Da qui avrete due possibili strade: proseguire dritti verso la prossima sezione, o girarvi e notare un grottino con un tesoro (e l’uscita per quando avrete completato la tomba). Se volete recuperarlo fate attenzione alle lame e calcolate il tempismo del vostro salto.

Proseguite e si attiverà un gigantesco totem con lame e braccia infuocate. Avvicinatevi facendo ben attenzione a saltare quando le braccia basse vi passano vicino, e andate a sinistra per saltare verso la sezione bassa dell’arena. Seguite il percorso davanti fino ad arrivare ad una leva: tiratela e il totem si chiuderà, permettendovi di avvicinarvi in sicurezza.

Il meccanismo è a tempo, quindi bisognerà essere veloci. Ma le trappole che si sono attivate sul percorso renderanno la traversata problematica. Scattate facendo attenzione a non farvi colpire e ritornare all’entrata dove si è attivato il totem. Avrete due leve da attivare.

Attivata la prima a sinistra, il Totem scenderà leggermente. Ora dovrete ripetere lo stesso procedimento dal lato destro, ritornando poi ad attivare la seconda leva. Una volta fatto, il totem si bloccherà e potrete scalarlo per raggiungere la sommità.

Congratulazioni, avete sbloccato “Faretra di Sip” e completato la tomba Sentiero di Guerra.


Questa guida è stata scritta esclusivamente per GameSoul, è quindi vietata la riproduzione di tale guida o parti di essa senza il consenso dell’autore. ©2018 by GameSoul.it. All Rights Reserved. Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 3.0 Italia. Game content and materials are trademarks and copyrights of their respective publisher and its licensors. All rights reserved.

Inizia la sua carriera videoludica con un Game Boy e una cartuccia di Wario Land. Da allora non ha più smesso, e continua a perdere decimi all'occhio destro giocando a The Legend of Zelda e a qualsiasi titolo stuzzichi il suo (finissimo, a detta di molti) palato da videogiocatore. Quando non gioca si dedica al perfezionamento della sua imitazione di Joe Bastianich, senza disdegnare la compagnia di un buon film.

Lost Password