Dying Light Bad Blood, quando il Battle Royale diventa “brutale”

Battle Royale? No, "Brutal Royale"

Dying Light Bad Blood

Il successo di Dying Light è stato indiscutibile, tanto che viene considerato come una delle proprietà intellettuali più di successo di questa generazione. In attesa del secondo capitolo, che farà capolino il prossimo anno su PlayStation 4, Xbox One e PC, lo studio di sviluppo Techland ha rilasciato “Bad Blood”, ovvero la modalità Battle Royale di questo amatissimo zombie-game.

Lo slogan utilizzato dal team per descrivere questa nuova esperienza é “12 partecipano. 1 sopravvive”: dovrete perciò avere la meglio su altri 11 giocatori per uscire vincitori dalla contesa, ed oltre agli avversari umani ve la dovrete vedere anche con orde di infetti pronti a farvi la pelle, alcuni dei quali particolarmente agili e veloci (ed anche abbastanza inquietanti).

Da poche ore il titolo è disponibile in accesso anticipato su Steam, e la versione definitiva è prenotabile al prezzo di 19,99 €. Nel caso procediate all’acquisto potrete iniziare a giocare da subito ed in seguito avrete a disposizione degli oggetti esclusivi e valuta da spendere in-game.

Una volta terminata questa fase ad accesso anticipato, Dying Light: Bad Blood diventerà free-to-play su PC e console: Techland lo ha definito come il suo “brutal royale”, vediamo se saprà veramente offrire qualcosa di diverso rispetto ai tanti concorrenti del genere.

Straordinariamente attratto da tutto ciò che il videogioco rappresenta, ne seguo l'evoluzione in tutti i suoi aspetti augurandomi di assistere ad una costante crescita, che è quello che sta accadendo da decenni. Il videogioco è versatile, emozionante, capace di intrattenere e di regalare momenti memorabili: come si fa a non adorarlo?

Lost Password

Sign Up