fbpx
I grandi assenti dell’E3 2018

E3 2018

I grandi assenti dell’E3 2018

10 assenze illustri

I grandi assenti dell’E3 2018

L’E3 2018 è andato agli archivi, e come ogni anno l’esaltazione del popolo videoludico si è assestata su livelli molto alti ma anche con qualche inevitabile picco di amarezza. Diciamoci la verità: chi voleva vedere tutti i propri sogni realizzati nel corso della fiera losangelina sarà rimasto deluso, perché le assenze importanti sono state davvero numerose e noi siamo qui per fare il punto della situazione su ciò che NON c’è stato e ci aspettavamo di vedere.

10 cose, non per forza giochi, che credevamo di avere a portata di mano e delle quali non si è saputo nulla: signore e signori, ecco a voi i Grandi Assenti dell’E3 2018!

Date di uscita

La data di uscita è una delle informazioni più importanti per qualsiasi gioco, quella che l’appassionato brama più di tutte. Eppure di date ne sono mancate tantissime in questo E3: Beyond Good & Evil 2, The Last of Us: Part II, Cyberpunk 2077, Ghost of Tsushima, Yoshi, Sekiro, e l’elenco potrebbe continuare… insomma, va bene che per molti di questi abbiamo avuto modo di scoprire qualcosina in più ma diteci al più presto quando ci potremo mettere le mani sopra!


Rocksteady, dove sei?

L’assenza dei creatori della saga di Batman ha creato un certo malumore, tanto che il team inglese si è addirittura sentito in dovere di scusarsi per non aver presenziato alla fiera. Qui non parliamo di una data d’uscita mancante, o di informazioni sul gameplay che latitano… non sappiamo neanche a cosa stiano lavorando! E dire che da Batman: Arkham Knight sono passati più di 3 anni: alla fine il nuovo progetto in sviluppo sarà il tanto vociferato Superman oppure no? I fan dei supereroi (e non solo) attendono con impazienza.

Rocksteady


La conferenza Square Enix

Quando Square annunciò che avrebbe tenuto (o meglio, proiettato) una conferenza durante l’E3, ci aspettavamo almeno un paio di annunci bomba, di quelli che ti fanno saltare sulla sedia. Ed invece nulla: tra uno Shadow of the Tomb Raider visto e rivisto, un altro mondo di Kingdom Hearts III, un Just Cause 4 già annunciato e stra-annunciato…forse solo The Quiet Man saprà rivelarsi un prodotto davvero nuovo e meritevole, ma era lecito aspettarsi parecchio di più da una compagnia così leggendaria. E poi no, il prossimo assente illustre che abbiamo inserito in questo elenco non glielo possiamo proprio perdonare.

Shadow of the Tomb Raider


Final Fantasy VII Remake

Invocato da almeno 15 anni, presentato all’E3 del 2015…e poi il nulla. Questa sembrava essere, anzi DOVEVA essere la volta buona, ed invece non lo abbiamo visto. Non nel senso che non hanno fatto vedere il gameplay di Final Fantasy VII Remake, o che non ne abbiano svelato il periodo d’uscita: non l’hanno proprio considerato. Sta lì, tra un titolo e l’altro, ad aspettare il suo momento per arrivare rigorosamente in formula episodica così riusciremo a finirlo nel 2030. Square, ti vogliamo bene ma così non si fa!


Splinter Cell

Ubisoft ha una lineup piuttosto solida ed anche varia da qui ai prossimi mesi, ma dopo gli insistenti rumor degli ultimi tempi e le dichiarazioni della stessa compagnia sul fatto che prima o poi un nuovo Splinter Cell arriverà era lecito sperare nell’avvento di Sam Fisher. L’ultimo capitolo della saga risale al 2013, e la missione dedicata al grande agente segreto inserita recentemente su Ghost Recon Wildlands sembrava presagire all’annuncio di un nuovo gioco: aspettiamo pazientemente, fiduciosi del fatto che in realtà Sam si stia nascondendo nell’ombra per uscire fuori al più presto.

Splinter Cell


PlayStation Mini

Sul lato console, bocche cucite all’E3. Nintendo ha fatto uscire Switch un anno e qualche mese fa, quindi ci sta che non abbia nulla da annunciare; Microsoft ha accennato alla prossima Xbox, ed almeno ci ha fatto capire di essere parecchio avanti con i lavori; Sony, invece, forte del successo travolgente di PlayStation 4 non solo ha deciso di non svelare nulla sulla sua futura piattaforma, ma neanche di recuperare il proprio passato. La PlayStation Mini sta lì, pronta ad essere ammirata e comprata da milioni di fan, con un mix potenzialmente esplosivo di capolavori da proporre: e noi la vogliamo, punto!


Metroid Prime 4

Qui vale un po’ lo stesso discorso fatto per Final Fantasy VII Remake: annunciato allo scorso E3 dopo anni di patemi per i fan della bellissima protagonista Samus, e da lì il nulla. I suddetti fan si sono dati di gomito per settimane al grido “dai che lo vediamo all’E3, ti pare che dopo tutto questo tempo ci lasciano a bocca asciutta?!” ed invece… la cattiva notizia è che di novità non ce ne sono, quella buona è che, arrivati a questo punto, Nintendo sarà costretta a tirare fuori un capolavoro.


MediEvil Remastered

Sir Daniel Fortesque è un altro di quei personaggi che si sono fatti attendere per un po’ di anni, ma alla fine tornerà anche lui: d’altronde è il destino dei grandi eroi videoludici quello di tornare sempre in auge, soprattutto quando si tratta di non-morti come in questo caso… ad ogni modo, silenzio totale da parte di Sony su questa rimasterizzazione molto attesa, ma siamo fiduciosi sul fatto che da qui a fine anno sapremo tutto su quando e come Sir Daniel tornerà tra noi: perché stavolta torna sul serio!


Nuove esclusive da Sony

Fermi lì, buoni, non saltateci addosso. Sony le esclusive di peso in arrivo da qui al prossimo anno le ha, eccome: il punto è che in questo E3 si è concentrata sul farci vedere qualcosa in più riguardo a giochi già annunciati, ma non ha portato con sé praticamente nessuna novità: va benissimo vedere il gameplay di The Last of Us: Part II, dare un primo sguardo a Ghost of Tsushima, approfondire l’open-world di Spider-Man e via discorrendo, ma era lecito aspettarsi qualcosa di completamente inedito che, ahinoi, non era presente.


Half Life 3 (no, a questo non ci credevamo neanche noi)

Qui siamo probabilmente nel campo dei sogni, e non vi nascondiamo di aver inserito quest’ultimo punto come una sorta di chiusura ironica. Ma come sapete anche gli scherzi, a volte, hanno un fondo di verità, e la speranza di vedere un nuovo gioco di Valve, in primis Half-Life 3, rimane sempre vivissima nella community dei videogiocatori: qualche segnale in questa direzione è arrivato negli scorsi mesi, ma non sarebbe la prima volta che il buon Gabe Newell getta il sasso e poi nasconde la mano per anni.

Half-Life 3


Insomma, come speriamo di avervi dimostrato grazie a questo speciale tanto è stato rivelato, ma tanto ancora arriverà: la giostra del mondo dei videogiochi non finisce mai di girare a velocità vorticose, e quella novità tanto attesa potrebbe essere dietro l’angolo. Non appena emergerà, noi saremo qui a riportarla per voi.

E3 2018

Straordinariamente attratto da tutto ciò che il videogioco rappresenta, ne seguo l'evoluzione in tutti i suoi aspetti augurandomi di assistere ad una costante crescita, che è quello che sta accadendo da decenni. Il videogioco è versatile, emozionante, capace di intrattenere e di regalare momenti memorabili: come si fa a non adorarlo?

Lost Password