Hearthstone: Abilità e Meccaniche di Boscotetro

Hearthstone: Heroes of Warcraft

Mobile PC
8.5

Imperdibile

Hearthstone: Abilità e Meccaniche di Boscotetro

Le novità principali della nuova espansione!

Hearthstone: Abilità e Meccaniche di Boscotetro

Gilneas, il regno dei Worgen, spalanca le sue porte ai giocatori di Hearthstone e ci da il benvenuto nella nuova espansione: Boscotetro! 135 nuove carte si aggiungono alla collezione per darci modo di avventurarci in questo fitto e oscuro luogo, pieno di mostri e antiche maledizioni. Molti mazzi ormai famosi ci stanno per lasciare, perché alla chiusura dell‘anno del Mammut corrisponde l’arrivo dell’anno del corvo, che non vedrà in standard le ormai note espansioni di Sussurri degli Antichi Dei, Una Notte a Karazhan e Meccania. Ma con le nuove carte arrivano anche nuove meccaniche, abilità e “Caccia ai mostri” (modalità in single player che non uscirà al lancio dell’espansione, ma due settimane dopo).

Nuove abilità di Boscotetro

I servitori di Boscotetro sono molto irrequieti… anche troppo in realtà, sempre pronti ad assalire gli ignari avventurieri nel bosco. Viene infatti introdotta l’abilità “Assalto” (Rush), ovvero una versione di carica che impedisce però di attaccare gli eroi, ma solo altri servitori. Potremmo già iniziare a pensare a qualche mazzo incentrato proprio su questa abilità perché tra le nuove carte, ne troviamo molte che interagiscono con essa, pescando servitori con assalto ad esempio oppure potenziandoli. Se monteremo un mazzo di assalitori, non ci sarà scampo per i servitori avversari! La classe che sembra più propensa ad assaltare? Il guerriero!

I pericoli di Boscotetro negli anni hanno messo fine alla vita di moltissime creature che, non trovando la pace, sono rimaste a girovagare nel bosco come fantasmi. E a noi vengono presentate con l’originale abilità “Eco” (Echo): una volta giocato il servitore, ne otteremo in mano una sua copia fantasma che potremo rigiocare, ottenendo in mano un’altra copia fantasma… andando avanti fino all’esaurimento del mana, ma sparendo alla fine del turno. E non abbiamo solo servitori con eco, ma anche magie per ogni classe! Difficilmente troveremo mazzi improntati su eco, ma alcune delle carte che lo possiedono sembrano veramente forti e solo il tempo potrà darci ragione o smentirci.

Nuove meccaniche

Boscotetro

Da piccoli ci abbiamo giocato tutti, anche solo per scegliere chi per primo avrebbe iniziato a giocare alla PlayStation o contare a nascondino: sto parlando del “pari o dispari“. Questa meccanica entra in Hearthstone di prepotenza con due leggendarie spettacolari che modificheranno il nostro potere eroe a seconda che il nostro mazzo contenga solo carte dal costo pari o solo carte dal costo dispari. Sono poche le altre carte che fanno riferimento a questa meccanica, ma le due leggendarie in questione bastano a giustificare la creazione di mazzi appositi… si prevedono partite molto strane nella taverna!

Boscotetro

Attacco o salute? Normale o Worgen? Eh si, Gilneas è popolata da Worgen, degli umani maledetti che con la luna piena diventano lupi mannari… Worgen per l’appunto (i licantropi di Warcraft). E per trasportare questa trasformazione anche sulle carte, ecco che ne troviamo alcune capaci di invertire i loro valori di attacco e salute ogni turno finché sono nella nostra mano. Così possiamo decidere se giocare un 2/4… oppure la versione Worgen 4/2. Il buio si espande, un ringhio spezza il silenzio e prima che te ne possa accorgere, delle zanne ti hanno agguantato alle spalle.

Non ti arrabbiare

Dopo anni di onorato servizio, chiudiamo questo articolo annunciando l’abbandono di un’abilità che smette di essere una parola chiave. Rabbia, l’abilità che forniva dei bonus ai servitori danneggiati, ora non è più una parola chiave e tutte le carte che la citavano, adesso si riferiscono più genericamente a “quando questo servitore è danneggiato”. Non cambia nulla a livello di gioco, ma la Blizzard si è resa conto che compariva su troppi pochi servitori perché fosse una parola chiave effettiva.

Nuovi mazzi si fanno largo all’orizzonte e il metagame verrà ancora una volta stravolto totalmente. Riusciremo a uscire vivi da Boscotetro? Calma e sangue freddo, non c’è nulla di cui aver pau…


 

Gioco a Magic da quando avevo 14 anni, ho iniziato nel lontano 2002 e non ho mai smesso. Oltre al gioco mi sono appassionato molto anche all'ambientazione e alle storie che stanno dietro alle carte, tanto da spingermi a fondare una Wiki su magic e aprire un blog.

Lost Password