400 allarmi bomba nel Regno Unito… per colpa di Minecraft

Fin dove può arrivare una diatriba per un videogioco?

Minecraft

È stato un faticoso inizio di settimana per molte scuole del Regno Unito: oltre 400 istituti hanno infatti ricevuto delle mail di minaccia, che sostenevano la presenza di bombe all’interno degli edifici, pronte a saltare in aria a meno che non fosse stata depositata un’ingente somma di denaro a “payments@veltpvp.com“. Ovviamente tutte le scuole sono state evacuate all’istante, come da prassi, ma le minacce si sono rivelate presto senza fondamento (per fortuna).

Ma cos’ha spinto una singola persona a sollevare tutto questo polverone? La risposta è quantomeno divertente: una diatriba su Minecraft. VeltPvP, infatti, non è altro che un sito che mette a disposizione dei server di gioco. La serie di mail di minaccia sarebbe stato quindi un tentativo, da parte di qualche “cyber criminale”, di far chiudere il dominio per motivi di rivalità o per dispute interne: il responsabile non è stato rintracciato, perciò i moventi restano ipotetici.

Stando ai responsabili del sito, non sarebbe la prima volta che VeltPvP si trova sotto attacco, e che anzi alcuni dei suoi membri sarebbero stati addirittura vittima di swatting. Insomma, un accanimento davvero esemplare, che non fa certo onore all’utenza di Minecraft. Per il momento tutto è bene quel che finisce bene (per le scuole almeno), possiamo solo sperare che i responsabili vengano a galla e che ricevano una bella strigliata dalla polizia: purtroppo, non c’è molto altro da fare, visto che la maggior parte dei giocatori del titolo di Mojang sono minori di 18 anni… speriamo solo che la mamma stavolta non si schieri dalla parte del malefattore.


Fonte

Cresciuta con un fratello più grande di 7 anni, le console sono state il suo pane quotidiano fin dalla nascita. Dopo l’uscita della PlayStation si è buttata sui j-rpg, ma nel suo cuore rimane indelebile il ricordo del riccio supersonico targato Sega.

Lost Password