fbpx

Huawei, ecco la prima auto guidata da uno smartphone

Uno sguardo al futuro

Huawei RoadReader

Huawei ha presentato la prima auto guidata da uno smartphone dotato di Intelligenza Artificiale, il Mate 10 Pro. In soli cinque giorni, il dispositivo ha appreso come controllare un’auto, evitando ostacoli e mettendosi “al volante” di una Panamera.

Il progetto, chiamato RoadReader, si appresta a mettere alla prova le capacità di apprendimento, la velocità e le prestazioni dei dispositivi Huawei basati sull’intelligenza artificiale. A differenza di altre auto a guida autonoma che rilevano ed evitano gli ostacoli, Huawei ha trasformato una Porsche Panamera in un veicolo che, anche senza conducente, è in grado di vedere e capire tutto ciò che lo circonda.

Ciò significa che l’auto può distinguere tra mille diversi tipi di oggetti, tra cui ad esempio una palla o una bicicletta, o tra un gatto e un cane, in modo da percorrere la direzione più appropriata. Il progetto RoadReader sfrutta le funzionalità dell’intelligenza artificiale già presenti in Huawei Mate 10 Pro, dispositivo che sfrutta l’AI per riconoscere automaticamente i soggetti che vengono inquadrati.

Huawei illustrerà nei dettagli le potenzialità del progetto al Mobile World Congress di Barcellona, dove darà vita ad una vera e propria experience nei giorni 26 e 27 febbraio 2018. Gli appassionati avranno la possibilità di testare direttamente l’auto, insegnandole come identificare ed evitare determinati ostacoli.

A proposito di auto e tecnologie innovative, avete visto la nuova BMW i8 Roadster?

Huawei RoadReader Huawei RoadReader


 

Ha combattuto assieme a Marcus Fenix e la sua squadra nella guerra contro l'Orda di Locuste, ha aiutato Dante nel dare la caccia ai demoni, è scesa in campo al Signal Iduna Park a fianco di Marco Reus... Sì, le piacciono i videogiochi.

Lost Password