Pokémon Ultrasole e Ultraluna: Guida completa al breeding perfetto – Parte II

Pokémon Ultrasole e Ultraluna: Guida completa al breeding perfetto – Parte II

Swap Breeding

Abbiamo deciso di assegnare una pagina solo a questo metodo perché si tratta del più complesso e lungo fra quelli elencati, volto all’ottenimento di Pokémon cromatici perfetti e dunque dedicato agli appassionati più accaniti della serie – nonché a chi fra di voi non può vantare una vita sociale molto attiva. Se siete fra quegli Allenatori che hanno ottenuto sì un Pokémon cromatico ma con Valori Individuali dimenticabili e non avete voglia di crescerlo fino al livello 100 per sistemare le cose, oppure quello stesso Pokémon non ha Natura né Abilità desiderate, se insomma siete convinti che la perfezione esista e volete raggiungerla a tutti i costi allora proseguite nella lettura perché diamo per scontato che la pazienza certo non vi manchi. Se al contrario non desiderate affatto immergervi nelle oscure meccaniche di questo sistema di breeding, quanto elencato fino adesso è più che sufficiente per iniziare con il piede giusto nella costruzione della vostra squadra da battaglia.

Partiamo dalle basi. Lo Swap Breeding fa riferimento a un metodo che sfrutta la generazione di Uova di Sole e Luna (e dunque delle loro versioni 1.5): le caratteristiche/proprietà delle Uova sono predeterminate ancora prima che i loro genitori vengano lasciati in custodia all’Ostello grazie al cosiddetto “egg seed”, in parole semplici un valore che determina il tipo di Pokémon destinato a nascere dall’Uovo. Tutti i Pokémon del gioco, comprensivi delle loro caratteristiche/proprietà, sono generati dal RNG (Random Number Generation) e le Uova non fanno eccezione – da qui “egg seed”, dove “seed” è un termine tecnico usato in programmazione per indicare il valore iniziale del RNG. Il Pokémon che incontrerete o farete nascere è strettamente dipendente dall’orario della vostra console (giorno, mese, anno, minuti, secondi), dal MAC del gioco, ID e SID Allenatore, dai tasti premuti e dai frame trascorsi dall’accensione del gioco fino al caricamento della partita salvata. Rispetto alle generazioni precedenti, nella settima il vostro “egg seed” non cambia in base al frame in cui entrate in gioco: potete facilmente verificarlo salvando la partita, mettendo due Pokémon nell’Ostello, raccogliendo quante Uova volete e segnandovi tutti gli aspetti del nascituro; fatto questo, resettate senza salvare, ripetete l’intera operazione e noterete che ogni Uovo sarà identico a quelli registrati prima del reset. Al di là di questo è molto importante sottolineare che i valori per un Pokémon cromatico resteranno gli stessi solamente se state usando il Metodo Masuda (descritto a pagina 2), se siete in possesso del Cromamuleto oppure entrambi. In caso contrario non sarà possibile applicare lo Swap Breeding, perciò tenetelo a mente.

L’idea dietro questo metodo è poter trapiantare Natura, sesso, Abilità, eredità dei Valori Individuali e lo stato cromatico da un specie all’altra resettando il gioco in modo da cambiare il contenuto dell’Uovo. Resettate senza salvare dopo aver trovato un Uovo con i tratti desiderati, cambiate i genitori e ottenete nuove Uova: la specie cambierà, ovviamente, ma tutto il resto resterà identico. Potete sfruttare Magikarp a vostro vantaggio per controllare le Uova, poiché è il Pokémon che richiede meno passi per la schiusa, poco più di mille rispetto ai cinquemila circa necessari alla maggior parte degli altri. Si tratta di un escamotage molto utile per risparmiare tempo, soprattutto quando vi capiterà di avere a che fare con Pokémon che richiedono ottomila passi o giù di lì per nascere. Non è tuttavia un sistema privo di limiti, altrimenti la questione si farebbe fin troppo facile: dovete mantenere le condizioni costanti (la specie dei genitori, l’utilizzo di tutti gli oggetti utili, eccettera) affinché i tratti dell’Uovo rimangano identici. Ci sono modi per adattarsi ai cambiamenti e li vedremo in seguito ma generalmente dovete portare avanti il vostro allevamento “fittizio” mantenendo condizioni simili a quelle che userete quando dovrete trasferire lo stato cromatico del Pokémon. Questa guida è per chi si preoccupa di crescere una squadra perfetta, dunque è scontato che stiate usando le accortezze elencate nelle pagine o negli articoli precedenti. Togliere o equipaggiare il Destincomune a metà del procedimento, ad esempio, cambierà la sequenza di Uova e rovinerà tutto il lavoro. Come già accennato, il Cromamuleto e/o il Metodo Masuda sono gli unici in grado di mantenere lo stato cromatico attraverso il reset. La Pietrastante invece non influisce in alcun modo sul processo. Per procedere vi serve quanto segue:

  • Il Metodo Masuda, il Cromamuleto o entrambi.
  • Il Pokémon desiderato, il cui risultato finale sia cromatico. Dovrà già avere IV e Natura corretti, poiché non vi sarà possibile allevarne uno dopo aver cominciato il procedimento.
  • Un Ditto, meglio se straniero così da utilizzarlo nel Metodo Masuda, equipaggiato con Destincomune.
  • Molta pazienza perché vi aspetta un processo lungo. Dopotutto siete alla ricerca di un Pokémon cromatico, che può richiedere tempo, anche se sfruttando Magikarp potete velocizzare il processo otto volte tanto.

Ci teniamo a sottolineare una volta di più che nel caso non stiate usando il Metodo Masuda, prima e dopo il reset, il Cromamuleto è obbligatorio affinché lo Swap Breeding abbia successo. A sua volta, il Destincomune è strettamente necessario, come già spiegato in precedenza. Se avete tutto pronto, potete così procedere:

  • Con l’Ostello vuoto, salvate la partita.
  • Lasciate in custodia Ditto equipaggiato con Destincomune e Magikarp (con o senza Pietrastante).
  • Ottenete un numero di Uova delle quali potete facilmente tenere traccia. L’ideale sarebbe trenta Uova, perché quello è il numero massimo di Pokémon per Box. In ogni caso, assicurateche che rimangano nell’ordine in cui le avete ottenute.
  • Rimuovete i Pokémon genitori dall’Ostello per evitare siano deposte altre Uova.
  • Schiudete tutte le Uova.
  • Se nessuna contiene un Pokémon cromatico, ripetete il processo fino a qui. In caso contrario, proseguite.
  • Tenete conto del numero dell’Uovo dal quale avete ottenuto il Pokémon cromatico (ad esempio il terzo).
  • Resettate il gioco senza salvare.
  • È tempo di Swap Breeding. Affidate Ditto con Destincomune all’Ostello assieme al Pokémon che desiderate ottenere cromatico.
  • Collezionate lo stesso numero di Uova avute in precedenza per ottenere il cromatico. Ci sono delle eccezioni a riguardo ma ne introdurremo un esempio alla fine di questo elenco.
  • Schiudete l’Uovo numero tre
  • IV, Abilità e/o sesso come li volevate? Ottimo! Questa parte si chiude qui. Non avete ottenuto ciò che volevate? Allora preparatevi a una serie di noiosi tentativi.

In merito alle eccezioni accennate, ci sono dei casi in cui cambiare il genitore dopo aver ottenuto il primo Pokémon cromatico romperà la sequenza predeterminata, con il risultato che il Pokémon destinato ad apparire dopo una decina di Uova non compaia affatto. Se cambiate da un Pokémon che può essere di entrambi i sessi a uno 100% maschio, 100% femmina oppure asessuato, la sequenza si spezzerà e le Uova cambieranno: in questo caso dovrete rifiutare l’Uovo numero tre e prendere invece il quattro (e tutte quelle precedenti) in modo da compensare i valori sfalsati. Si tratta tuttavia di una serie di questioni complesse, troppo perché valga davvero la pena perderci la testa: il nostro consiglio è di allevare Pokémon asessuati o 100% maschio/femmina senza volerli cromatici a tutti i costi. Dovete giocare e divertirvi, non uscirne matti.

A questo punto entriamo nel dettaglio. Nei fatti non possiamo davvero cambiare l’aspetto di un Pokémon, perciò quello che andiamo a fare è cercarne uno desiderabile nei frame vicini. Significa che il modo in cui il gioco opera in merito alla generazione di Uova è che accettarne uno dall’Ostello fa avanzare i frame delle Uova di una quantità casuale compresa fra 15 e 25, o fra 25 e 40 con il Metodo Masuda/Cromamuleto. Rifiutare un Uovo porterà il sistema ad avanzare di un singolo frame. Abbiamo già spiegato come gli “egg seed” associati a questi frame non cambino nel momento in cui si resetta il gioco senza salvare. Un’ulteriore caratteristica è che questa meccanica produce “egg seed” cromatici spesso molto ravvicinati, perciò anziché capitare su un singolo fortunato “egg seed” è più probabile che vi troverete nel mezzo di un pattern dove più o meno cinque frame sono tutti cromatici. Ovviamente il pattern risulterà più grande o più piccolo a seconda che stiate usando il Metodo Masuda e il Cromamuleto combinati oppure da soli. Cosa vuol dire, nei fatti? Su ciascun frame relativo a un Uovo c’è un “egg seed” che gli darà tratti differenti, perciò vi basterà cercare avanti o indietro di qualche frame per ottenere potenzialmente un insieme ideale di IV, Abilità e sesso per i vostri Pokémon cromatici (e Natura se non state usando una Pietrastante). Il fatto che rifiutare un Uovo faccia avanzare il tutto di un frame rende più facile prevedere se è possibile o meno ottenere tratti migliori.

Mettiamo in pratica la teoria con una situazione ipotetica, avvalendoci del nostro buon Charmander per spiegare il processo logico: poniamo che abbiate trovato un Charmander cromatico nell’Uovo numero tre ma non siete soddisfatti dei Valori Individuali ereditati. Per prima cosa vi segnerete dove avete trovato il Pokémon ricordandovi di non salvare assolutamente partita, visto che l’obiettivo è cambiarne le caratteristiche. Questo specifico frame in cui abbiamo ottenuto Charmander cromatico sarà la nostra base di partenza (frame 0) dalla quale portare avanti gli altri tentativi. È consigliabile appuntarvi su un foglio tutte le informazioni, perché sono troppe da tenere a mente. Ora che avete segnato il vostro frame 0 controllate quello subito dopo: ripetete il processo come prima, accettate due Uova ma rifiutate il terzo, così da far avanzare il frame di un’unità. Prendete l’Uovo seguente, schiudetelo e registratene i tratti. Non è ancora il Charmander che desiderate, perciò controllate i frame successivi ripetendo il processo fino a quando incappate nell’esemplare cercato: Natura ottimale, Abilità giusta e valore IV casuale sulla statistica che vi eravate prefissati (posto che entrambi i genitori avessero IV perfetti a eccezione di quella data statistica). Nel processo potrà capitarvi di ottenere delle Uova normali e non cromatiche ma questo è accettabile purché la catena non venga interrotta da più di due Uova normali in successione: se dovesse superare questo limite, significa che siete usciti dal pattern di possibili Uova cromatiche. Anche il sesso può cambiare, con rapporti variabili a seconda del Pokémon che volete ottenere. Il processo appena descritto vale per il conteggio dei frame successivi al frame 0 ed è molto semplice rispetto a un conteggio dei frame “negativi”. Esiste una metodologia anche in questo caso ma non la tratteremo per preservare la vostra sanità mentale.

Chiudiamo questa lunga spiegazione sottolineando che i pattern di “egg seed” cromatici si verificano con una frequenza di cinque volte o più entro diecimila frame (circa trecento Uova accettate una dopo l’altra), oppure anche solo una volta ogni ventimila frame (circa seicento Uova accettate una dopo l’altra): è del tutto possibile saltare questi pattern senza accorgersene e passare attraverso un cosiddetto lungo periodo di magra. Questa guida è intesa per velocizzare quanto più il processo, o almeno trovare un compromesso che vi lasci anche tempo per vivere la vostra vita: sta a voi decidere se gettarvi nell’impresa. L’approfondimento sul breeding si conclude qui ma c’è ancora molto di cui parlare, continuate a seguirci per nuovi aggiornamenti!

Questa guida è stata scritta esclusivamente per GameSoul, è quindi vietata la riproduzione di tale guida o parti di essa senza il consenso dell’autore. ©2018 by GameSoul.it. All Rights Reserved. Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 3.0 Italia. Game content and materials are trademarks and copyrights of their respective publisher and its licensors. All rights reserved.

PAG. PRECEDENTE
Altri metodi di breeding
Cresciuta negli anni ’90 con un Game Boy e un Nintendo 64, è poi diventata ancora bambina un’adepta Sony a tempo pieno, ma appena può si dedica anche ad altre console. Da Metal Gear ha imparato l’approccio stealth, che applica anche alla vita reale riducendo al minimo la sua socialità; quando non è impegnata a nascondersi in una scatola di cartone e pretendere di passare inosservata, però, chiacchiera volentieri di qualsiasi cosa. Videogiochi in testa, ovviamente. E quando non parla, scrive o gioca, legge principalmente romanzi gialli.

Lost Password