Destiny 2 – 10 consigli per i Guardiani alle prime armi

Destiny 2 – 10 consigli per i Guardiani alle prime armi

Destiny 2 è finalmente tra noi ed è pronto a travolgere con tutta la sua potenza magnetica gli stessi milioni di giocatori finiti nella diabolica rete della prima, amata/odiata iterazione. Al contempo però, ad unirsi alle epiche gesta dei Guardiani ci saranno anche tante matricole, tra chi di questo “Destiny” ne ha sempre sentito parlare, ma non ha mai avuto tempo o voglia di gettarsi nella mischia, e chi invece si dedicò solamente per qualche ora al predecessore nelle sue prime settimane di vita, salvo poi spostarsi altrove. Ci sembrava quindi d’obbligo offrire qualche piccolo consiglio agli utenti alle prime armi, semplici ma utili, almeno per coloro a digiuno completo del titolo di Bungie.

consigli_1

Quale classe scegliere?
Le classi principali di Destiny 2 sono tre: Titano, Cacciatore e Stregone, le stesse del primo Destiny, e ognuna, oltre ad offrire specifiche sottoclassi in cui specializzarsi investendo i punti abilità ottenuti, va giocata e vissuta in un certo modo, richiedendo al giocatore un certo grado di esperienza e dedizione. Motivo per cui quelli alle prime armi dovrebbero prima comprendere le meccaniche base del gioco, così da poter poi affrontare al meglio l’avventura. Il nostro consiglio è quello di partire dal Titano, il “tank”: è il più lento, sia nei movimenti che negli attacchi ravvicinati, ma anche il più forte e resistente, con maggiore salute e uno scudo più duro da abbattere. Le sue abilità speciali sono forse le meno creative e spettacolari, ma bastano e avanzano a sopravvivere, anche in solitaria. Una volta presa confidenza con i comandi e le meccaniche, nulla ti vieterà di sfruttare gli slot personaggio disponibili per testare le altre due classi, e trovare così quella più adatta al tuo stile e alla tua abilità: il Cacciatore è forse la più difficile da padroneggiare (è indubbiamente quella meno resistente, e un giocatore meno esperto rischia di morire con più facilità), ma è in grado di regalare grandi soddisfazioni, con la sua velocità, il triplo salto e un parco abilità niente male. Lo Stregone, infine, è una via di mezzo tra i due in termini di velocità e resistenza agli attacchi nemici, ed è il perfetto supporto, merito dei suoi poteri sia curativi che di potenziamento degli alleati.


consigli_1

Come ottenere le sottoclassi
Indipendentemente dalla classe selezionata, ognuna di loro garantirà l’accesso a tre sottoclassi nelle quali, come detto, ci si potrà specializzare. Non si tratta però di un processo automatico: ogni sottoclasse richiede infatti di essere attivata attraverso una missione ad hoc, ma per dare il via alla missione in questione bisognerà trovare uno speciale manufatto. Peccato che venga droppato in maniera totalmente casuale: qui in redazione c’è chi lo ha trovato per la prima volta sulla Terra, chi su Titano. Una cosa è certa: questi speciali manufatti li abbiamo ottenuti sia durante gli eventi pubblici che, in alcuni casi, anche durante la caccia ad uno dei “Bersagli Importanti”, mid-boss che compariranno casualmente sulla mappa a complicare la vita ai giocatori. Da lì il consiglio di portarne a termine ed eliminarne quanti più possibile, così da aumentare le possibilità di trovare l’oggetto che darà il via alla missione (non prima di averlo caricato a dovere di luce massacrando la solita orda di mob). Al momento opportuno, bisognerà tornare al Frammento del Viaggiatore e… no, niente spoiler.

consigli_1

Eventi pubblici mon amour
Lo abbiamo scritto qualche riga più in alto, ma è meglio ribadirlo: prendete parte a quanti più eventi pubblici possibili. Ne verranno attivati ogni certo numero di minuti, in varie zone del pianeta su cui vi troverete, e tranquilli, ci saranno tanti altri Guardiani a darvi una mano, dato che le succose ricompense interessano a tutti. Oltre a rappresentare un piacevole passatempo tra una quest principale e l’altra, questi eventi (tra Camminatori, Maliarde e chi più ne ha più ne metta) garantiranno un buon numero di punti XP, e, ai più fortunati, engrammi a palate.


consigli_1

Quando far decifrare gli engrammi leggendari?
A proposito degli engrammi: niente e nessuno sa cosa contengono. Di certo c’è che il vostro livello di esperienza influenzerà il tipo di equipaggiamento ottenuto. Il che significa che, almeno agli inizi, conviene recarsi al Criptarca sia per quelli più comuni, verdi e blu, che per quelli leggendari, di colore viola, ed esotici, gialli, così da sperare di aumentare nella maniera più semplice il proprio livello potenza, ma una volta ottenuto un buon equipaggiamento, il consiglio è di mettere da parte quelli più rari e di farli decifrare solo una volta raggiunto il Level Cap (il 20), così da avere la certezza matematica di avere una versione quanto più potente delle armi più rare e ricercate (sperando ovviamente di trovarne).


consigli_1

Una reputazione da difendere
Ad alcune figure di spicco delle fazioni coinvolte in questa guerra interplanetaria potrà essere dimostrato il proprio valore di Guardiano raccogliendo Pegni nei vari pianeti, ottenibili completando missioni ed eventi, ma anche presenti nelle casse trovate occasionalmente. Ci sono Lord Shaxx del Crogiolo, Devrim Kay sulla Terra e Sloane su Titano, per citare i primi che incontrerete. Si tratta di attività che porterete a termine per forza di cose, quindi tanto vale spingere l’acceleratore un po’ di più e farmare qualche Pegno extra: in cambio otterrete (non prima però di aver raggiunto il livello 20) un engramma leggendario come ricompensa del vostro impegno. C’è però una cosa che molti giocatori non notano: sparsi per i pianeti ci sono dei materiali, simili a piante o rocce, come i Frammenti di Luce Crepuscolare sulla Terra o la Polvere Arcana (o le più rare Spore Alcane) su Titano, che contribuiranno ad aumentare la vostra reputazione. Occhio quindi durante le vostre avventure e raccoglietene il più possibile.

Destiny 2

Ecco come si presentano i frammenti di luce crepuscolare

consigli_1

Non sprecate munizioni
Al contrario di engrammi e del loot più succoso, di munizioni ne troverete quasi sempre a palate. Questo però non significa che le si debba sprecare inutilmente: già, perché durante i frenetici duelli a fuoco che vi aspettano potrebbe capitare di avere davanti una tipologia di nemico particolarmente resistente all’arma impugnata o al buff elementale ad essa associato, e la cosa è evidente nel momento in cui comparirà la scritta “Immune” al posto del solito numeretto con su scritta la quantità di danni arrecatagli. In alcuni casi, la colpa potrebbe semplicemente essere del punto del corpo preso di mira, in cui il nemico è invulnerabile, anche provvisoriamente (come i Camminatori quando assumono la posizione difensiva), e basterà quindi mirare altrove, mentre in altri bisognerà necessariamente cambiare arma equipaggiata. Prestate sempre attenzione a questo fattore: non c’è niente di peggio che trovarsi al cospetto di un boss mastodontico con le armi scariche.


consigli_1

Vulgar display of power
Oltre al livello esperienza, che rappresenta più un punto di riferimento (per poter indossare certe armi e parti di equipaggiamento, o per poter partecipare a determinate missioni) che altro, è il livello Potere a dover essere costantemente tenuto d’occhio. Simile al livello luce del primo Destiny, è una media dei valori di tutti gli elementi indossati, dagli stivali alle armature, passando per armi primarie e secondarie, e influenza la potenza dei propri attacchi. Ecco perché, almeno nelle prime ore di gioco, dovreste mettere da parte qualsiasi velleità da stilista interstellare e concentrarvi unicamente sulla potenza di fuoco, anche a costo di utilizzare armi che non vi convincono pienamente. Ci sarà tutto il tempo di crearvi il vostro outfit definitivo, ma all’inizio della vostra avventura da Guardiani dovrete accontentarvi di ciò che passa il convento.

consigli_1

Dove sono gli astori?
Ve li ricordate i fidi astori del primo Destiny? Ci si poteva scorrazzare da praticamente subito, ed erano uno spettacolo (e al contempo un incubo) da guidare. Ecco, scordateveli, almeno per la campagna principale: il metodo più semplice e indolore per averne uno tutto vostro (potrete sempre prenderli in prestito alle truppe di Barracuda che incontrerete casualmente) è proprio quello di arrivare ai titoli di coda, per poi recarsi da Amanda Holliday e acquistarne uno. I più fortunati ne dropperanno uno dagli engrammi luminosi trovati per caso anche prima della fine della campagna, mentre i più facoltosi potranno acquistare engrammi da Tess Everis al Rifugio, solo però dopo aver raggiunto il livello 20. E anche in quel caso, pregare il dio del drop, s’intende.


consigli_1

Usa la Super con parsimonia
Ogni classe gode di una speciale abilità chiamata Super, un attacco devastante attivabile dopo aver riempito una barra specifica raccogliendo sfere di luce dai nemici uccisi. Si tratta di poteri in grado di risollevare le sorti di uno scontro, ma come detto, non torneranno disponibili dopo il solito cooldown come le classiche granate o barriere. Il che significa che attivare la Super in qualsiasi momento, magari contro un gruppetto di comunissimi mob, potrebbe farvi ritrovare al cospetto di qualche mid-boss o, peggio ancora, boss, con la barra al minimo, riducendo drasticamente le vostre possibilità di vittoria. Siate parsimoniosi con la Super e cercate di tenerla pronta per le evenienze.


consigli_1

L’unione fa la forza
Sarà un consiglio un po’ troppo scontato, ma è così: per quanto lo si possa completare in completa solitudine, Destiny 2 (come il suo predecessore, del resto), dà il meglio di sé in compagnia di altri giocatori, meglio ancora se parte di un team affiatato e completo (ovvero con ognuno dei membri a ricoprire un ruolo diverso). Le speciali attività e missioni che arriveranno in futuro richiederanno una squadra coordinata al millesimo di secondo, ma per la campagna principale è possibile arrivare ai titoli di coda (non senza difficoltà, in particolare quando si muore in una zona senza respawn) anche in completa solitudine. Condividere con altri Guardiani, anche incrociati casualmente sui pianeti, le proprie avventure è però tutta un’altra cosa. Anche perché di nemici, punti esperienza e succoso loot ce ne sono in quantità industriale e per tutti.


Questa guida è stata scritta esclusivamente per GameSoul, è quindi vietata la riproduzione di tale guida o parti di essa senza il consenso dell’autore. ©2017 by GameSoul.it. All Rights Reserved. Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 3.0 Italia. Game content and materials are trademarks and copyrights of their respective publisher and its licensors. All rights reserved.

Traduttore e blogger freelance, adora (s)parlare di videogiochi e musica spaccatimpani tutto il dì. Quando può suona, gioca e legge, di tutto, anche le etichette degli shampoo. Terrore dei recensori e abbassatore di voti seriale, ha brillantemente sostituito le fatture ai suoi amati boss di Dark Souls, respingendo con caparbia ossessione e gioco di scudi qualsiasi backstab della vita sociale.

Seleziona la piattaforma per lasciare il commento

Leave a Reply

Lost Password