Call of Duty si prepara ad un ritorno al passato?

Prossima destinazione: Vietnam?

Call of Duty si prepara ad un ritorno al passato?

La sfida tra Call of Duty e Battlefield anima da anni la competizione nel mercato dei videogiochi, con risultati finora eccellenti da ambo le parti per quanto riguarda le vendite ma anche la critica.

Quest’anno abbiamo assistito ad un possibile punto di svolta, con Electronic Arts che ha deciso di effettuare una doppia mossa degna del miglior giocatore di poker calando due assi mica da ridere: il recupero della prima guerra mondiale come ambientazione principale di Battlefield 1 e il lancio di Titanfall 2 ad ottobre, quasi in contemporanea con gli altri due colossi degli sparatutto.

Activision, casa produttrice di Call of Duty, sembra aver osservato con grande attenzione le mosse dei rivali, ed oggi è emerso un rumor molto interessante a riguardo del prossimo capitolo della saga che, immancabilmente, uscirà negli ultimi mesi del prossimo anno.

Sembra infatti che il colosso americano abbia affidato a Sledgehammer Games lo sviluppo di un gioco della serie ambientato durante la Guerra del Vietnam, che si svolse fra il 1955 ed il 1975. Sarebbe indubbiamente un passo indietro significativo dal punto di vista cronologico, già effettuato in parte con la sotto-saga di Black Ops ma mai portato fino in fondo visti i tanti elementi futuristici introdotto negli ultimi anni. Ovviamente prendete sempre queste info come delle voci di corridoio assolutamente non confermate.

D’altro canto il successo o meno di Battlefield 1, e della sua riproposizione della prima guerra mondiale, rappresenterà un segnale molto importante per capire che cosa vogliono i giocatori. La remastered di Call of Duty 4: Modern Warfare parrebbe la conferma che l’effetto nostalgia funziona anche quando si parla di guerre virtuali. Gli sparatutto continuano ad essere un genere in grande forma, e i prodotti di qualità aumentano con il passare del tempo.

Tre giochi importantissimi sono in uscita, intanto godetevi quelli che a tenere drizzate le orecchie sul futuro ci pensiamo noi.


Fonte

Straordinariamente attratto da tutto ciò che il videogioco rappresenta, ne seguo l’evoluzione in tutti i suoi aspetti augurandomi di assistere ad una costante crescita, che è quello che sta accadendo da decenni. Il videogioco è versatile, emozionante, capace di intrattenere e di regalare momenti memorabili: come si fa a non adorarlo?

Seleziona la piattaforma per lasciare il commento

Leave a Reply

Lost Password