Gwent gamescom 2016

gamescom 2016

Foto dalla gamescom 2016: che ne dite di una partita a Gwent?

Mostri, maledetti mostri!

Gwent gamescom 2016

Colonia – Abbiamo deciso di nominare il 20 agosto “la giornata mondiale della visita alle taverne del gaming”: siamo partiti da una semplice visita a quella dedicata a Hearthstone per finire in quella ospitante il Gwent, gioco nato come mini-game di The Witcher 3: Wild Hunt e ora titolo stand-alone.

In entrambi i casi, la nostra intenzione era fotografare tutto il possibile, in modo da mostrarvi l’intrattenimento offerto dalla gamescom 2016, rimanendo “casti, puri e professionali” e senza toccare mai il pad per giocare, ma sappiate che non è andata così…

– Clicca sulle foto per ingrandirle –

Vi lasciamo agli scatti appena citati, se non vi dispiace torniamo a sfidare il mazzo Mostri, un mazzo che ci sta dando parecchio filo da torcere…


Appassionato sfegatato e divoratore di videogame, scemo a tempo pieno, aspirante Game Designer e cercatore di risposte a domande esistenziali come: "A cosa servono gli slot uniti delle armi di Final Fantasy VII?", "Cosa diavolo sono le Junction?", "Freija che animale è?" e "Quina quant'è brutta?". Questo non sono io... Cioè, sì, ma non ho ancora capito quanto sia brutta Quina e se Freija sia un topo o uno shitzu.

Lost Password