Pokémon GO inarrestabile: i record e la scommessa di Nintendo

Pokémon GO

Mobile
Prenota il Pokémon GO Plus
7.8

Media Utente

Pokémon GO inarrestabile: i record e la scommessa di Nintendo

Non si ferma la febbre Pokémon GO: battuti anche YouPorn, Twitter e Tinder

Pokémon GO inarrestabile: i record e la scommessa di Nintendo

Chissà se Nintendo e Niantic si aspettavano il successo che ha travolto Pokémon GO, l’applicazione oramai diventata un vero e proprio fenomeno mondiale che non accenna a fermarsi. Probabilmente no, dato l’impennarsi del valore delle azioni della grande N, che ha portato la società nipponica a guadagnare circa dieci miliardi di dollari nell’ultima settimana. Stando ai dati di Reuters, agenzia di stampa britannica, Pokémon GO è presente nel 5% dei dispostivi mobile su base android degli Stati Uniti d’America. Una cifra da capogiro, che ha portato l’applicazione Niantic ad essere oggetto di post su Facebook, Twitter e sui motori di ricerca, diventando in brevissimo tempo più popolare di YouPorn, il più famoso sito a luci rosse della rete, più scaricata di Twitter e con più accessi di Tinder.

SimilarWeb ha inoltre pubblicato altri dati, che ci mostrano quanto l’utilizzo dell’applicazione, comprensiva di utenti unici, sia superiore a Snapchat, a Twitter, Whatsapp e a molte social media app che ultimamente vanno per la maggiore. Questi dati sono ancora più incredibili se si pensa che Pokémon GO non è ancora disponibile ufficialmente in molti paesi, Italia compresa: ma questo non ha fermato gli allenatori in erba, che hanno trovato ingegnosi modi per ottenere la tanto desiderata applicazione ancora prima della sua uscita sull’App Store di Apple o nel Play Store di Google. Qual’è il segreto di questo successo incredibile? Da un lato, sicuramente, la facilità d’uso e l’incredibile appeal del marchio, che ha portato molti ex-bambini, oramai trentenni cresciuti con le cartucce di Pokémon Blu e Rosso per GameBoy, ad avverare il loro sogno di diventare allenatori “per davvero”Ma non solo, perché Niantic e Nintendo hanno saputo fare leva magistralmente sullo strumento principale utilizzato nella maggior parte della giornata da adulti e bambini: lo smartphonepokémon-go-screen

E così un silenzioso esercito di nerd e appassionati ha iniziato a fare capolino nelle strade di tutto il mondo, scoprendo un pianeta che mai prima d’ora era apparso così affascinante. Questa inverosimile marcia ha scatenato una serie di eventi assolutamente imprevedibili ed assurdi, forse anche spaventosi. Fra le cose più inverosimili l’apparizione di piccole gang di ragazzini che difendono le palestre, una ragazza americana che ritrova un cadavere mentre era a caccia di Pokémon,  un 20enne che cerca di entrare in un commissariato di polizia australiano credendolo un Pokéstop e diversi incidenti stradali causati dalla cattura di un pocket monster senza prestare attenzione al codice della strada.

Insomma la febbre da Pokémon GO sta travolgendo il mondo, trascendendo il confine che ha sempre relegato i videogiochi nei confini casalinghi, e pochissime volte in viaggio. I social sono tempestati di consigli, guide, messaggi fra allenatori e istantanee delle migliori catture, tanto prepotenti sulle nostre bacheche da diventare quasi insopportabili a chiunque non giochi, spingendo quindi anche utenti non appassionati a provare il gioco Niantic, creando un cerchio perfetto: Nintendo sembra aver azzecccato in pieno la sua scommessa, e tanto interesse per un prodotto della grande N non si vedeva dall’uscita della Wii, esattamente dieci anni fa.

Pokémon GoPokémon GO continua a macinare record, e si appresta a diventare forse uno dei giochi più influenti degli ultimi anni. travolgendo un’industry negli ultimi tempi un po’ stantia con una scossa improvvisa.  Questo dato, oltre a dirci che persino il sesso ha perso popolarità fra i nerd a favore di mostriciattoli tascabili, ci comunica che il mondo è pronto ad accogliere con entusiasmo i giochi a realtà aumentata. E Pokémon GO ne è un esempio fulgido, nonostante tutti i suoi problemi, come un consumo mostruoso di batteria e i rischi connessi all’abuso dell’applicazione. Nintendo ha già guadagnato enormemente dal suo nuovo titolo mobile, e questi introiti non sono che la punta dell’iceberg, dato che le micro transazioni e gli accessori come Pokémon GO Plus non sono stati ancora conteggiati nei ricavi della società giapponese.

Siamo ansiosi di osservare, è proprio il caso di dirlo, l’evoluzione di Pokémon GO ed il suo impatto sul mondo videoludico e non. Nel frattempo, nemmeno noi siamo rimasti indifferenti alla venuta dei mostriciattoli ed abbiamo pubblicato una serie di interessantissime guide che potete trovare qui.

Pokémon GO arriverà in Italia a partire dal prossimo 15 luglio su smartphones iOS e Android. Continuate a seguirci per le prossime novità.

https://www.youtube.com/watch?v=2sj2iQyBTQs


[Voti: 8    Media Voto: 5/5]
Nato nel medioevo videoludico, i fantastici anni ’80, Amedeo è cresciuto con i grandi classici del gaming, passando per tutte le console sulle quali riuscisse a mettere le mani. Appassionato fino alla morte di Star Wars e The Witcher, vive fra mondi fatti di LEGO e GDR cartacei. Nel tempo libero gli piace dare legnate in palestra e leggere libri.

Lost Password